Assonanze: il racconto di un disco – 12. Fat Albert Rotunda, Herbie Hancock, 1969

Il disco si compone di sette pezzi: Wiggle-Waggle, Fat Mama, Tell Me A Bedtime Story, Oh! Oh! Here He Comes, Jessica, Fat Albert Rotunda, Lil’ Brother.
Loro sono: Herbie Hancock (Producer, Composer, Keyboards), Herbie Hancock (Synthesizers, Piano), Albert “Tootie” Heath (Drums), Bernard Purdie (Drums), Garnett Brown (Trombone), Benny Powell (Trombone), Johnny Coles (Flugelhorn, Trumpet), Joe Henderson (Tenor Saxophone, Alto Flue), Eric Gale (Guitar), Billy Butler (Guitar), Joe Farrell (Saxophone), Joe Newman (Trumpet), Jerry Jermott (Electric Bass), Ernie Royal (Trumpet), Arthur “Babe” Clarke (Baritone Saxophone), George Devens (Percussion) e Rudy Van Gelder (Engineer), nel cui storico studio è stata conseguita la pienezza del lavoro discografico.
È facile che lui, Herbie Hancock, sia più che altro ricordato per Cantaloupe Island, la cui cover degli Us3, Cantaloop, ha fatto un gran bel giro del mondo andata e ritorno in men che non si dica; ma lui, Herbie Hancock, è stato il tastierista di Miles Davis nelle formazioni successive a Kind of Blue, e posteriori alla valanga di roba registrata per la Prestige – il secondo quintetto si dice – e lui, Herbie Hancock, chiaramente con Chick Corea molte volte, è il tastierista di Miles Davis su tra l’altro In A Silent Way, ed è in pratica uno dei messaggeri più significativi della jazz fusion, del periodo elettrico di Miles Davis, tanto che la sua carriera solista da band leader comincia presto con alcuni elementi di Miles Davis, e comincia col botto, con Watermelon Man sul disco d’esordio, e già alla quarta uscita e proprio con Cantaloupe Island, su Empyrean Isles del 1964, e darà moltissimo a Miles Davis – in pratica dopo Bill Evans, con Miles Davis, alle tastiere, e sottolineiamo alle tastiere e non solo al piano per differenziare bene i due periodi compositivi di Miles Davis, ci sono lui, Herbie Hancock, e Chick Corea – bene…Fat Albert Rotunda dicevamo….
Fat Albert Rotunda è un disco molto ritmato. Nelle intenzioni del compositore, il ritmo comincia dalle sillabe dei titoli, addirittura, e si protrae all’interno dei brani musicali in splendida soluzione di continuità, in un fenomenale continuum strutturale.
Fat Albert è un personaggio dell’animazione americana. Fa il suo esordio nel quinto album di Bill Cosby dal titolo Revenge e si materializza nel 69 in una sorta di edizione speciale per l’animazione, e i comedy album tipo quelli di Bill Cosby compongono praticamente la metà del sostrato creativo di Frank Zappa – l’altra metà è la free form, e in più c’è un audio e una chitarra, ma degli strumentali per dirla tutta, davvero fenomenali.
Di fatto Herbie Hancock compone e concepisce questo suo disco proprio per Bill Cosby e per il suo personaggio (Albertone, da noi in Italia); e le impostazioni e i registri e i toni, richiamano in tutto e per tutto la strada e l’andamento molleggiato tipico – ed è questa un’iconografia e un’ispirazione che finirà su On The Corner di Miles Davis.
Fat Albert Rotunda non è un disco supersonico. È tutto suonato molto bene e alla stragrandissima, ma non ci sono virtuosismi che staccano dal gruppone strumentale complessivo, ed è anzi il gruppone, il gruppo, l’amalgama e il dialogo tra gli strumenti, è l’elemento che emerge con forza all’ascolto: Fat Albert Rotunda è quindi un disco compatto, molto ben compattato, un disco di composizione, più che altro, più che di esecuzione – è solo il 1969, ma siamo già in pieni anni settanta.
L’ebrezza complessiva che trasmette il lavoro di Herbie Hancock ci trasporta direttamente sulle strade di una cultura che sarà consacrata molto in là col tempo con l’hip hop. Ma questo è solo funky. È inverosimile, ma siamo appena al 1969.

Ox4d

Info&fonti: wikipedia, herbiehancock.com, bluenote.com
Il disco si compone di sette pezzi: Wiggle-Waggle, Fat Mama, Tell Me A Bedtime Story, Oh! Oh! Here He Comes, Jessica, Fat Albert Rotunda, Lil' Brother. Loro sono: Herbie Hancock (Producer, Composer, Keyboards), Herbie Hancock (Synthesizers, Piano), Albert "Tootie" Heath (Drums), Bernard Purdie (Drums), Garnett Brown (Trombone), Benny Powell (Trombone), Johnny Coles (Flugelhorn, Trumpet), Joe Henderson (Tenor Saxophone, Alto Flue), Eric Gale (Guitar), Billy Butler (Guitar), Joe Farrell (Saxophone), Joe Newman (Trumpet), Jerry Jermott (Electric Bass), Ernie Royal (Trumpet), Arthur "Babe" Clarke (Baritone Saxophone), George Devens (Percussion) e Rudy Van Gelder (Engineer), nel cui storico studio è stata conseguita la…

0

User Rating: 5 ( 1 votes)
0 Condivisioni

<h2>Leave a Comment</h2>