Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Francesca Zonca, una segretaria da… TV

Data:

La televisione è diventata il suo pane quotidiana, a tal punto da “masticarla” come se fosse il suo lavoro “vero”. Invece Francesca Zonca, 21 anni da Casazza, nella vita di tutti i giorni è una “normalissima” segretaria che ha il dono naturale di bucare il piccolo schermo. Ed allora sfruttando il fattore Atalanta, la passione per il mondo dello spettacolo e il desiderio di sentirsi protagonista, ha deciso di mettersi in gioco. Ed ecco che il suo volto sta diventando sempre più noto col passare dei giorni. E se fino a qualche giorno fa si dilettava in quattro lavori diversi (segretaria in due aziende, barista e co-conduttrice di un programma sportivo), ora fa “solo” la segretaria e mantiene il suo appuntamento settimanale con la televisione.

Insomma, non sei mai ferma…

Sono una ragazza solare, precisa e determinata nei propri obbiettivi mi piace riuscire a realizzarmi in quello che amo e mi piace tantissimo essere sicura di me stessa. Avere un carattere forte pero è sia il mio pregio che il mio difetto: mi permette di riuscire a portare a compimento quello che mi prefiggo, ma non è facile trovare persone che riescano ad accettarlo. Sono sempre particolarmente allegra ma se vengo offesa divento permalosa.

corriere_dello_spettacoloPartiamo dai tuoi esordi.

Ho iniziato esattamente all’età di 15 anni con i primi book fotografici presso un agenzia di moda di Brescia, da lì ho cominciato a fare concorsi e si sono aperte le prime piccole proposte lavorative nel settore: sfilate, servizi per cataloghi e quant’altro.

Cosa rappresenta per te l’obbiettivo?

Stare di fronte ad una macchina fotografica per me è adrenalina pura, riesco a tirar fuori un lato di me che esce solo in queste situazioni, un misto di dolcezza e sensualità. Posso essere fiera di alcuni lavori fatti come aver sfilato al Festival del cinema di Venezia come indossatrice per una stilista di moda in occasione della premier del film “questi giorni” e vado anche fiera del programma televisivo in cui lavoro che mi sta portando a specializzarmi in questo campo anche nel lato televisivo.

Tu nel quotidiano: hobby, passioni, curiosità.

Come hobby porto avanti tutto quello che riguarda il settore moda: dalle sfilate ai set, dai lavori da hostess alla coconduzione del programma, anche se la mia passione principale è il make-up per cui ho fatto dei corsi e ho preso l’attestato di Make-up artist professionista.

C’è un posto più strano degli altri in cui hai scattato?

Sicuramente Salerno, vi chiederete di certo perchè proprio una città così bella considerata da me “strana”. A settembre di quest’anno sono stata protagonista con altre ragazze di un contest per modelle in questa meravigliosa città. Una delle poche ragazze del nord che si era mossa fino alla punta dell’Italia per un contest, per me è stato particolarmente strano, ma sicuramente appagante: il mare, l’estate e l’allegria di quel posto li conserverò sempre nei miei ricordi. Un posto dove vorrei scattare assolutamente è Roma, Una bella scenografia per un servizio Fashion!

Oltre alla fotografia, dove ti abbiamo visto protagonista?

Oltre alla fotografia ho fatto qualche sfilata, conduco un programma sportivo sull’Atalanta e mi sono dilettata in concorsi di moda. Mi reputo una “modella” freelance, mi piace ricevere lavori direttamente da persone con cui ho già lavorato e con cui ho tenuto ottimi rapporti professionali.

alberto_t-_corriere_dello_spettacoloChe giudizio dai del tuo fisico?

La parte che mi piace di più di me stessa sono gli occhi, verdissimi, la parte che mi piace di meno le gambe, ma credo che tutte in questo campo siano meno o tanto soddisfatte del proprio fisico. Bisogna sempre migliorare.

Tu, il mondo delle hostess e l’Atalanta…

Ho lavorato come hostess presso lo stadio dell’atalanta per un’intera stagione, oltre a questo ho lavorato in fiere congressi, banche centri commerciali.

Le donne e la loro immagine: cosa serve per risultare eleganti?

Per tenere un’immagine alta consiglio sempre a tutte le donne di non cadere nella volgarità, e questo non vuol dire non fare un servizio fotografico in intimo piuttosto che altro, vuol dire mantenere semplicità e raffinatezza in qualsiasi cosa che si fa partendo dal glamour fino al fashion.

Sguardo sul futuro: dove ti vedi?

Voglio specializzarmi nel campo della conduzione e, perchè no, riuscire ad avere un programma tutto mio. Tra dieci anni mi piacerebbe essere riuscita a realizzare uno di questi sogni, avere un lavoro fisso e una bella famiglia.

Alberto T.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Due concerti, due orchestre, un direttore: Igor Zobin a Trieste

L’incantevole cornice del Castello di San Giusto da qualche...

Lucio Dalla e Sorrento raccontati da Leonardo Metalli

Emozioni,genialità,originalità, talento poliedrico: tutto questo è stato Lucio Dalla,indimenticanto...

“Urban Safari”, il nuovo singolo dei Basiliscus P.

Fuori da giovedì 13 ottobre 2022 il nuovo singolo del progetto...