Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

“Quei due nel mio orecchio”. Francesca Nunzi presenta a Roma il suo primo libro

Data:

E’ stato presentato il 22 maggio, nella graziosa boutique D&D di Daniela D’Urso, in via dei Serpenti a Roma, il libricino che Francesca Nunzi, amatissima attrice capitolina, ha tenuto nel cassetto da quella notte del 26 aprile 1996, poche ore prima che il suo papà se ne andasse per sempre. Quei due nel mio orecchio, questo il titolo del racconto, scritto di getto in quella notte, quasi come un inconsapevole omaggio lieve e pieno di gratitudine all’amore paterno, è un simpaticissimo tuffo nelle paure infantili di Francesca e nelle capacità di un papà attento ed affettuoso. “Un precursore di Monsters & Co”. questo scritto, come lo ha definito la sua collega e amica Gaia De Laurentiis, che ha letto e interpretato un passo del libro. Sono infatti tanti i personaggi di fantasia e reali nella storia pubblicata dalla Ventura Edizioni, vista e vissuta da una Francesca bambina, Chicca, che catapultano il lettore in una avventura veloce e tenerissima, in un mondo fantastico creato dalla mente fervida di colei che da grande sarebbe diventata un’attrice famosa. I possibili “mostri” da ricercare nei figli dei vicini, nei compagni di scuola, negli avventori di un “Vini e olii” di cui Roma era ricca diversi anni fa, oppure negli animali disegnati nei libri di favole che, chissà, di notte forse uscivano dalle pagine e camminavano in coppia per casa. Due presenze da cui difendersi ma che, a loro volta, dovevano preoccuparsi delle indagini di quella bambina determinata, detective insieme ai suoi amichetti. “Si, questo racconto parla di quelle che erano le mie paure” – dice Francesca – “ma anche e soprattutto del mio papà. Anche della mia mamma, ma lei era quella più sbrigativa, mentre lui cercava di farmi volare con la fantasia, inducendomi a concentrarmi sui rumori benevoli della notte per combattere quei passi che ero convinta di sentire. Un papà che ha stimolato molto la mia fantasia. A lui devo molto e devo anche questo libricino che non pensavo di pubblicare, ma poi la mia amica della casa editrice Ventura, di Senigallia, mi ha convinto a farlo.” Francesca, che oltre al canto ha sempre coltivato la passione per la scrittura (è anche una valida autrice teatrale), ci confessa anche che “probabilmente, a breve, uscirà un mio vero e proprio romanzo”.

Nel frattempo, regaliamoci questa gradevole lettura, un piccolo viaggio in un mondo infantile colmo di stimoli fantasiosi, adatto a tutte le età.

Paolo Leone

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati