Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

La rivisitazione delle principali fasi storiche del novecento nel dinamismo di “LE BAL” alla Sala Umberto. La musica con le canzoni brillanti della nostra adolescenza nella favola “VORREI LA PELLE NERA” al Brancaccio

Data:

Al Teatro Brancaccio e alla Sala Umberto di Roma

Nei due spazi artistici dell’impresa Longobardi, in questo periodo si sta analizzando sul piano culturale e degli eventi civili e sociali connotativi il secolo scorso servendoci della pluridisciplinarità multimediale delle tecniche dello spettacolo.

le_bal_corriere_dello_spettacolo
Le Bal

Musica, canto, danza, s’intersecano a vicenda nella realizzazione di due lavori dove le parole vengono messe da parte per lasciare il posto alle arti, protette dalle Muse e che deliziano il palato fine del pubblico che vuole essenzialmente qualità del prodotto e divertimento umoristico e satirico, frizzante e dal ritmo intenso. Il primo è la trasposizione coreografica dal francese delle novità di J. C. Penchemat dove si fotografa un paese che balla incessantemente in una balera dal 1940 al 2001 per esorcizzare quanto avviene fuori durante il regime fascista con la seconda guerra mondiale e poi sottolineare il piacere della ripresa allorchè ci si concedeva un po’ di svago alla domenica pomeriggio o sabato sera dopo una stressante settimana di lavoro in fabbrica.

vorrei-la-pelle-nera
Vorrei la pelle nera

Si sentono le più belle canzoni di Rita Pavone, di Mina, della Caselli e del duo Vianello-Goich, che caratterizzarono l’estate passata sulla riviera romagnola. Sedici attori con abiti borghesi,divise fasciste, tute da fabbrica, costumi da bagno e ciambelle di salvataggio, danzano vorticosamente dall’inizio alla fine senza proferire nemmeno una parola e lasciando tutto all’intento dello spettatore. Le coreografie elegiache ed antologiche del lavoro sono di Ilaria Arnaldi mentre la fine ed eloquente regia comica da cinema muto è firmata da Giancarlo Fares.Si replica fino al 23 c.m. Invece nel Teatro Brancaccio di maggiori dimensioni, dopo la premiazione del Musical Award 2016 con De Sica,per un cartellone “alter ego” del Sistina; Luca Jurman con la partecipazione straordinaria di S. Masciarelli allestisce “Vorrei la pelle nera”. Un viaggio nella musica della seconda metà del xx secolo con ritmi da oltre Oceano:jazz,blues e rock’n roll di matrice della Luisiana e della “grande mela”, portati al successo da gente come: M. Jackson, Ray Charles, W. Houston, Marvin Gaye, Barry White e J. Brown.Questa favola musicale scritta e diretta da Maurizio Colombi con le coreografie di Tony Lo Faro è fino al 23/10.

Susanna Donatelli

LE BAL
L’Italia balla dal 1940 al 2001
da LE BAL, una creazione del Théâtre du Campagnol
da un’idea e nella regia di
Jean-Claude Penchenat
con
GIANCARLO FARES, SARA VALERIO
ALESSANDRA ALLEGRINI
RICCARDO AVERAIMO
ALBERTA CIPRIANI
VITTORIA GALLI
ALICE IACONO
MATTEO LUCCHINI
FRANCESCO MASTROIANNI
DAVIDE MATTEI
MATTEO MILANI
PIERFRANCESCO PERRUCCI
MAYA QUATTRINI
MICHELE SAVOIA
PATRIZIA SCILLA
VIVIANA SIMONE

coreografie ILARIA AMALDI
uno spettacolo di
GIANCARLO FARES

*

LUCA JURMAN
VORREI LA PELLE NERA

una commedia musicale di M.P.Doves
scene
GLORIA PRUDENTE
costumi
DANIELE CAUDURO
coreografie
TONY LO FARO
direzione musicale
LUCA JURMAN
musiche originali e di scena
LUCA JURMAN
canzoni edite di
Nino Ferrer, Michael jackson, Ray Charles, Whitney Houston, Marvin Gaye
Stevie Wonder, James Brown, Prince, R. Kelly

La voce di RAY CHARLES è di PINO INSEGNO
La voce di BARRY WHITE è di FRANCESCO PANNOFINO
La voce di WHITNEY HOUSTON è di EMANUELA ROSSI
La voce di MARVIN GAYE è di ROBERTO CHEVALIER
La voce di MICHAEL JACKSON è di MAURIZIO COLOMBI
La voce di DONNA SUMMER è di ELENA MORARA
La voce di JAMES BROWN è di DAVIDE MAGNABOSCO
La voce di PRINCE è di GABRIO VALLI

regia di
MAURIZIO COLOMBI

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati