Martina Padrin. Tra il bancone del bar e il portone dei social

Data:

Come la maggior parte delle ragazze, ha iniziato postando sui social foto che la ritraevano in momenti spensierati e divertenti. Poi tutto è diventato molto più serio ed oggi Martina Padrin – 32 anni dalla Provincia di Vicenza – ha un seguito di più di 50mila followers su Instagram e ha un suo personalissimo profilo Onlyfans dove poterlo apprezzare in tutta la sua sensualità. “Mi piace mostrarmi per come sono, pregi e difetti” racconta in tutta la sua semplicità lei che nella vita ha lavorato come barista e si è tuffata in un’attività imprenditoriale. Esperienza conclusasi qualche mese fa, ma da una finestra chiusa si è spalancato il portone dei social. Che da semplice passatempo si sta trasformando in qualcosa di molto più serio…

Abbiamo detto che il tuo profilo Instagram è seguitissimo.

Tutto è iniziato per caso. Varie pagine di Instagram mi hanno contattata per poter pubblicare delle mie foto, da li è iniziata la crescita dei miei followers arrivando cosi a più di 50mila nel mio primo profilo @martina_padrin; così ho aggiunto anche un secondo profilo @new_martina_padrin e un portfolio fotografico @portfolio_martina, oltre ad una pagina Facebook che è Martina Padrin.

E poi ti sei tuffata anche su una nuova piattaforma.

Avendo la maggior parte di pubblico maschile, ho deciso di aprire un profilo Onlyfans. Onlyfans è una piattaforma che mi permette di postare varie foto e video a pagamento, destinati solo per i Fan.

Come riesci a gestire tutti questi mondi virtuali?

Ho un profilo abbastanza ristretto, con persone molto educate e rispettose. Sono una persona che non tollera le mancanze di rispetto, sono buona e gentile con tutti però non accetto chi critica o giudica il mio lavoro perché per me Onlyfans è un lavoro e un modo per interagire con i miei followers.

Come ti definisci?

Sono semplicemente una donna curvy che non ha paura di mostrarsi sul web, mi piace farmi fotografare e fotografarmi. Ma nella vita di tutti i giorni sono una persona normalissima, jeans e maglietta tutta la vita, non pensate che stia in casa in lingerie, a me piace la comodità,canotta e slip almeno nel mio quotidiano. Se poi si esce..allora un tacco alto non manca mai.

Com’è iniziata questa avventura in campo fotografico?

Ho posato per due fotografi e con uno di loro, proprio al mio primo shooting, abbiamo deciso di scattare delle foto e farne un calendario visto le tante richieste che avevo da parte dei miei followers. Ho iniziato da un anno a scattare, non mi sono mai iscritta ad agenzie ed ho sempre gestito tutto da sola. Il mondo della fotografia mi appassiona e penso che continuerò a posare e far shooting; al contrario non aspiro al mondo dello spettacolo perché non lo vedo adatto a me.

Il mondo della fotografia è un’esperienza che ti ha permesso di crescere.

Penso che ogni ragazza, se le si presentasse l’opportunità, dovrebbe provare l’emozione di fare uno shooting. Dovrebbe provare a mettersi in gioco senza pensare ai giudizi della gente, amando il proprio corpo imperfetto come lo abbiamo tutte. Sarebbe un modo per vedersi e mostrarsi ad un estraneo con più naturalezza e consapevolezza del proprio aspetto. Quello che vorrei trasmettere con le mie foto soprattutto alle donne o ragazze che si sentono “imperfette” è proprio di imparare ad amarsi e di non sentirsi diverse se si ha qualche chilogrammo in più…

Come sei di carattere?

Sono molto impulsiva, menefreghista e simpatica… e abbastanza vanitosa. Penso che ormai nel 2020 la gente dovrebbe aver un po più la mente aperta e non pensare sempre che una donna che si mostra con un intimo particolare sia una poco di buono. Diciamo che sono una persona che non le manda a dire…

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Emma Dante con “Pupo di zucchero”

Al Piccolo Teatro Studio Melato, dall’11 al 23 aprile Quanta...