Da venerdì 26 Aprile a domenica 28 MAURIZIO BATTISTA in “Papà perchè l’hai fatto’” al teatro Diana di Napoli

Data:

Il comico romano, fra gli artisti di punta della scuderia Mediaset, dopo la televisione (lo scorso anno ha partecipato al Grande Fratello Vip che gli aveva regalato ulteriore popolarità) e dopo qualche incursione nel cinema, per Pieraccioni, Veronesi, ma anche Pupi Avati, torna fedelmente al suo amore più grande, lo spettacolo dal vivo e il contatto con il pubblico. Battista è maestro in questo e coinvolge il suo pubblico come pochi fanno, non solo rendendolo partecipe con le sue battute, ma vi interagisce e chiede opinioni in merito a quello che dice e in base alle risposte, il comico costruisce il suo show che cosi diventa improvvisato.

Battista non chiede applausi e nemmeno li pretende, anzi come tende a sottolineare, non li vuole affatto, a rimarcare il fatto che più di un puro show comico, ci troviamo dinanzi a una chiacchierata viso a viso, abbattendo cosi la quarta parete teatrale e quel confine che in gergo è chiamato “sipario oscuro” o “limen” tra astante e attante. Il comico romano ricorda anche molti dei suoi fan più partecipi  e svela aneddoti anche su di loro.

Battista parla anche della sua Roma e del periodo difficile che essa sta vivendo, ma anche della differenza di classe tra Roma Nord( altolocata) e Roma Sud ( coatta).

Il nuovo show di Battista scritto insieme alla moglie Alessandra Moretti con la collaborazione di Mariano D’Angelo, vede Battista  indagare con l’inconfondibile verve e la consueta dissacrante ironia made in Roma, la realtà, quel quotidiano vissuto che ha sempre voluto raccontare e che ha sempre contraddistinto il successo dei suoi show partendo, da lontano, dal bar di famiglia a San Giovanni che il comico non ha mai dimenticato.

Battista tende a marcare che lui è nato nei bar, i suoi spettacoli sono nati li, e vuole lasciarli ancora li, anche se i bar, o meglio le platee, questa volta sono molto più grandi di un bar.

Lo show si dipana attraverso il racconto di un percorso di vita spassoso nel quale il comico – cabarettista mette a confronto i tempi passati con i tempi moderni cercando forse di capire quando si stava meglio, ma senza risparmiarsi nel mettere in evidenza vizi e virtù di ogni epoca con tocco dissacrante e divertito.

Battista racconta insomma, la sua quotidianità, tutto quello che di bizzarro è accaduto e accade nella sua vita, quella dei suoi familiari e conoscenti stretti, in una maniera irresistibilmente comica.

Il segreto di Battista e del suo contagioso sorriso sta proprio nella sua semplicità, nella sua umiltà e nella consapevolezza di continuare ad essere parte del suo pubblico con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Un umiltà che lo vede a fine spettacolo scendere in platea e farsi la foto con tutto il suo pubblico e i suoi fan napoletani che numerosi han riempito il teatro Diana.

Battista, papà da poco  e sulla soglia dei 60 anni, narra anche le differenze che ha avuto nel crescere tre figli, avendo fatto i primi due a 20 anni e la terza da pochi anni e anche di come vari l’aver avuto tre mogli, ma sempre con età differenti e di come sia difficile stare al passo con le donne , specie una donna come la sua ultima moglie, cosi giovane, energica e forte, facendo cosi uscire tutte le debolezze e le tenerezze che si nascondono dietro a un comico si, ma soprattutto un uomo.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Ricomincia la stagione di Cinemaitaliauk

CINEMAITALIAUK, RICOMINCIA LA SUA STAGIONE CON L’ORA LEGALE, ESILARANTE...

“Metro Manila” di Sean Ellis, un thriller dal retrogusto politico

A quattro anni dalla sua uscita, è finalmente distribuita...