Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

“Liquido”. Verso il Giappone per ritrovare se stessi

Data:

Fino al 26 febbraio 2017 al Ridotto del Mercadante di Napoli

Fino al 26 febbraio al “Ridotto del Mercandante” è andato in scena “Liquido” uno spettacolo scritto e diretto da Marcello Cotugno in collaborazione per la parte drammaturgica di Irene Alison. “Liquido” è la storia di Guido, interpretato da Salvatore Cantalupo, che dopo una vita da impiegato e padre di famiglia si ritrova pensionato a convivere con una quotidianità fatta di disprezzo e solitudine. È la storia di una moglie assente e di due figlie Sofia ed Elena, rispettivamente interpretate da Valentina Acca e Serena Marziale, egoiste e viziate che vivono una realtà parallela fatta di droghe ed eccessi.

Oppresso dall’amore negato delle due figlie e da una impotenza non solo fisica ma anche relazionale, in seguito all’improvvisa morte della moglie, Guido rifugge ogni responsabilità per raggiungere il Giappone e sottoporsi ad un trattamento di regressione dai dolori e dalle frustrazioni attraverso un liquido che tutto assorbe.

È un’opera che lascia inquieti, che colpisce lo spettatore con una realtà fatta di silenzi e ombre.  La regia di Marcello Cotugno delinea intenzionalmente una propria estetica del “crossover” dove i personaggi passano da una recitazione relazionale, basata sulla credibilità degli stessi , per poi subire  un’astrazione e successivamente  abbattere la quarta parete creando un momento privato in cui si raccontano.

La scena, curata dalla Cattedra di Scenografia del prof.  Luigi Ferrigno dell’Accademia di Belle Arti di Napoli,  si apre in un cyberg spazio. Gli oggetti di scena integrano la drammaturgia di Cotugno e costituiscono un  meta testo per i personaggi che attraverso essa mutano trasformando gli oggetti  in simbolo.

Alfonso Postiglione, in video Dottor Hao, ha convito così come le scene di Sara Palmieri, i costumi di Annalisa Ciaramella, le luci di Carmine Pierri e i video di Alessandro Papa.

“Liquido” è esperienza della crisi relazionale del mondo attuale, delle dinamiche stranianti intraparentali e dell’individualismo più acuto; è una finestra sulla realtà che apre ad interrogativi sociali ancora insoluti.

Eleonora Viola

LIQUIDO
testo e regia Marcello Cotugno
collaborazione alla drammaturgia Irene Alison
con Valentina Acca, Salvatore Cantalupo, Xhilda Lapardhaja, Serena Marziale
in video Alfonso Postiglione
scene Sara Palmieri
costumi Annalisa Ciaramella
luci Carmine Pierri
video Alessandro Papa
colonna sonora a cura di Marcello Cotugno
aiuto regia Beatrice Tomassetti
assistente alla regia volontaria Martina Gargiulo
direttore di scena Nicola Grimaudo
sarta Francesca Colica
foto di scena Marco Ghidelli
scene a cura della Cattedra di Scenografia – prof. Luigi Ferrigno dell’Accademia di Belle Arti Napoli
produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Guardiani della Galassia – Volume 3

Chi vi scrive non è un amante del Marvel...

“SONO UN PESCE”: IL NUOVO SINGOLO LUCA URBINATI

Luca Urbinati, classe ’94, è un cantautore che scrive...

Lamerica

ITALIA  1994  111’  COLORE REGIA: GIANNI AMELIO INTERPRETI: ENRICO LO VERSO,...

Federica Iuliano, una carriera annunciata nel mondo della moda

  Oggi parliamo di Federica Iuliano, una modella e fotomodella...