Dal 4 Marzo 2022 è disponibile in rotazione radiofonica e sulle piattaforme digitali “Mic-Drop”, il nuovo singolo di Stefania Somma

Data:

‘’MIC-DROP’’ è un brano che cerca di coinvolgere l’ascoltatore trasmettendo quel senso di gioia e di divertimento che l’artista esprime nel suo modo di fare. Nel testo, personale ma generico, c’è un chiaro riferimento all’estate, la stagione della rinascita, dei colori e della libertà, con protagonista un siparietto ‘’ social’’.

Spiega l’artista a proposito del brano: “L’augurio è che questo brano riaccenda l’estate che ci abita, facendo dimenticare il cupo periodo che abbiamo vissuto. Solo Good vibes!”

Come ti presenteresti ai lettori che ti conoscono oggi per la prima volta?       

Partirei con il presentarmi dicendo che sono Stefania Somma ed ho 19 anni, amo la musica e sono legata ad essa sin da bambina. Alla domanda che viene posta, di dove sei?, generalmente rispondo ‘’del mondo’’ proprio perché amo scoprire il mondo che mi ospita in tutti i suoi particolari, per di più amo conoscerlo attraverso la musica.                                                                                                  La musica è emozione, è sensazione ed ascoltata mentre si è immersi in un luogo magico come la natura o mentre si è dinanzi ad un paesaggio, penso che si venga  a creare un momento che si cristallizza nella nostra mente.

Quali sono i generi e gli artisti che hanno influenzato maggiormente il tuo modo di fare musica?

Nel corso del tempo ho sempre cercato di ascoltare tutti gli artisti e i generi che il panorama musicale presenta. Gli artisti che mi hanno fatto avvicinare sempre più alla musica sono sicuramente Giorgia, Elisa, Marco Mengoni, Venditti, Arisa sul piano della musica Italia; allargando lo sguardo sulla musica internazionale parlerei sicuramente di Harry Styles, Bruno Mars, Dua Lipa e potrei così continuare all’infinito…

Chi è il tuo “ascoltatore ideale”?               

Prima di tutto ringrazio tutti coloro che mi seguono e ascoltano la mia musica.                              Non avrei un vero e proprio prototipo di ascoltatore ma se dovessi individuarne uno ammirerei chi va oltre la musica, chi cerca di approfondire la personalità dell’artista per quanto possibile.             Con questo, ho fatto una sorta di autodescrizione poiché nei panni di ascoltatrice nasce sempre in me quella voglia di capire le origini di questa musica attraverso una maggiore conoscenza dell’artista che la crea.

Vuoi parlarci di qualche esperienza live particolarmente significativa?   

Fino ad ora tutti i live mi hanno segnata profondamente, ognuno di questi mi ha lasciato qualcosa di nuovo e significativo.                                                                                                                                                        Salire sul palco portando la propria musica credo che sia uno dei momenti più emozionanti per un artista proprio perché si crea un legame con il suo pubblico  entrando in contatto con quest’ultimo  nel miglior modo che un cantante possa desiderare, attraverso la sua musica.

Come continuerà il tuo percorso da ora in avanti?

Sarà un percorso sicuramente sempre in crescita, come tutto sarà in salita ma sarà bellissimo mettercela sempre tutta. Aspettatevi per certo altri brani che saranno presto sulla scena musicale, per restare aggiornati seguitemi su tutti i social come instagram, facebook, youtube, tik tok, spotify.

Cassandra Enriquez

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Si pubblicano le poesie di Roberta Alberti, concorrente al Premio Pierluigi Galli 2022

Anni Quarantanove inverni, tra fiocchi di neve                               e melodie di Natale. Un’esile donna, un...

“CIRCLE” IN ANTEPRIMA ASSOLUTA

Circle, è un progetto fortemente innovativo e originale che...

Triolo, Duranti, Mocanu. Funamboli della Poesia

Valenti poeti e amici nella vita, Massimo Triolo, Stefan...