CLI. Rimparare a camminare nel nome della musica

Data:

Nonostante la giovane età, CLI si è già esibita in importanti palcoscenici nazionali e internazionali. Arriva al suo singolo “Tacco Punta” attraverso un’esperienza di vita particolare, che le ha permesso di conoscere l’artista Simona Atzori, che ha acconsentito ad apparire nel video del brano. Ascoltiamo l’intervistata.

Ciao, innanzitutto vorresti dire ai nostri lettori chi sei brevemente e da dove nasce lo pseudonimo CLI?

Ciao! Cli è il soprannome con cui mia sorella mi chiama da quando sono piccola e di conseguenza i miei amici e parenti mi chiamano così… è stato naturale per me sceglierlo come nome anche per la musica ed i miei progetti!

Il tuo lavoro ti ha permesso di viaggiare e già di esibirti in importanti palcoscenici non solo nel nostro Paese…

La musica e la vita mi hanno regalato esperienze, incontri che mai mi sarei aspettata, grazie ai quali sono stata in India (dove dal 2008 seguo con un gruppo di amici un progetto educativo musicale in un centro per bimbi orfani ed abbandonati), in Spagna, Ungheria, Germania… e ho collaborato con una cantautrice brasiliana. Condividere e comunicare sono il motore del mio fare musica e fortunatamente in questi anni siamo facilitati a farlo.

immÈ appena uscito il tuo singolo “Tacco Punta”. Di cosa si tratta? Quali sono i temi esposti nel brano?

Tacco-Punta” nasce da un’esperienza per me molto forte: qualche tempo fa mi sono rotta un ginocchio ed ho dovuto letteralmente re-imparare a camminare. Il mio fisioterapista mi ripeteva sempre “tacco-punta, tacco-punta” e ricordo, come fosse adesso, l’emozione incredibile e la gioia dei primi passi senza stampelle. Come spesso mi succede, da una esperienza particolare che vivo nasce una canzone! “Tacco-Punta” per me è un inno ai piccoli passi, a quelli meno visibili esteriormente ma proprio per questo più importanti, ai nuovi inizi che segnano nuovi percorsi, alla vita che quotidianamente ci sorprende, alle nuove avventure nelle quali ci buttiamo nonostante i nostri limiti o le nostre paure, allo slancio che troviamo dentro anche quando pensiamo di non avere la forza per farcela, a quei momenti nei quali anche “mezza bocca basta per sorridere”.

Nel video che accompagna il brano vi è la comparsa di Simona Atzori. Come è nato il vostro connubio?

La collaborazione con Simona è nata da uno di quei tanti incontri meravigliosi che non mi sarei mai aspettata, avvenuti grazie alla musica e alla vita. Avevo da poco finito The Voice ed ero ospite di un festival, la serata prevedeva lo spettacolo di Simona. Era la prima volta che ci incontravamo. Sentendola parlare della sua esperienza e del suo secondo libro (“Dopo di te”) nella testa avevo quasi come una colonna sonora alle sue parole, “Tacco- Punta”. E’ stato un momento così forte che dopo un po’ di tempo ho deciso di farle sentire il pezzo e lei mi ha raccontato che stava scrivendo un nuovo libro, “La strada nuova” (uscito l’8 marzo 2018, Edizioni Giunti) che aveva moltissimi punti in comune con “Tacco-Punta”… è stato naturale, visto anche la persona straordinaria che è Simona, chiederle di essere protagonista del mio video.

E adesso? Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Finire il mio secondo disco e fare il tour questa estate. Per gli aggiornamenti potete seguirmi su tutti i miei social e youtube: mi trovate sempre come CLI chiara beltrame!

Stefano Duranti Poccetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Something (You don’t need). Il nuovo brano in bilico fra dream pop, synth pop...

Dopo l’elektronische musik di “Stati emozionali” e la psichedelia...

“Piovani dirige Piovani”: il Maestro celebrato al “Mix Festival”

Cortona Mix Festival, Cortona. Sabato 22 luglio 2017 Quello tra...

Il Fringe Festival a Torino raccontato da Daniele Giordano

IL DODO HA DECISO DI VOLARE!  Anche per questa edizione...

“VOLEVO NASCONDERMI”, UN’ESPLOSIONE DI CINEMA

Esce nello stesso anno di Favolacce, Volevo nascondermi di...