Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Alessandro Maiorano. Troppo scomodo per stare in televisione!

Data:

 

“Le tv? Non mi vogliono sono considerato a torto una mina vagante per Matteo Renzi.” E allora? Tutti, ma proprio tutti, da Mario Giordano alle Iene a Striscia la Notizia a Report, evitano di far parlare Alessandro Maiorano su una vicenda di carattere internazionale visti i prossimi testi che si dovranno presentare davanti al giudice Elisabetta Pagliai in merito al nuovo processo Renzi-Maiorano iniziato a Firenze il 7 novembre 2023 dopo che Maiorano è stato assolto con formula piena dal giudice Laura Bonelli in relazione sempre a denunce presentate dall’ex presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi, il quale pare amare prendere sonore sberle dal duo Taormina-Maiorano.

Già, perché, se i genitori di Renzi hanno avuto problemi giudiziari è grazie, o per colpa, proprio dell’ex enfant prodige di Palazzo Vecchio, il quale a più riprese con carte alla mano denunciò sia Laura Bovoli che Tiziano Renzi.
Senza contare l’indagine sul giglio magico, che oggi vede Renzi a processo con il gruppetto storico dell’ex sindaco di Firenze, con documenti riguardanti la sua ex fondazione Open.
Insomma, un vero incubo per il senatore di Iv, il quale ri-denunciando Maiorano per presunto stalking e diffamazione corre il serio e concreto rischio che il processo diventi per lui un vero boomerang.

Ma chi sono i testimoni inseriti nel processo? I più noti sono il principe del Qatar sua altezza Althani, Matteo Renzi, Elena Boschi, Marco Carrai, Graziano del Rio, Stefania Gander, gli avvocati Federico Bagattini e Mirco Luca, l’imprenditore Sardo Alessandro Marini, il presidente del tribunale di Firenze Marilena Rizzo, il proprietario dell’appartamento di via Nazionale 196 di Roma, il signor Pasquale Stile, Alessandro Ginanneschi, Francesco Casentini, Silvia Gabrielleschi, il direttore del quotidiano Il Domani Emiliano Fittipaldi, l’impreditore fiorentino Riccardo Maestrelli.
La domanda che poniamo è sempre la stessa: Perché le tv italiane, le quali spesso invitano a parlare del nulla ospiti anonimi, non prendono coraggio e non invitano in prima serata uno come il bandito da Firenze, che terrebbe incollati milioni di spettatori, cosa che invece oggi accade di rado, visti i miseri ascolti che l’auditel ci propina giornalmente?
Poi non meravigliamoci se la tv non la guarda più nessuno.
Invitiamo Mediaset, la Rai, La7 o altre tv ad interessarsi alle vicende fiorentine tra Renzi e Maiorano. Come? Ci sono su questi argomenti libri e fumetti, ma basterebbe prendere il telefono e chiamare il noto avvocato Carlo Taormina.

Tommaso Lastrucci

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Camp Dance Movement. Danza e atletismo

Camp Dance Movement è il primo Campus Internazionale ad...

 Un Produttore, Docente e Presentatore di Successo

Grande successo per il Produttore, Docente, Cantautore e presentatore...

BEATRICE LIVIERI, UNA FOTOMODELLA SOTTO I RIFLETTORI

Un corpo difficile da dimenticare, una naturale propensione ad...