Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

Una coppia di artisti a tutto tondo surfa divertendo tra presente e passato

Data:

 

Teatro Manzoni di Milano, dal 19 dicembre 2023 all’1 gennaio 2024

“Dove eravamo rimasti?”. Massimo Lopez e Tullio Solenghi hanno ripreso questa storica frase con cui Enzo Tortora riprese una sua trasmissione, dopo lo scandaloso affaire giudiziario di cui fu vittima, “l’insulto più grande mai fatto a una onesta persona di spettacolo”. E’ dunque questo il titolo scelto per il loro nuovo spettacolo, in scena al Teatro Manzoni di Milano dal 19 dicembre al 1 gennaio.

Un tempo si sarebbe definito varietà. Oggi è un surfare leggero e divertente tra numeri, sketch, imitazioni, brani musicali, contributi video, con rivisitazioni di temi e personaggi sia attualità sia meno recenti.

La riuscitissima imitazione di una lectio magistralis di Sgarbi/Lopez ripropone il tormentone collaudato (“capra, capra, carpa!”) con cui l’illustre critico intervalla i suoi sapienti commenti artistici. E poi un dialogo tra Mattarella e Bergoglio e una chiacchierata nell’aldilà tra Papa Ratzinger e Maurizio Costanzo. E lo scontro tra Siri e Alexia e molto altro ancora.

Non mancano tuttavia, le rievocazioni di un passato più o meno lontano, inevitabili in una coppia artistica che, con impavido outing generazionale, dichiara i suoi 145 anni complessivi. (Sentire riecheggiare le note dello storico Dada Umpa ha provocato più di un brivido nei numerosi spettatori agèe presenti).

Suscitano profonda e sincera commozione il ricordo con belle foto di Anna Marchesini, compagna di viaggio per due decenni delle avventure del Trio, scomparsa nel 2016, e l’omaggio musicale con una bellissima canzone di Giammaria Testa, che pare proprio scritta per lei.

L’affettuoso omaggio all’avanspettacolo, con la ripresa di uno storico sketch a base di sapidi equivoci è uno dei momenti più divertenti, segno di una collaudatissima intesa.

Un must per Massimo Lopez è la eccellente interpretazione di alcuni brani storici dell’amatissimo Frank Sinatra. A volte è stata spunto di gag e battute, altrimenti occasione di una compiaciuta e giustificata esibizione canora.

La Jazz Company band del maestro Gabriele Comeglio accompagna efficacemente lo spettacolo. Tutti a casa più rasserenati da garbo e professionalità.

Guido Buttarelli

Dove eravamo rimasti
Spettacolo di arti varie scritto da Massimo Lopez e Tullio Solenghi
con la collaborazione di Giorgio Cappozzo
con la Jazz Company diretta dal M° Gabriele Comeglio
Una produzione International Music and Arts

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Il 14 Febbraio, giorno dell’amore, il ritorno del grandioso Cristian Faro!

  Manca esattamente un mese all’uscita del nuovissimo progetto musicale...

Tania Morini, Una performer in tacco a spillo

Datele un paio di tacchi (preferibilmente alti, possibilmente altissimi),...