A tu per tu con la scrittrice Loredana Cicu

Loredana Cicu è una scrittrice con un ampio curriculum alle spalle. Ha ultimamente presentato il suo libro “La Rosa di Lesegannor” a Porto Rotondo, dove si è avvalsa della collaborazione con l’attore Vincenzo Bocciarelli.

 

Ciao Loredana, come è iniziata la tua passione per la scrittura?

Fin da piccola ho avuto questa passione; componevo poesie e racconti, ma li lasciavo nel cassetto.

Ultimamente hai presentato il tuo volume “La Rosa di Lesegannor” in Piazza San Marco a Porto Rotondo con Vincenzo Bocciarelli. Soddisfatta dell’evento?

L’evento realizzato il 18 agosto, con la preziosa collaborazione di Vincenzo Bocciarelli, è stato un successo. Sono molto contenta perché Vincenzo ha saputo interpretare magistralmente l’atmosfera del racconto e l’anima dei personaggi.

Di cosa tratta il tuo libro?

È un romanzo storico che nasce in seguito ad un viaggio tra gli archivi contenenti documenti del Medioevo, soprattutto quello sardo, che è meno conosciuto ma molto interessante nel contesto europeo. Tra le vicende storiche si snodano le avventure di una donna schiava che ritrova la libertà e l’amore entrando in contatto con i Cavalieri Templari e Crociati che le salvano la vita. Inoltre, molto interessante è l’ambientazione tra Paesi dai nomi che ricordano quelli del “Signore degli Anelli”, Paesi però un tempo realmente esistiti.

Qual è la tua idea generale di scrittura? Perché leggere oggi è importante?

Scrivere significa far emergere la propria anima e portare avanti una missione. In questo caso specifico, è far emergere quei particolari trascurati che spesso fanno invece la differenza e aiutano a vedere le cose sotto una luce diversa.

Leggere per l’Uomo è fondamentale; è sinonimo di apertura mentale, di miglioramento della propria coscienza, di crescita intellettuale e interiore.

Progetti per il futuro?

Mi è stato chiesto il proseguimento della storia, quindi questo è il primo. Poi la realizzazione filmica del romanzo. Infine, ci sono progetti di tipo televisivo di cui però ancora non posso parlare. Nei miei progetti comunque non potrà mancare la collaborazione con Vincenzo Bocciarelli.

Stefano Duranti Poccetti

<h2>Leave a Comment</h2>