Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

Roberta Dehò al Kappa Futur Festival

Data:

 

Era da un po’ che non sentivamo Roberta Dehò, influencer, talent/content creator. Roberta ci ricorda i suoi trascorsi, fino ad arrivare a parlarci della sua ultima esperienza molto importante, quella al Kappa Futur Festival, l’evento più importante a livello nazionale di musica elettronica che si tiene in Italia.

Ciao Roberta, è da tanto che non ci sentiamo, quindi ti chiedo di ricordare ai nostri lettori di cosa ti occupi.

Ho iniziato nel 2019 a cercare di farmi strada sui social iniziando come fotomodella e collaborando nel modo fitness. All’epoca della mia prima intervista avevo a malapena 29 mila follower, quindi definita dalle aziende “MICRO INFLUENCER”. Nel 2021, dopo la pandemia e la perdita di mio padre, arriva il cambiamento inaspettato nella mia vita.

Quell’estate vado in Liguria per fare una collaborazione con Jet_sky_service, servizio di noleggio barche. Lì conosco uno dei due soci: Andrea, torinese, ma quei giorni per casualità a Loano.

Posso dirlo? È stato per me un colpo di fulmine… m’è piaciuto subito, perché a differenza degli altri era rimasto nel suo, riservato, gentile e umile. Da qui è davvero cambiato tutto. Decidiamo di iniziare a frequentarci, e da qui inizio a stare sempre più spesso a Torino e a collaborare con molti ristoranti, una delle mie passioni, in quanto il mio lavoro è passione misto a professione e non faccio mai nulla che non mi piace o non è nelle mie corde, ma cerco di unire sempre il piacere al lavoro, che è il giusto compromesso per ottenere buoni risultati. Il cibo insieme ai viaggi e al fashion sono i tre settori focus del mio profilo social.

Torino da città a me sconosciuta, in quanto non c’ero mai stata prima, mi apre diverse opportunità lavorative.

Inizio a collaborare con diversi ristoranti, ad oggi in totale ne conto più di 70, classificandomi, sulla prima piattaforma che nasce in Italia per INFLUENCER e CONTENT CREATOR, al 74esimo posto (Cito Miscusi, una catena molto famosa con cui collaboro da più di un anno, ma anche ristoranti storici come Platti e Gerla).

Nel mentre comincio anche a farmi conoscere maggiormente in ambito beauty, dove sono stata l’unica Influencer per l’evento LIVELY MILANO per il 70° esimo compleanno in collaborazione con Arval Cosmetici. Anche qui raggiungo un ottimo posizionamento in ambito beauty, mi classifico al 102° esimo posto su scala nazionale.

Successivamente mi viene proposto un evento importante nel pavese: la campagna marketing del centro Commerciale Montebello della Battaglia per il BLACK FRIDAY con 20 negozi aderenti a questa iniziativa da sponsorizzare da sola in autonomia, e per me è stato un altro bel traguardo.

Da qui poi ho iniziato a collaborare non solo su Pavia e Milano in ambito “eventi”, ma arriva riscontro positivo anche da Torino con due importanti organizzazioni che fanno (Somewhere Tour e Club del Silencio), per poi arrivare a quest’ultima esperienza fatta il 5 luglio di quest’anno.

Ultimamente sei stata scelta per il prestigioso Kappa Futur Festival, l’evento più importante di musica elettronica che si svolge in Italia, in qualità di talent/content creator. Puoi parlarmi di questa esperienza?

Sì, ho partecipato al Kappa Futur Festival, l’evento più importante a livello nazionale di musica elettronica che si tiene qui in Italia a Torino, come ospite di José Cuervo, il tequila più venduto al mondo. Essere scelta come talent per un evento così importante me è stato un vero onore; nonché piacere.

Era la mia prima volta al Kappa Futur Festival, con più di 100.000 persone provenienti da 118 nazioni. Un evento inclusivo, dove le persone si possono sentire libere di essere ciò che sono nel vestirsi e nell’animo senza essere giudicate.

Una cosa che mi è piaciuta, in quanto tante e troppe volte il lavoro del content creator / influencer non è ancora visto come un vero lavoro in Italia, è stato potersi esprimere liberamente, grazie alla musica che ha da sempre un potere straordinario, quello di abbattere barriere linguistiche e culturali, unire popoli e nazioni, e creare un senso di inclusività e appartenenza.

Ringrazio Torino, che come sempre è una città che offre molto ai cittadini Torinesi e non solo.  La dimostrazione l’ha data anche questa volta, gestendo un evento così importante in maniera impeccabile sia strutturalmente che a livello organizzativo, per i mezzi messi a disposizione, la sicurezza e tutto il lavoro che c è stato nel dietro le quinte, di cui si parla sempre troppo poco.

Mille volte grazie a Torino e a José Cuervo per avermi invitato all’ evento.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati