Tutti i vincitori del Sulmona International Film Festival: chiude la kermesse il talk di Micaela Ramazzotti con la presentazione del suo debutto alla regia con il film “Felicità”

Data:

Un incredibile successo di pubblico e critica: non potrebbe essere definita altrimenti la 41esima edizione del Sulmona International Film Festival andata in scena al cinema Pacifico della città peligna dall’8 all’11 novembre, promossa da Sulmonacinema Aps, guidata dal presidente Marco Maiorano e dal direttore artistico del Festival, Carlo Liberatore. Quattro giorni di cortometraggi italiani e internazionali, di animazioni, di documentari, di lungometraggi e di talk aperti al pubblico che ha preso parte all’evento. Sono stati 48 i lavori proiettati – alcuni dei quali inediti, selezionati tra più di 1.200 candidati – provenienti da 18 Paesi; tanti gli ospiti che hanno partecipato alla manifestazione e che hanno dialogato in sala con il giornalista e critico cinematografico Davide Stanzione, come tanti sono i momenti da ricordare di un’edizione che ha ospitato Pietro Castellitto e Micaela Ramazzotti, premiati con l’“Ovidio d’argento” in quanto eccellenza del futuro del cinema italiano. I lavori sono stati giudicati da una giuria d’eccezione guidata dai fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo e composta da Isabella Aguilar, Federico Gironi e Gaia Sidoni. L’ultima giornata, quella delle premiazioni, ha visto anche la partecipazione della cantante sulmonese Nicole Tuzii che ha eseguito un medley di alcuni brani da lei riarrangiati in chiave acustica.

Il secondo talk della 41esima edizione del SIFF, svoltosi sabato 11 novembre, ha visto la partecipazione dell’attrice e regista Micaela Ramazzotti intervistata dal giornalista e critico cinematografico Francesco Alò. L’occasione è stata utile per discutere di “Felicità”, esordio dietro alla macchina da presa dell’artista romana.

“Fino a tre anni fa non avevo mai pensato a questa circostanza – ha spiegato la regista – ma ha inciso la pandemia. Siamo stati reclusi dentro e, una volta usciti, abbiamo esplorato una sorta di nuovo mondo. Ho iniziato a girare con lo smartphone, poi mandavo dei brevi video a Francesca Ungaro, regista mia amica, che mi ha stimolato a tentare la strada da regista. Da quel momento, anche grazie all’aiuto di alcune amiche e colleghe con cui ci riunivamo via Skype, è nata una prima parte della sceneggiatura di ‘Felicità’ e, una volta scritto il soggetto, l’ho presentato agli attori che hanno poi composto il cast: Max Tortora, Anna Galiena, Sergio Rubini, Giovanni Veronesi, Matteo Olivetti. Volevo parlare di una di quelle famiglie dove i genitori sono i veri protagonisti e i figli dei coprotagonisti, dove i primi sono carnefici ed i secondi vittime: una famiglia sbagliata, dove nessuno ha un amico ma una casa blindata e chiusa agli altri. Non c’è apertura verso il mondo e, quando questo accade, il dolore aumenta. Per me è un film dolcemente violento. La felicità esiste, la famiglia meno”.

“Siamo enormemente soddisfatti – commenta il direttore artistico del SIFF, Carlo Liberatore – un festival che ci ha dato la possibilità di approfondire e rileggere la contemporaneità attraverso la lente del giovane cinema internazionale. Con lo sguardo sempre rivolto al futuro e alle forme sempre nuove dei giovani autori di domani”. Alle parole di Liberatore fanno eco quelle di Marco Maiorano, presidente di Sulmonacinema Aps, che afferma: “Si è chiusa un’edizione tra le più ‘felici’ degli ultimi anni. Il festival 2023 infatti si è rinnovato nelle collaborazioni, nei progetti, nei contenuti e nella complessiva offerta culturale. Grazie a un lavoro costante che portiamo avanti da anni stiamo costruendo le basi per la crescita e l’ulteriore radicamento della manifestazione nel tessuto culturale locale. Studenti di Sulmona, allievi di scuole di cinema abruzzesi, addetti ai lavori e appassionati cinefili hanno portato splendida vitalità nella sala del Pacifico. Ora occorre soltanto un maggiore sostegno da parte delle Istituzioni che, a nostro parere, devono credere di più nella potenza del cinema e della cultura per il miglioramento della società”.

L’edizione 2023 ha visto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, l’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo, il Patrocinio della Provincia dell’Aquila, il Patrocinio del Parco Nazionale della Maiella, il Patrocinio e contributo della Città di Sulmona, oltre al contributo del Ministero della Cultura.

Sulmona International Film Festival: i premiati

BEST INTERNATIONAL SHORT FILM
SHADOW BROTHER SUNDAY di Alden Ehrenreich – STATI UNITI

Per l’ampia dose di ironia e dramma, che consente al cortometraggio di valorizzare al meglio le prove d’attori di una manciata di straordinari interpreti. Un sorprendente esordio dietro la macchina da presa per l’attore statunitense Alden Ehrenreich, che dà l’idea di ispirarsi a Paul Thomas Anderson, al suo uso del 35mm e alle musiche di “Ubriaco d’amore” e che, pur rifacendosi a chiare lettere alla lezione di uno dei maestri del cinema americano contemporaneo, non sembra mai ricorrere ad alcun citazionismo di maniera. Una regia semplicissima, minuscola e dunque poderosa, al contempo inebriante e sconsolante.

BEST NATIONAL SHORT FILM – Ex aequo
SCIARABALLA di Mino Capuano
BLACK EYED DOG di Alessandro Cino Zolfanelli

SCIARABALLA di Mino Capuano

Un cortometraggio che sa quando lasciare, sa quando perdere, sa benissimo che una storia non si racconta in una scena, bensì attraverso addizioni e sottrazioni, scegliendo bene quando mollare e come narrare. Una regia sensibile e attenta, che fa emergere una poetica sgrammaticata e arruffata, ma chiamata efficacemente a colmare un vuoto.

BLACK EYED DOG di Alessandro Cino Zolfanelli

Un’opera con un’impronta di grande sensibilità, che con molto poco è in grado di costruire una notevole tensione a livello stilistico, a partire da una produzione in stop-motion non certo agevole, chiamata a sobbarcarsi un impegno gravoso dal punto di vista economico e realizzativo.

BEST DOCUMENTARY SHORT FILM
JACK AND SAM by Jordan Matthew Horowitz (Stati Uniti)

BEST ANIMATED SHORT FILM:
ROSEMARY A.D. (AFTER DAD) di Ethan Barrett – STATI UNITI

BEST ENVIRONMENTAL SHORT FILM
DONDE LOS NIÑOS NO SUEÑAN di Stefano Sbrulli

BEST ABRUZZO SHORT FILM
HAPPY NEW YEAR, JIM di Andrea Gatopoulos

BEST DIRECTING
Guilherme Daniel for APPLAUSE (Portogallo)

BEST ACTRESS – Ex aequo
Afsaneh Dehrouyeh for YELLOW
Kendra Sow for PLEASE HOLD THE LINE

BEST ACTOR
VINCENZO NEMOLATO per il cortometraggio THE DELAY di Mattia Napoli

BEST SCREENPLAY
DEAD CAT by Annie-Claude Caron & Danick Audet (Canada)

BEST CINEMATOGRAPHY
Ben Mullen for SHADOW BORTHER SUNDAY

BEST EDITING
Russell Beeden for THE ONE NOTE MAN

BEST SOUNDTRACK – Premi Gabrielle Lucantonio
Fernando Velázquez for THE LAST CALL

SIFF STUDENTI AWARD
THE ONE NOTE MAN di George C. Siougas

SIFF KIDS AWARD
MUSHKA by Andreas Deja (Stati Uniti)

BEST MUSIC VIDEO
MÉTÉORES by Agnès Patron & Morgane Le Péchon (Francia)

Daniela Di Genova

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Nicole Faccoli, la fotografia fra arte e passione

  “La fotografia è arte e passione, mi regala tantissime...

La passione di Ciro!

  Il carissimo professore Ciro Castaldo ci permette di entrare...

Parole simili ma diverse

AVVOLTE è voce del verbo avvolgere, da non confondere...