“FESTIVAL VERDI”, PARMA RISUONA DELLE NOTE DEL SUO MAESTRO

Data:

Dal 7 settembre al 27 ottobre 2019 presso il Teatro Regio di Parma, il Teatro Giuseppe Verdi di Busseto e la Chiesa di San Francesco del Prato

Parma festeggia, come ogni anno, il suo più illustre concittadino: Giuseppe Verdi. I Due Foscari, Aida, Luisa Miller, Nabucco sono le opere in programma al Festival Verdi 2019, dal 7 settembre al 27 ottobre. Più locations coinvolte: il Teatro Regio di Parma, il Teatro Giuseppe Verdi di Busseto e da quest’anno, per la prima volta in assoluto, la Chiesa di San Francesco del Prato. Quattro titoli importanti debuttano in quattro giorni consecutivi, con tre nuove produzioni. In totale ben ventidue eventi e sessantasei appuntamenti in poco meno di un mese, a cui si intrecciano gli spettacoli a ingresso libero di Verdi Off che, a partire dal 21 settembre, accoglierà in un clima di festa quanti vorranno vivere l’atmosfera verdiana nelle terre del Maestro.

Si comincia con l’Anteprima del Festival e l’inaugurazione di Verdi Off, il 21 settembre dalle ore 18.00 alle ore 23.00; Verdi Street Parade coinvolge il pubblico in una festa in musica itinerante, che, partendo dal Teatro Regio, raggiunge le strade e le piazze dell’Oltrettorente. Protagonisti della serata saranno attori, musicisti, cantanti, ballerini, circensi, bande e cori che si alterneranno fino a sera in spettacoli e concerti dedicati al Maestro ed alle sue opere. Ad inaugurare invece il Festival sarà I Due Foscari, il 26 settembre al Regio di Parma, con un nuovo allestimento di Leo Muscato. Aida debutterà invece il 27 settembre al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto, con il recupero dello storico allestimento del 2001 di Franco Zeffirelli che ne firmò la regia e le scene in occasione del centenario verdiano. La Chiesa di San Francesco del Prato, del XIII secolo, per oltre duecento anni adibita a carcere dalle soppressioni napoleoniche ottocentesche e poi abbandonata, è il nuovo spazio del Festival, dove debutterà Luisa Miller il 28 settembre, nell’edizione firmata da Lev Dodin. Nabucco debutta invece al Regio il 29 settembre con la regia di Stefano Ricci.

Non solo lirica: il Regio, le sontuose sale del Palazzo Ducale del Giardino, la Chiesa di San Francesco del Prato, l’Arena del Sole di Roccabianca saranno la scenografia per un ricco cartellone di concerti, con la presenza, fra gli altri, di Mariella Devia (9 ottobre al Regio). Il 10 ottobre, giorno del 206° compleanno del Maestro, si aprirà come di consueto con la Cerimonia in onore di Verdi che avrà luogo in Piazzale della Pace presso il Monumento a lui intitolato, con la partecipazione delle istituzioni e delle associazioni cittadine e con il Va’, pensiero intonato dal Coro del Teatro Regio di Parma e dalla Corale Verdi. La giornata di festa si concluderà la sera al Regio con il Gala verdiano, presenti nientemeno che Leo Nucci e Anastasia Bartoli che interpreteranno arie e duetti.

La città sarà anche teatro di numerosi eventi dedicati, da Letteralmente Verdi a BarezziRoad, da Nabuccolo ad Aida in 55 minuti, da Verdi Ring a Verdi Off, oltre ad incontri e prove aperte, incontri di presentazione. Insomma, un mese dedicato a Giuseppe Verdi ma alla buona musica in generale nelle terre del grande Maestro.

Chiara Pedretti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Arianna Anelli, esempio di chi riesce a stupire

Dalla tv alla fotografia il successo nel suo caso...

Il cambiamento, un fenomeno spontaneo che educa la vita

Il cambiamento è un fenomeno naturale, spontaneo, muove le...

Un sogno utopico si realizza a Trieste: una compagnia multilingue mette in scena “I...

Trieste, Teatro Stabile Sloveno - Slovensko stalno gledališče, Sala Grande. 10...

Miracle Jackson

Da bambino insieme ai fratelli cominciò a comprendere la...