Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

“The Deep Blue Sea”. Luca Zingaretti, profondo conoscitore dell’opera di Rattigan con la sua accorta regia scava minuziosamente dentro ogni battuta ed entra nell’anima del potere passionale dell’amore

Data:

In scena al Teatro Della Corte di Genova dal 19 al 23 febbraio 2020

Il capolavoro di Terence Rattigan The Deep Blue Sea, diretto da Luca Zingaretti è un’opera colma di inquietudine e passionalità che si svolge nel corso di una sola giornata nell’Inghilterra del dopoguerra. Una storia che entra dentro l’anima delle donne e mette in risalto la loro grande capacità di donarsi anche a prezzo di tante rinunce quando entrano nel vortice della passione.  La trama di Terence Rattigan si snoda attraverso la vita e le emozioni di Hester Collyer Page una donna pronta a sacrificare sé stessa per l’amore del suo uomo e di conseguenza purtroppo subirne anche le delusioni che inesorabilmente si nascondono dentro le pieghe della felicità. La scena si svolge in una caratteristica abitazione degli anni ’50 abilmente riprodotta fin nei minimi particolari. Nella quale gli attori vivono le loro vicende, prima in modo cheto per poi esplodere tragicamente nei momenti più esplicativi. La rappresentazione emotiva giunge al suo apice quando la storia tra i due giunge al capolinea, ma la tragica emotività esige dal testo solo questo: il tragico epilogo. Ma l’amore vero non è alimentato dal dolore e quindi non è giusto soffrire a causa della persona amata. Ma allora perché questo succede? Perché ci si limita ad amare le persone che non ci meritano allontanando la razionalità e vivendo il tutto in modo drammatico? Questi interrogativi sono il fulcro dello spettacolo.   È giusto soffrire per amore? A questa domanda molti hanno cercato di dare una risposta, altri hanno provato ad azzardare una qualche giustificazione.
Spesso ci si limita ad amare accettando le conseguenze senza andare troppo alla ricerca dei perché. Ed è esattamente questo quello che racconta Rattigan.  Luca Zingaretti, profondo conoscitore dell’opera con la sua accorta regia scava minuziosamente dentro ogni battuta ed oltre ad una fedele messa in scena entra nell’anima del potere passionale dell’amore. Sentimento rappresentato da un valente cast attoriale dove giganteggia una Luisa Ranieri che con una grazia innata personifica l’amore di una donna con il cuore spezzato: una donna innamorata ma che trasforma in forza le sue debolezze.  Lo spettacolo è una crudele cronaca di quello che si nasconde dentro la vita di coppia. La parte peggiore dell’amore malato, quella che ne alimenta egoismo e la crudele irrazionalità. Irrazionalità in grado di far accendere la passione tra due persone ma anche ad arrivare al punto da ucciderli a vicenda. Ma in questa trama, avvincente specchio della realtà, non esiste una demarcazione tra il bene e il male, tra il torto e la ragione: perché nessuno di noi è in grado di stabilire in che modo si può vivere un sentimento complesso come l’amore.

Giuliano Angeletti

 

 

The Deep Blue Sea
Zocotoco srl,
Teatro di Roma
Teatro Nazionale,
Fondazione Teatro della Toscana
Regista:
Luca Zingaretti
Autore:
Terence Rattigan
Protagonista:
Luisa Ranieri, Maddalena Amorini,
 Giovanni Anzaldo, Alessia Giuliani,
Flavio Furno, Aldo Ottobrino, Luciano Scarpa
Durata:
105 minuti
Numero atti: 1
Anno di produzione: 2018

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Giada Masatto… sempre più protagonista

Affascinante, elegante, seguitissima e…  sempre più protagonista. Dai social...

Ennio Bencini. Maestro d’Arte e di Spiritualità

Parlando della mostra "Tabernacoli", avvenuta a Cortona al Circolo...

Emma Dalla Benetta, una stagione in tv per raccontare il Vicenza

Modella, fotomodella, ambassador e, per una stagione intera, co-conduttrice...