Anna, una donna dalla sensualità raffinata

Data:

 

La sua avventura nel mondo della moda, delle sfilate e dei social è iniziata da neanche un anno, eppure l’elenco di “cose fatte” è talmente lungo corposo. Il merito è solo suo: Anna ha 44 anni, abita in Provincia di Venezia, è mamma di due bambini e ha un fascino che trapela in ogni sguardo e in ogni sorriso. Il suo essere donna le permette di trasmettere sensualità senza bisogno di scoprirsi: per assurdo, il popolo dei social le tributa più like quando è vestita casual o sportivo (l’abbigliamento che lei predilige nella sua quotidianità) piuttosto che quando sfoggia costumi che fanno trapelare un fisico che le invidierebbero le teenagers. “Sono consapevole dell’importanza dell’aspetto fisico avendo anche studiato e lavorato come estetista, ma penso che la femminilità sia un concetto che va ben oltre i centimetri di pelle scoperta” racconta Anna, ormai sempre più conosciuta e apprezzata, così dotata di fascino da esser contattata per sfilate, per vestire abiti e accessori di nuove collezioni, e poi così semplice e allo stesso tempo accattivante da esser scelta come testimonial pubblicitaria per una catena di alberghi del Nord Italia. Lei, naturalmente, non si scompone, resta la donna e mamma semplice di sempre, che pian piano si sta abituando a vivere emozioni sotto i riflettori.

Riavvolgiamo il nastro: il feeling con la fotografia era scoccato quando eri ragazza…

Un fotografo mi aveva visto e proposto uno shooting, avevo accettato e uscirono foto bellissime. Lui stesso si stupì che fosse la mia prima volta sul set fotografico. Mi propose di muovere i primi passi nel mondo della fotografia ma a quei tempi ero molto molto timida. Lasciai perdere… e con il passare degli anni e le esperienze di vita, il mio modo di essere è mutato: sono diventata una donna esplosiva e dotata di carisma a quanto pare!

Poi, però, i casi della vita…

Navigavo su Facebook, trovai una agenzia di Padova in cerca di nuovi volti. Per gioco mandai i miei dati, fui richiamata, scattai foto professionali: sentivo di avere carte da giocare, non solo dal punto di vista estetico, ma anche dal punto di vista del mio essere donna matura e sensuale. Sin da quando ho realizzato i primi lavori, mi è stata riconosciuta la capacità di creare un ambiente lavorativo professionale, piacevole, divertente, insomma pare che sia uno spasso lavorare con me.

Fatto è che si sono aperte parecchie porte…

Diciamo che i miei contatti sono andati via via espandendosi e così sono emerse varie possibilità concrete per mettermi in gioco in città’ come Venezia, Firenze, Pisa, Sanremo, Milano, Roma, Treviso per sfilate, shooting e workshop di fotografia.

Ma c’è un evento che ti attende…

A settembre sarò alla Fashion Week di Milano, a Palazzo Bovara, dove indosserò capi e accessori di stilisti italiani e stranieri. Quando mi è stata fatta la proposta non potevo crederci: è stato emozionante!

Un altro traguardo straordinario riguarda una campagna pubblicitaria…

Sono stata scelta come testimonial di una catena di alberghi del Nord Italia: ricoprire questo ruolo è stata un’autentica sfida, io mi sono messa in gioco ma tutto è venuto naturale. Nelle sei giornate di shooting mi è stata riconosciuta la bellezza, l’organizzazione, la precisione e la capacità di problem solving. Soddisfazioni incredibili!

Cosa piace di te?

Penso si vada oltre la mia fisicità: naturalmente, ho un corpo che alleno e che curo con dedizione, nulla è regalato! Ma è il mio modo di fare che spicca, a volte mi viene detto che le mie foto non mi rendono giustizia, perché dal vivo si nota ancora di più la mia energia positiva: la mia presenza porta il sole, almeno è questo che mi viene detto spesso. Serietà, professionalità, impegno e dedizione sono tratti salienti del mio carattere. Certo, poi emerge anche la sensualità, che non passa inosservata. La mia è una vita tranquilla, easy, e questo mio modo d’essere si vede dall’atteggiamento, dal sorriso, dal modo di fare e di parlare. Ecco, la femminilità è un discorso che va ben oltre l’immagine!

Forse anche per questo, sei stata scelta da brand.

Ritengo che la donna matura vada sostenuta e valorizzata! Inoltre, se un prodotto è destinato a questo target d’età, la parte promozionale o pubblicitaria non può coinvolgere una ragazzina, col rischio di non risultare credibile a mio avviso. La sensualità di una donna matura è diversa, la forza espressiva cambia e l’esperienza di vita arricchisce la propria consapevolezza dell’essere donna. Così, devo dire grazie a un’azienda leader del suo settore che mi ha voluta nella campagna pubblicitaria per asciugacapelli e ad una stilista emergente di Milano che mi ha voluta per raccontare la sua linea autunno-inverno 2024. Sono risultati che mi spingono a dare sempre di più il meglio di me stessa!

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/borasoanna

 

 

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

”La bohème” incanta Livorno

Il 19 e il 20 gennaio 2019 al Teatro...

OGGI PARLIAMO DI ALBERTO ASCARI

Forse non tutti ricordano, di certo i giovani non...

Rita Soro, una vegan influencer al primo calendario

La sua vita è iniziata a cambiare quando dalla...