“La resilienza”: il secondo volume del Ciclo del Parma Caffè di R.P. Giannotte

Data:

La capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà. È questa la definizione che viene data al termine “resilienza” dai dizionari e dalle pagine consultabili sul web. Ed è il titolo migliore che si potesse dare a questo secondo volume del Ciclo del Parma Caffè dell’autrice cagliaritana R.P. Giannotte, edito da Edizioni La Zattera. Non poteva esserci titolo migliore perché questo libro parla proprio dell’abilità dell’essere umano di rialzarsi dalle difficoltà, di affrontare le sfide che la vita gli pone davanti con coraggio e determinazione. È la storia di due personaggi, apparentemente molto lontani, ma legati in realtà da un legame intimo, stretto e indissolubile. È la storia di Pia Ludovica Bartoli, una trader milanese che lavora per la Dolby’s, un’importante società di investimento; ed è la storia di Diego Vascelli, un cantante molto famoso di pop-trap conosciuto con il nome d’arte Diego Vas, proprietario di un locale e di una società di produzione musicale. Sono due persone diametralmente opposte: la prima è una donna realizzata, che scommette e rischia nel suo lavoro, meno, però, nella vita privata; il secondo, invece, è un giovane tormentato e arrabbiato per colpa di un’infanzia ingiusta e burrascosa. Le strade dei due protagonisti si sono sfiorate per anni, senza però mai incrociarsi. Fino a che, un giorno, Diego decide di affidare il capitale alla Dolby’s dove, appunto, lavora Pia. Per colpa di quest’ultima, però, l’investimento si rivelerà disastroso, non solamente per colpa della stessa Pia, ma anche perché, tra i colleghi, qualcuno decide di remarle contro. Pia viene licenziata e, per dimostrare di meritarsi il suo posto all’interno della società di investimenti, è costretta a recarsi a Cagliari, per non perdere il cliente e per investigare su chi, tra i suoi colleghi, ha tradito lei e la società. Ad attenderla in Sardegna c’è proprio Diego, che, proprio nei giorni della permanenza di Pia nel capoluogo sardo, aveva programmato la ripresa del suo nuovo videoclip. Durante il soggiorno di Pia in Sardegna, i due ragazzi si incontreranno, si conosceranno e si metteranno a nudo, disponendo uno accanto all’altro, con pazienza, i pezzi di un passato che in realtà li accomuna intimamente.

Con la sua scrittura semplice ma penetrante, l’autrice riesce a dipingere in maniera estremamente veritiera la sua Cagliari, in tutta la sua vivacità contemporanea. Così come è in grado di rappresentare in modo estremamente coinvolgente l’animo dei personaggi, sia principali che secondari, disvelando a poco a poco sfumature delle loro personalità che li rendono unici e particolari. Capiamo così che Pia è una donna proiettata nel futuro, con una relazione solida, un forte desiderio di un figlio e la ricerca di una promozione; e che Diego, invece, è più concentrato sul suo passato doloroso: un passato vissuto tra le relazioni passeggere della madre, con un problema di dislessia che, agli inizi degli anni ’90, non era considerata una vera e propria difficoltà, quanto piuttosto una pigrizia da parte del bambino, e, soprattutto, sentendo la mancanza della figura paterna a fargli da spalla. Ed è proprio il padre a fare da anello di congiunzione tra i due: una figura che non appare mai veramente nel racconto, ma riemerge fugace dai ricordi dei due protagonisti.

È un’opera che parla di amicizia, famiglia, realizzazione personale e professionale, compromessi e ritorni al passato. Alternando parti raccontate in prima persona ad altre, invece, narrate in terza persona, l’autrice riesce a dar vita a una trama intrigante e interessante, che gira intorno ai traumi e ai tormenti dei personaggi. Con audacia, inoltre, tratta una tematica non molto frequente nella narrativa: quella del mondo della finanza, affrontandola da un punto di vista femminile quando, in realtà, lo si vede più che altro come un mondo destinato agli uomini. Il lettore accompagna i due protagonisti in un percorso fatto di crescita, presa di coscienza e consapevolezza di quanto, nonostante un passato burrascoso e doloroso, sia importante andare avanti con la propria vita. Con la certezza di avercela fatta, nonostante tutto. Con la certezza di avere, dentro di sé, una grande forza: la resilienza.

 

 Titolo: La resilienza
Autore: R.P. Giannotte
Genere: Narrativa contemporanea
Casa editrice: Edizioni La Zattera
Pagine: 258
Prezzo: 18,00 €

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati