Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Stanley Jordan con il meglio del Jazz aretino per l’autismo

Data:

Al Teatro Petrarca di Arezzo l’1 aprile 2017

È stata una serata emozionante quella che ha avuto luogo sabato 1 aprile al Teatro Petrarca di Arezzo, dove l’Arezzo Jazz All Stars si è esibito in favore della giornata dedicata all’autismo, che in realtà è festeggiata il 2 aprile, ma che in questo caso è stata omaggiata con questa manifestazione iniziata il primo giorno del mese. Il gruppo era formato da importanti personalità del Jazz aretino e non solo, dove c’erano Maurizio Bozzi al basso, Claudio Cuseri alla batteria, Marco Pezzola al piano, Francesco Giustini alla tromba e Benedetto Burchini al sax, i quali hanno dato vita a una serata di alto spessore musicale, intonando brani  come “Invitation”, “Una Mas”, “The Jody Grind”… e la già grande qualità dello spettacolo è aumentata con l’arrivo sul palcoscenico della cantante Laura Falcinelli, che con il suo timbro da musica nera – rarissimo da trovare in Italia – ha incantato gli spettatori con i pezzi “Parola Negra”, “A night in Tunisia” e con un ricordo in onore di Pino Daniele: “Yes i know my way”, che ha fatto entusiasmare il pubblico, grazie alla profonda voce della Falcinelli, unita alla bravura musicale dei musicisti.

Stanley_Jordan_Corriere_dello_SpettacoloNon abbiamo ancora detto chi era l’ospite più atteso della serata, nientepopodimeno che Stanley Jordan, che si è presentato con un assolo che fin da subito ha emozionato l’intero teatro. Il chitarrista ha reinterpretato con il suo stile inconfondibile brani sia del repertorio pop, come “Eleonor Rigby” o classico, come il “Concerto per pianoforte n. 21” di Mozart e ha dato peraltro luogo a un’esibizione di certo originale insieme alla pianista koreana Sue Kyung Son. Pensate, i due si erano conosciuti soltanto il giorno prima, si può dire quindi che quello a cui abbiamo assistito è stato frutto di vera improvvisazione, con la pianista che suonava brani del repertorio della musica d’Arte, quali per esempio il “Chiaro di luna” di Debussy, con il chitarrista che l’accompagnava improvvisandoci sopra le sue note che magicamente tramite la distorsione giungevano all’armonia.

Laura_Falcinelli_Corriere_dello_SpettacoloCon “Mercy Mercy Mercy“ di Joe Zawinul, con la partecipazione di tutti gli ospiti della serata, compreso Jordan, e con ancora Laura Falcinelli al canto, si è conclusa in trionfo questa serata, organizzata dall’Associazione Autismo Arezzo. Un bell’evento per una giusta causa.

Stefano Duranti Poccetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

In arrivo la decima edizione di Francavilla è Jazz

  Quest’anno Francavilla è Jazz (Francavilla Fontana, provincia di Brindisi)...

“La notte della Tosca”. Qui non ci si arrende

Roma, Teatro Roma (via Umbertide 3), dal 5 al...

FRANCESCA NARDO. Un’avventura diventata lavoro

La sua avventura su Instagram è iniziata 2 anni...