Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

“Una notte di Salomè”. Due donne e quella luna…

Data:

Roma, Teatro Lo Spazio, dall’11 al 14 gennaio 2024

Una notte surreale, sospesa nel tempo, in una bolla quasi onirica al punto da chiedersi se quello che sta accadendo sia vero o frutto di fantasia, è quella a cui danno vita i tre personaggi in “Una notte di Salomè”. Lo spettacolo, scritto da Emanuele Vacchetto, interpretato da Beatrice Gattai, Noemi Sferlazza e con Lorenzo Carducci, diretto da Riccardo D’Alessandro, ha debuttato l’11 gennaio al Teatro Lo Spazio. Ambientato in un bar e in questo caso proprio nel bar del delizioso teatro romano, il testo pone a confronto due donne molto diverse. Una, la barista, dimessa e arrabbiata, l’altra, la cliente che irrompe nel locale che sta chiudendo nel cuore della notte, sfrontata ed elegante. Quando la titolare si rende conto che quella donna è una famosa attrice di teatro che lei adora, scattano complicità e confessioni reciproche, sempre più intime. Due donne alle prese con le proprie delusioni, frustrazioni, sogni infranti, nonostante le classi sociali così distanti. C’è qualcosa di torbido nelle loro rabbie represse che durante quella notte piovosa, fino all’irrompere delle prime luci dell’alba, richiama la bramosia di Salomè, appunto, e la sua perversa vendetta al cospetto del Re Erode Antipa e del profeta Iokanaan.

E’ ricco di richiami alla celebre Salomè di Oscar Wilde questo testo di Vacchetto e le due attrici in scena (ma anche l’attore che “dorme” tra i fumi dell’alcool), così diverse tra loro nei rispettivi personaggi, riescono a ben rappresentare le terribili solitudini di cui sono vittime, come ogni singolo personaggio dell’opera del poeta e drammaturgo irlandese. Difficoltà del vivere quotidiano, difficoltà nelle loro vite matrimoniali, desiderio di rivalsa. Ma tutto sembra sospeso, farraginoso, sotto l’influsso soprannaturale di quella luna che anche in questo spettacolo esprime la sua fascinazione sulle protagoniste. Il risveglio da quella sorta di incanto si avrà solo all’alba e sarà rivelatore. Lo spettacolo ha un buon ritmo, personalmente alcune scelte registiche mi lasciano perplesso, ma nell’insieme è godibile. In scena fino al 14 gennaio.

Paolo Leone

Produzione Orizzonti Artistici MMT presenta:
Una notte di Salomè, di Emanuele Vacchetto. Con Beatrice Gattai e Noemi Sferlazza. E con Lorenzo Carducci. Regia di Riccardo D’Alessandro. Assistenti alla regia Aurora Cataldi, Lorenzo Carducci. Scene e costumi Nicola Civinini. Grafiche Alex Torcolacci.
Si ringrazia l’ufficio stampa del Teatro Lo Spazio nella persona di Maresa Palmacci

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Play Time – Tempo di divertimento (Playtime)

FRANCIA  1967  118'  COLORE REGIA: JACQUES TATI INTERPRETI: JACQUES TATI, BARBARA...

Con un elettrizzante finale il TRASTEVERE riprende un coriaceo FLAMINIA e lo piega su...

Scosso dal pericolo di vedersi ridimensionato dalla seconda sconfitta...

DJ Cesar Arellano junto MICRO TDH

La pandemia no detiene al gran DJ César Arellano,...