Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

É uscito il nuovo singolo di Colombo, dal titolo “Libido”

Data:

 

É uscito venerdì 31 maggio 2024 su tutte le piattaforme digitali (in distribuzione Believe Music Italy) il nuovo singolo di Colombo, dal titolo “Libido” – un brano di cantautorato che vanta un’ispirazione da riferimenti internazionali, da Jeff Buckley a James Blake, e che si impone nella scena musicale underground come qualcosa di totalmente nuovo.

Libido” segue il precedente “Uomini forti“, che ci conforma la volontà scomoda dell’alter ego musicale di  cantautore e pianista Alberto Travanini, del voler raccontare le fragilità, spesso nascoste, dell’universo maschile. Se “Uomini forti” raccontava la fatica del dover essere sempre forte (… del dover avere più successo degli altri, più muscoli, fare più soldi e più sesso), questo brano nasce ancora una volta da un episodio autobiografico: un amico che ha problemi sessuali nella propria coppia, e lo stupore nell’altro nel rendersi conto che tra amici, amici maschi, non si parli spesso di tematiche del genere.

Chiunque ha diritto a coltivare la propria fantasia e il rapporto con sé stesso; ma cosa succede se quella zona di autonomia rimane l’unica in cui ci si riesce ad esprimere? Se non si riesce a comunicare i propri bisogno a chi abbiamo davanti, per una notte o per tutta la vita? 

Noi lo abbiamo intervistato, a proposito di chiacchiere tra uomini a proposito di sesso e “Libido”.

Come mai hai sentito l’esigenza di raccontare in questi nuovi singoli delle problematiche maschili, di cui forse non avevamo ancora sentito parlare in altri brani? Hai qualche esempio?

Non è una scelta a tavolino, è venuto naturale perché sono temi su cui ho riflettuto tanto negli ultimi due anni. In realtà è stato a posteriori, riascoltando le varie bozze, che mi sono reso conto di questo fil rouge tra i vari brani.

Ti senti più messo a nudo, o più tu, in questi pezzi? Quali parti di te e della tua storia hai raccontato in “Uomini forti” e in “Libido” che non avevi ancora raccontato prima?

Non mi ero mai esposto su questi temi, quindi sì, mi sento un po’ messo a nudo. In “Uomini forti” ho parlato del peso delle aspettative sul crescere come uomo; in “Libido” del fatto che l’intimità maschile possa essere molto diversa da come ce lo si immagina. Credo che sia importante, se vogliamo sorpassare i ruoli e gli stereotipi di genere, che anche gli uomini facciano la loro parte, raccontandosi in modo sincero.

E famiglia e amici hanno capito sin da subito questa esposizione?

Credo di sì: la cosa che mi fa molto piacere è ricevere messaggi di altri ragazzi che si sentono, o si sono sentiti, nello stesso modo. La cosa è successa sia da parte di amici che di completi sconosciuti, e per me ovviamente è una piccola soddisfazione.

Entrambi questi brani partono da due conversazioni che hai avuto con due amici. Ti sei poi confrontato con loro in fase di composizione, oppure sai se hanno avuto modo di ascoltare i tuoi pezzi?

So che li hanno ascoltati, ma non so se sanno di farne parte, e io non ho intenzione di dargli questa consapevolezza (e questo peso). Però so che sono piaciute a entrambi!

Ci sarà un terzo singolo su questa scia?

Sì, arriveranno altre cose sempre su questa strada, e presto!

Morgana Grancia

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati