“La mia nuova poesia d’estate”, lirica di Giuseppe Sanfilippo

Data:

Buongiorno gioia,
come stai? Scusa non ti volevo svegliare,
ma avevo bisogno di sentirti ,
non può essere un giorno gioioso se non potrò udire la tua voce.
Dimmi, hai fatto colazione?
Perché non ci vediamo adesso?
Sai che vado alle dieci al lavoro.
Dai, non dire no!
So che hai ancora sonno, ma d’estate non si dorme.
Io ho dormito male stanotte, perché ti desidero.
c’è aria di Paradiso, respiri anche tu quest’atmosfera che
profuma di margherite bianche e gialle in mezzo a campi di
erba verde?
Colori che emozionano la psysché, nel senso greco antico.
… così ritorno a vivere.
Sei un girasole che fa suonare il mio cuore, proprio
come una banda che suona il rock.
Tutto diventa bellezza e sublime se ci sei.
Parlo con amore. Avevamo detto che questo è
fuori del suo tempo ma col pensiero il mio thymòs non lo governo.
Raggiungimi e accendi questa giornata di sole.
devi alzarti e fare la doccia: vengo a insaponarti.
Ho pensieri fantasiosi e un corpo infuocato,
non parlare più, fa’ presto che ti aspetto.
Sono un poeta volgare,
sarà l’estate che mi trasforma, sei Tu a renderla ardente.
Sei la mia nuova poesia di un’estate bella, che
prospetta nuove emozioni che guardano a nuove virtù d’amore.

Giuseppe Sanfilippo

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Spirito allegro” e il vergognoso vizio del microfono

Venezia, Teatro Goldoni, 12 e 13 gennaio 2017 Blithe Spirit...

SIMONA PAVIA, UNA MISS FRA STUDIO E GRANDI SOGNI

Una ragazza acqua e sapone, studentessa al Liceo Scientifico...

Ariadne auf Naxos, uno Strauss intimo

Al Teatro alla Scala, recita del 26 aprile 2022 Richard...