Ferragosto da record per il concerto di Alex Britti a Montesilvano sulle ali del pop e del jazz

Data:

 

Alex Britti ha incantato con la sua musica e la sua chitarra Montesilvano per la serata di Ferragosto. L’artista romano nel teatro del mare, aprendosi ad nuova fase artistica con i due singoli “Tutti come te” e “Nuda”, ha portato in scena un live coinvolgente ed energico, frutto di lungo lavoro, anello di congiunzione tra passato e presente della sua storia musicale. Il pubblico si è lasciato conquistare dalla leggerezza e dalle sonorità blues e rock, che da sempre contraddistinguono il repertorio del chitarrista romano, in questo show in cui Britti ha rivelato entrambe le sue due anime pop e cantautorale.

“Tutti come te” e “Nuda” sono il frutto di un lungo ed elaborato processo creativo, delle vere e proprie hit a tutto ritmo con testi spensierati e sinceri in cui si sentono i tocchi della chitarra di Alex Britti unici e inimitabili, che arrivano proprio per festeggiare al meglio i venticinque anni dalla prima esibizione di Alex Britti sul palco di Sanremo Giovani con il brano “Solo una volta (o tutta la vita)”, triplo disco di platino e miglior debutto discografico del 1998.

“Sono trascorsi 6 anni dalla pubblicazione del mio ultimo disco cantato “In nome dell’amore – Vol.2” – racconta Britti – “6 non è un numero casuale, ma legato all’età di mio figlio Edoardo, quasi 6 anni dedicati prevalentemente al ruolo di papà e alla scrittura dei nuovi brani. È stato un periodo in cui ho trovato il tempo per osservare con molta più attenzione gli altri, il mondo che mi circonda, i dettagli che prima sembravano ininfluenti e che invece ora fanno la differenza. È grazie a questa nuova prospettiva che ho trovato l’ispirazione per scrivere nuove canzoni. Ora sono pronto e felicissimo di condividere con il mio pubblico i primi due brani, intitolati “Tutti come te” e Nuda”.

Ad aprire la serata di Ferragosto il brano “Gelido”, con cui l’artista ha scaldato il suo pubblico letteralmente in visibilio al suo arrivo sul palco.

Nella scaletta non sono mancati gli intramontabili classici: da “Lo zingaro felice” a “7000 caffè” per concludere con una versione molto rock di “Baciami (e portami a ballare)”.

L’atmosfera si è scaldata durante la performance di “Oggi sono io”  il brano musicale con il quale Alex Britti ha partecipato al Festival di Sanremo 1999, vincendo nella sezione “Giovani”, re- interpretato nel 2001 da Mina e, portato nuovamente sul palco di Sanremo 2023 nella serata delle cover con LDA.

Un grande professionista, che in una maratona di più di 20 brani è riuscito a coinvolgere il suo pubblico, creando momenti di grande connessione sia divertenti come “La Vasca” che intimi come “Una su un milione”.

In quest’ultimo, Alex Britti si è spogliato della sua immancabile chitarra, e si è fatto prendere per mano dal pubblico che ad unisono ha intonato l’intro del suo brano, regalandogli una profonda e forte emozione.

L’artista ha ricordato quando è stato chiamato dal regista del film “Immaturi”, su cui non si sentiva all’altezza di scriverne la colonna sonora, e che per caso riprendendo degli appunti da un cassetto, ha firmato anche la sigla di un film di grande successo, al di sopra di ogni sua aspettativa.

Ancora una volta anche questo racconto lo ha avvicinato al pubblico, che come l’artista vive nel quotidiano momenti in cui non si sente all’altezza della performance da affrontare e inaspettatamente ce la fa.

Non solo un cantante, un autore e un musicista, ma un vero e proprio leader. Con la sua bravura ed il suo carisma, è riuscito a restare sintonizzato con il suo pubblico, proveniente da tutta Italia dall’inizio alla fine del suo live.

Ha saputo in punta di piedi, essere protagonista e dare anche il giusto spazio ai membri della sua band: Francesco Isola – batteria, Matteo Pezzolet – basso, Davide Sambrotta – tastiere e sequenze, Cassandra De Rosa, Oumy N’Diaye e Deborah Romano – coro, con i quali ha condiviso con la folla anche vari assoli.

Britti ha poi condiviso con il pubblico una delle sue più grandi passioni, il jazz, che insieme al pop lo celebrano sul panorama della musica italiana come uno dei più grandi chitarristi.

Un artista completo, inesauribile fonte di ispirazione e di energia, che riempie l’anima di bella musica, facendo ballare a ritmo di jazz e di pop, la sua chitarra come il cuore delle persone.

Daniela Di Genova

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati