MURATORI. Un cult che deve continuare perché i muri sono sempre in agguato

Roma, Teatro Sala Umberto, dal 19 al 24 ottobre 2021

Torna a Roma, al Teatro Sala Umberto, il celebre testo di Edoardo Erba, Muratori, in una nuova edizione, con un nuovo cast e in napoletano, dopo oltre trecento repliche portate in scena da Nicola Pistoia e Paolo Triestino. Dal 19 al 24 ottobre saranno Massimo De Matteo, Francesco Procopio e Angela De Matteo ad avere l’onore e l’onere di perpetuare la storia emblematica di Germano e Fiore, i due operai che tentano di compiere un abuso edilizio in un vecchio teatro costruendo un muro sul palcoscenico per permettere al supermercato adiacente di guadagnare spazio a danno di un luogo di cultura abbandonato. Qualcosa accade però, l’eterea presenza della signorina Giulia  si materializza prima ad uno, poi all’altro, rimettendo in gioco ogni pragmatica convinzione e inducendo i due a riflessioni profonde sul senso delle loro vite, su quello che stanno facendo, minando persino il loro rapporto di amicizia, i loro progetti, fino all’emozionante finale. La magia del teatro, forse, guadagnerà tempo sulla barbarie che avanza. L’incontro col “profondo” non può non sconvolgere.

Era il 2002 quando Erba concepì questo testo così emblematico e, come nel suo stile, divertente e onirico allo stesso tempo. Ancor più emblematico oggi che il teatro italiano si sta rialzando dalle macerie di scellerate decisioni che lo hanno sepolto per quasi due anni. Procopio e i De Matteo raccolgono il testimone di questo gioiellino con rispetto e con la bella regia di Peppe Miale ridanno vita ai tre personaggi che per tanti anni ci hanno tenuto compagnia nei nostri racconti di teatro. Spettacolo non semplice, che nella seconda parte accusa qualche lentezza di troppo per poi riprendersi nel finale, sorprendentemente metateatrale. Muratori è ormai un cult che deve continuare anche per le nuove generazioni.  Perché i muri sono sempre in agguato.

Paolo Leone

 

Produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvio Teatro presenta: Massimo De Matteo, Francesco Procopio e Angela De Matteo in MURATORI, di Edoardo Erba. Regia Peppe Miale.
 Musiche di Floriano Bocchino; Costumi di Alessandra Gaudioso; Scene di Luigi Ferrigno; Luci di Salvatore Palladino; Aiuto regia Giordano Bassetti; Assistente scenografo Sara Palmieri; Assistente regia Roberta Rossi Scala.
Si ringrazia l’ufficio stampa del Teatro Sala Umberto nella persona di Silvia Signorelli.
ph Anna Camerlingo
Roma, Teatro Sala Umberto, dal 19 al 24 ottobre 2021 Torna a Roma, al Teatro Sala Umberto, il celebre testo di Edoardo Erba, Muratori, in una nuova edizione, con un nuovo cast e in napoletano, dopo oltre trecento repliche portate in scena da Nicola Pistoia e Paolo Triestino. Dal 19 al 24 ottobre saranno Massimo De Matteo, Francesco Procopio e Angela De Matteo ad avere l’onore e l’onere di perpetuare la storia emblematica di Germano e Fiore, i due operai che tentano di compiere un abuso edilizio in un vecchio teatro costruendo un muro sul palcoscenico per permettere al supermercato…

0

User Rating: 5 ( 1 votes)

<h2>Leave a Comment</h2>