Adriana Soares. Per un esclusivo progetto all inclusive

Data:

Adriana Soares è brasiliana di origine e romana di adozione. E’ stata modella per i più grandi stilisti e, grazie a questo suo impegno, ha visitato diverse nazioni. Oggi è un artista eclettica che si esprime nelle diverse arti della pittura, della fotografia creativa e di moda e della scrittura, con all’attivo ben dieci libri pubblicati. È rappresentata da Art and Commerce/Vogue Italia di New York, prestigiosa agenzia fotografica. Questo suo dinamismo creativo ha generato un sodalizio tra Arte e Finanza con Banca Generali Private. E’ inoltre ideatrice e conduttrice del salotto virtuale in diretta su Instagram “Un tè senza tè con Te”, in diretta sul suo profilo personale @adriana_soares_art, dove intervengono ospiti illustri del mondo della cultura e del benessere. E’ stata nominata da Donna Impresa una delle Top Women 2019.

Ciao Adriana, come stai? Ci siamo sentiti qualche tempo fa e ora ti ritrovo con alcune novità. Come stanno procedendo le tue attività, nonostante il Covid?

Tutte le attività sono strettamente collegate alle nuove idee e iniziative ad esse collegate. Nulla sarà più come prima. Il nuovo leitmotiv è “rinnovamento adattato al fare”. Aprire la mente verso le ormai consolidate tecnologie. Ciò che era innovazione ieri, è archeologia oggi.

Stai promuovendo un nuovo progetto per le aziende. Chiederai loro un contributo per promuovere dalla A alla Z i loro prodotti, sfruttando le tue capacità nel mondo della moda e del marketing. Cos’hai in mente di preciso?

E’ un invito che si rivolge ai vari brand. Propongo: un all inclusive come brand ambassador, servizio fotografico, post produzione per rappresentare il loro mood che desidererebbero raccontare nella loro comunicazione. Oppure, le ultime due opzioni: cerco di fare la mia parte snellendo la filiera, dando un mio contributo alle aziende in questo momento.

Tu non sei un’influencer e questo termine non ti piace…

Non ho più l’età per offrire qualcosa che svanisce. Mostro ciò che è. Ciò che sono.

Ricordo che hai anche in cantiere alcuni libri. Come sta procedendo la scrittura?

Entro fine anno pubblicherò la mia undicesima fatica editoriale… ma sto mettendo in rassegna un romanzo, un po’ autobiografico. Ne riparleremo più avanti!

Per il resto, come vedi il futuro?

Se facciamo rete ci sarà un futuro. I momenti di crisi ci sono sempre stati, basta ricordarsi la storia o ascoltare un nonno! Insieme si può superare e risollevarsi. Da soli si rischia di annichilirsi e, si sa, l’acqua ferma si imputridisce. Le parole chiave di oggi sono: unione e gratitudine.

Stefano Duranti Poccetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Intervista a Maximilian Nisi. “Il futuro è avvolto nel silenzio”

Ciao Maximilian, innanzitutto mi piacerebbe che tu ricordassi ai...

Antigone interpretato da Melania Fiore al Tordinona

  Il repertorio di Melania Fiore, giovane e valente attrice...