Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

DANILA COLOMBO, IL PIACERE DI SCOPRIRSI BELLA

Data:

Questa è la storia di una donna tanto professionale quanto sensuale, di una splendida 45enne che alla faccia dell’età e del pregiudizio ha deciso di buttarsi nel mondo della fotografia e del cinema, sognando in grande e puntando in alto. D’altronde, l’arte le scorre nel sangue fin da quando – da giovanissima – si iscrisse alle prime Agenzie e salì in passerella per i concorsi di bellezza. Poi, come spesso accade nella vita, vicende e vicissitudini l’hanno portata lontana dalle luci dei riflettori e l’hanno avvicinata a quelle della famiglia, del lavoro, degli affetti più cari. Eppure, dentro di lei, una miccia evidentemente non si era mai sopita ed ora è pronta ad esplodere più che mai. Danila Colombo, bergamasca doc, ha tutta l’intenzione di recuperare il tempo perduto. In pentola bollono degli scatti pronti ad essere protagonisti in una mostra fotografica e una sua partecipazione ad un lungometraggio. In più, i fotografi stanno iniziano a far la fila pur di fotografare il suo corpo, un autentico concentrato di sensualità e femminilità, coperto da 13 tatuaggi e arricchito da 6 piercing, non tutti intuibili a prima vista. Ma il bello, come sempre, per essere scoperto deve essere osservato con attenzione. Eppure, a far la differenza c’è anche una buona dose di umiltà, simpatia contagiosa e la voglia di essere perennemente col sorriso sulle labbra. La malizia va di pari passo, più bella ancora perché le viene semplice e naturale. Fortuna ha voluto che Danila e la fotografia si reincontrassero. “Mi sono riavvicinata a questo mondo tre anni fa, quando un fotografo mi chiese di posare con lui, anche con una certa insistenza. Dopo un po’ ho accettato e da lì tutto è iniziato” racconta sorridendo, come sempre alle prese con mille faccende affaccendata, indosso un vestitino verde che non sfugge agli occhi dei maschietti. Avere gli occhi addosso le piace, ma non deve accadere ad ogni costo. Eleganza in primis, il resto viene dopo.

Riavvolgiamo il nastro: chi è Danila Colombo?

Ho 45 anni… ops, non dovevo dirlo? Abito in Provincia di Bergamo e sono una quality manager nel settore automotive e una libera professionista nel campo del benessere. Mi sono buttata anche nello spettacolo, eseguo servizi fotografici e ho in progetto un ruolo come attrice in un film che si girerà a ottobre; non solo: con orgoglio, ho girato delle parti in alcuni cortometraggi in fase di conclusione a causa Covid. Diciamo che sono entrata in punta di piedi, ma mi si sono spalancate numerose porte che mi vedranno valutare progetti su Milano, Roma e Genova. Non solo, sto aspettando di scattare anche per un servizio fotografico per una galleria d’arte fotografica.

Come nasce questo tuo rapporto speciale con la fotografia?

E’ iniziato tutto per gioco, a causa dell’insistenza di un fotografo che voleva immortalarmi con la sua macchina fotografica. Da allora è stato tutto un susseguirsi di shooting, di collaborazioni con registi… un lungo percorso per comprendere che mi piacerebbe intraprendere a pieno ritmo questo mondo!

Cosa ti ha dato la fotografia?

Tanto, ma un elemento voglio anticiparlo: l’autostima. La fotografia continua a regalarmi una considerazione maggiore di me stessa, io purtroppo non mi sono mai voluta bene né apprezzata, sono sempre stata molto critica del mio aspetto. Invece, il mondo è cambiato. Ho imparato a piacermi e a non vedermi brutta come mi sono sempre vista. Ho imparato ad amarmi. E poi, altro elemento fondamentale: ho capito che voglio migliorare sempre, dando il meglio di me stessa in ogni situazione.

Merito, anche, di una selezione accurata dei professionisti con cui hai condiviso il piacere di essere immortalata…

Seleziono con molta parsimonia, su questo non c’è alcun dubbio. Al tempo stesso, amo le sfide, mi piace mettermi in gioco, non mi tiro indietro una volta che ho scelto di vivere quell’avventura. Sono molto determinata e ogni momento lo vivo con entusiasmo, come un qualcosa che mi fa crescere. Mi piace anche l’idea di poter scegliere a chi concedere la mia immagine, valutando tutto con serietà… ma anche con quel pizzico di follia che mi caratterizza da sempre!

Il tuo curriculum si sta anche allungando a vista d’occhio…

E non mi sono fermata nemmeno nel periodo del Coronavirus! Anzi, ho raccontato la mia storia di donna-fotomodella nel periodo dell’emergenza sanitaria, troverete la mia storia nel libro di prossima pubblicazione “Cinquanta sfumature di lock-down”. Lì, in forma romanzata, viene descritto il mio vissuto fatto di emozioni, di paure, di pensieri ma soprattutto di crescita in solitudine con me stessa. Per il resto molto bolle in pentola, ma per scaramanzia e per riservatezza per il momento tengo tutto per me. Invece, voglio citare Stefano Gaggero della Global Events Group Liguria Moda, per aver creduto in me e avermi attribuito un ruolo di attrice nel film “Il Parco del Pregiudizio”. Un grazie speciale anche a Francesco Lo Bianco con cui ho in cantiere un progetto davvero entusiasmante che spero di realizzare il prima possibile…

Dalla fotografia al cinema… come ti aspetti il mondo dello spettacolo?

Penso sia un mondo come gli altri dal punto di vista lavorativo: professionalità che fa da contraltare a semplice arrivismo e proposte di compromessi. Sia chiaro: non fa parte di me accettare scorciatoie, soprattutto quando di mezzo c’è il mio corpo e la mia intimità. Sono una donna da rispettare, il viscido lo lascio fuori. La scelta però dipende semplicemente da noi donne, dalla fatica che vogliamo fare per raggiungere un obiettivo e dal senso di rispetto verso se stesse…

Eppure, la tua apparenza non passa inosservata.

Ma non sono una Donna esibizionista: semplicemente, amo i vestiti e gli accessori e potrei aprire un negozio per tutto quel che possiedo… d’altronde mia mamma proviene dal mondo della moda, non posso farci nulla! Inoltre, mi piace stare al passo con la moda, abbinandola però al mio gusto, al mio stato d’animo, al contesto. Per intenderci: niente tacchi in ufficio perché non è né opportuno né è il luogo esatto. Sono molto camaleontica, passo da un tacco 12 alle scarpe da ginnastica con estrema semplicità, sono molto selvaggia nel mio mood quotidiano. Meno vestiti ho e più sono felice. Inutile dire che l’estate è la mia stagione preferita, vivo perennemente in casa con costume e comodità al massimo. Mi rendo conto che spesso vengo fraintesa, mi credono la donna che vuole mettersi in mostra… quando mi si conosce, si capisce la mia semplicità e la mia umiltà.

Anche sui social catturi sguardi… e followers.

È un mondo che mi piace, dove è bello condividere scatti dei miei servizi fotografici senza concedere troppo spazio alla mia vita privata. Anche se dalle foto potrebbe non sembrare… adoro le piccole cose, le emozioni semplici ma vere. Su Instagram e Facebook voglio raccontare la mia trasparenza, farmi vedere per come sono con pregi e difetti. Purtroppo le persone nel giudicare si fermano all’apparenza, io invece adoro la sincerità e il rispetto. Sono due pilastri che stanno alla base di qualunque rapporto. Non sopporto chi vuol solo giudicare, chi deve emettere sentenze.

A proposito di sentenze: una cosa sembra certa… Danila Colombo la vedremo ancora a far foto e girare film…

Proprio così, non c’è dubbio. La fotografia mi ha dato molta considerazione in me stessa, mi ha permesso di estrarre la sensualità che credevo di non avere e che con la fotografia è fuoriuscita in maniera inaspettata, naturale senza quasi rendermene conto.

Che cosa fa la differenza?

La sensualità è una cosa innata: o ce l’hai, o non te la puoi creare. Io sento di avrla, e questo è lo sprone per andare avanti. Non mi pesa lavorare nei weekend, star sveglia fino a tardi la sera: adoro quello che faccio. In più, fotografi e registi mi cercano… mi sento al centro di progetti importanti e finché il mio aspetto e il mio fisico me lo permetterà continuerò a fare questo. Ho voglia di imparare, migliorarmi. Ma per ora voglio anche vivere con positività e godermi tutto ciò che la vita mi concede.

Allora guardiamo al futuro… cosa ti immagini.

Progetti ce ne sono, ma come detto… top secret! Per il resto vivo la vita, vivo il momento… e mi costruisco il futuro passando dai tasselli del presente.

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL
Instagram: @colombo.danila

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Le ragazze” con Francesca Fialdini stasera in prima serata su Rai3

Stasera cinque protagoniste incredibili: dall'attrice OTTAVIA PICCOLO alla fotografa...

Digital love – dall’amore romantico all’amore digitale dal 5 giugno ru Raiplay

Per la serie Rai Play “Touch – Impronta Digitale”, curata...

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS, Il ROCK MINIMALISTA DI “E’ GIA’ DOMANI  ORA...

Martedì 19 luglio torna #RESTARTLIVEFEST- Il meglio dello spettacolo dal...

Chi insegna e chi impara?

Troppo spesso i verbi insegnare ed imparare vengono erroneamente...