Il sogno di van Gogh inaugura l’incredibile arena immersiva dell’EmotionHall

L’EmotionHall – Immersive Experience Arena è situata all’interno del Tiare Shopping di Villesse, in provincia di Gorizia, l’immensa nave da crociera posta sulla terraferma e aperta da mattina a sera.
Nei mesi in cui il mondo della cultura è stato costretto a rallentare fino a fermarsi, il team di gestione dell’azienda, assieme a professionisti del territorio, ha realizzato uno spazio museale innovativo nel Meeting Place, diretto da Giuliana Boiano, e posto al secondo piano dell’edificio: “la prima arena immersiva permanente d’italia, modulare e interattiva, dedicata ad arte, cultura e intrattenimento con spazi ‘contenitore’ allestibili per mostre, eventi musicali, corsi e stage di danza e recitazione, eventi enogastronomici…”
Efficace ed evocativo il logo: due parentesi, poste orizzontalmente, racchiudono una linea a simboleggiare le palpebre di un occhio stilizzato, primo canale di accesso a universi capaci di legare insieme corpo, mente ed emozioni da vivere, in modo dinamico, in uno spazio aperto a tutti.

La magia che si cela dietro un’espressione artistica, degna di questo nome, può forse essere definita come la capacità di rendere accessibile a molti la complessità.
Quanto maggiore è il numero di livelli di comprensione da essa generati, quanto più articolata questa multiforme vastità, tanto più ampio sarà nel tempo l’apprezzamento dei suoi fruitori.
Per godere di un’opera d’arte non è necessario aver compiuto studi approfonditi, né conoscere a menadito quanto è noto su un autore, un’epoca o una scuola di pensiero; basta porsi in ascolto e lasciarsi catturare da quello che l’opera stessa ci offre.
La mente si alleerà con le emozioni e il corpo proverà una sensazione di benessere, o sarà scosso da una tensione liberatoria o, semplicemente, sentirà il bisogno di muoversi, di accompagnare con i propri movimenti il ritmo percepito, anche quando non si tratta di musica.
Visitare “Van Gogh. Il Sogno – Immersive Art Experience”, presentata alla stampa in attesa che le misure anti Covid-19 diano al pubblico la possibilità di accedervi, riesce a dare tutto questo e non solo.
L’incredibile sistema audio-video, progettato appositamente per l’EmotionHall da 4DODO è già di per sé una realizzazione artistica, capace di dar vita a un dialogo benefico tra la tecnologia più innovativa e la performance in programma, e si è dimostrata particolarmente efficace in questa prima prova: la narrazione della vita e delle opere di Vincent van Gogh.
Stefano Fake, artista contemporaneo, e Nicola Bustreo, Direttore Artistico di EmotionHall, in una magistrale e attenta interpretazione, hanno composto un racconto poetico di rara potenza accostando, alla visione dei dipinti, l’ascolto di brani tratti delle lettere di Vincent al fratello Theo (lette dall’attore Maurizio Lombardi) e di pagine immortali e molto note di musica barocca e romantica.
Immersi in un mondo virtuale, rasserenati da piogge di girasoli o fortemente colpiti dagli ultimi momenti della vita dell’artista, accompagnati dalla musica e dalle parole, dalle immagini di quadri e di fotografie dell’epoca, sorpresi dalle animazioni, dall’essere letteralmente avvolti nelle tante opere proiettate sulle pareti e sul pavimento, amplificate vertiginosamente dagli specchi posti lungo il perimetro della sala immersiva e nella straordinaria Mirror Room, si sentono esplodere le immagini e i ricordi personali: la visione di una mostra in tempi lontani, di un film o di uno spettacolo teatrale che di van Gogh raccontavano; la musica che in quel momento si ascolta rimanda ad altri ricordi, rendendo il tutto ancor più personale e istigando, con dolcezza, ad approfondire.
E ti vien voglia di leggere tutte le lettere che i due fratelli si scrissero, di riascoltare quella musica, di riguardare, con un’attenzione tutta diversa i quadri di un artista che fu un uomo mite e colto, esageratamente permeabile alle sofferenze degli ultimi, dotato di una spiritualità profonda espressa, con luminosa consapevolezza esistenziale e filosofica, nelle sue tele assieme a una lucidissima coscienza d’artista.
Uscendo dalla sala immersiva, pochi oggetti d’uso quotidiano, “riproduzioni concrete” di quelli presenti nei quadri, fanno da camera iperbarica per riportarci alla quotidianità, mentre un ologramma ci fa l’occhiolino quasi a ricordarci, con Lewis Carroll – il “padre” di Alice nel Paese delle Meraviglie – che, in fondo, il confine tra reale e virtuale è molto, ma molto, labile.

Paola Pini

VAN GOGH. IL SOGNO
Immersive Art Experience
di Stefano Fake e Nicola Bustreo
Progettazione di 4DODO
Voce di Maurizio Lombardi
Informazioni
Web: www.emotionhallarena.com
Facebook: emotionhallarena – Instagram: emotionhallarena – Hashtag: #vangoghilsogno
ORARI DI APERTURA E CANALI DI VENDITA
Alla data odierna la struttura è ancora in attesa di poter programmare la data di apertura e l’avvio della messa in vendita dei biglietti. Si rimanda al sito web per le indicazioni puntuali.
Nel frattempo, esclusivamente all’Infopoint Tiare Shopping, è possibile acquistare una Gift Card dedicata.
Infopoint Tiare Shopping
1° piano
Località Maranuz 2, 34070 Villesse (Gorizia)
Vivaticket
www.vivaticket.com
PRENOTAZIONE
È vivamente consigliata la prenotazione per la migliore gestione degli ingressi in mostra.
BIGLIETTI
Intero: € 14,00
Ridotto: € 12,00 (Possessori IKEA Family Card; Studenti maggiorenni e universitari fino a 26 anni con tessera di riconoscimento; Over 65; Accompagnatori di persone con disabilità)
Ridotto bambini/ragazzi (6 – 17 anni) e persone con disabilità: € 8,00
Gruppi (a partire da 8 persone): € 10,00
Gruppi Scolastici: € 6,00
Diritto di prenotazione: € 2,00 a biglietto
Gratuito: Giornalisti con tesserino di riconoscimento; bambini fino a 5 anni
L’EmotionHall - Immersive Experience Arena è situata all’interno del Tiare Shopping di Villesse, in provincia di Gorizia, l’immensa nave da crociera posta sulla terraferma e aperta da mattina a sera. Nei mesi in cui il mondo della cultura è stato costretto a rallentare fino a fermarsi, il team di gestione dell’azienda, assieme a professionisti del territorio, ha realizzato uno spazio museale innovativo nel Meeting Place, diretto da Giuliana Boiano, e posto al secondo piano dell’edificio: “la prima arena immersiva permanente d’italia, modulare e interattiva, dedicata ad arte, cultura e intrattenimento con spazi ‘contenitore’ allestibili per mostre, eventi musicali, corsi e…

0

User Rating: Be the first one !
0 Condivisioni

<h2>Leave a Comment</h2>