Giulia Bertilacchi, una bellezza fra tacchi e tacchetti

Data:

Il suo soprannome era diventato “arbitro coi tacchi”, sintesi ideale del suo amore per il calcio e della sua passione irrefrenabile per le scarpe eleganti. La base di partenza è una: Giulia Bertilacchi di calcio ne capisce davvero, sa cos’è il fuorigioco perché lo ha giudicato sul campo e non solo perché è felicemente fidanzata con Francesco Di Marco, ex giocatore del Genoa di Gasperini oggi “espatriato” nel campionato Ceco. Eppure, quella vita sui campi di calcio, in divisa fluorescente e fischietto sempre in bocca, la limitava eccessivamente. Così, ormai da qualche tempo, ha deciso di tornare al suo primo amore: il mondo della notte, del ballo sfrenato sul cubo, della “bellissima” da ammirare sgranando gli occhi. Come naturale che sia, i social hanno contribuito a farla diventare personaggio. I followers aumentano giorno dopo giorno. Merito di un misto di malizia ed eleganza che cattura al primo sguardo. Occhi chiari e “curve” che lasciano di stucco. Ma non solo. I valori – quelli veri, ad esempio l’aiuto del prossimo – hanno reso ancor più ricca la sua persona. Semplicità e umiltà sono elementi che la caratterizzano da sempre. Guai a giudicarla per un tacco 18 sfoggiato in discoteca o per un vestitino corto corto con cui la si può ammirare nelle sere d’estate. Giulia Bertilacchi è la classica ragazza della porta accanto, acqua e sapone, che ama far baldoria e che sulla sua immagine ha costruito un mondo.

Riavvolgiamo il nastro: chi è Giulia Bertilacchi?

Ho 26 anni, sono di Sestri Levante. Da otto anni lavoro nel  mondo dell’immagine e presto la mia figura per fotografie, immagine e animazione nei locali. Due anni fa lavoravo anche in croce rossa, un’esperienza bellissima che consiglierei a tutti di provare: aiutare la gente e sentirsi soddisfatti a fine giornata è un qualcosa di stupendo.

Come nasce la tua avventura in questo mondo?

Dal desiderio di mettermi sempre in gioco, dal non aver paura di niente. Ho voluto sperimentare… e mi sono conquistata soddisfazioni favolose. Ho vinto vari concorsi di bellezza, tra cui Miss Maglietta Bagnata e La più bella d’Europa,  ho posato per fotografi di vario genere ma mai andando oltre la lingerie. Ho sfilato in passerella, ricordo con soddisfazione un evento con abiti da sposa.

Ma non solo…

L’elenco è lungo! Ho avuto la fortuna di collaborare con alcune delle più importanti aziende motoristiche giapponesi, ho fatto animazione nei locali più belli d’Italia ed ho anche organizzato delle sfilate. Ah, dimenticavo: ho girato un videoclip come protagonista per un amico, Fumo di Londra, ed è stata un’altra esperienza esaltante.

Che rapporto hai con la fotografia?

Ho iniziato a scattare per gioco, poi mi è piaciuto e sono andata avanti. All’inizio di ogni set mi imbarazzo sempre un po’, ma quando prendo confidenza  non vorrei più smettere.

Come ha inizio questo percorso?

Il primo fotografo con cui ho scattato 8 anni fa si chiama Roberto Esposito, dopo un concorso di bellezza dove mi ero classificata seconda e di cui è l’ideatore. Da lì la strada è sempre stata in salita, ho fatto casting per Uomini e Donne e Le Veline. Aspetto l’occasione giusta…

Quello potrebbe essere il futuro. Il “passato”, invece, è in divisa e tacchetti.

Mi piace il calcio, tifo Milan e andavo allo stadio a seguire i rossoneri in urva Sud. La mia passione per il calcio mi ha portato a fare il corso per arbitri: può sembrare strano che una ragazza se ne intenda di calcio e invece è proprio così.

E ti eri guadagnata il soprannome di arbitro con i tacchi…

Potrei anche raccontare qualche aneddoto divertente, ma diventerebbe lunghissima! Ho mollato i campi da gioco non per un motivo in particolare, ma semplicemente  perché preferivo ballare sui cubi in discoteca. Per me in quel contesto, essere guardata è adrenalina pura…

Usciamo dal set: che ragazza sei?

Sono lunatica, senza mezze misure. Sono anche modesta, simpatica e vado d’accordo con tutti. Un mio principio è la sincerità: dico sempre quello che penso, nel bene e nel male. Fino a un anno fa facevo volontariato, ora invece non ho un particolare hobby se non stare con gli  amici e divertirmi. La mia ossessione sono i tacchi, ne comprerei  10 paia al giorno…

Che rapporto hai con i social?

Per anni non li ho mai troppo considerati, preferivo i contatti dal vivo con persone e amici. Negli ultimi mesi, invece, mi sono dedicata di più a Instagram e adesso qualche migliaio di follower ce l’ho pure io… Ed ho capito come sfruttare al meglio quella piattaforma, dove si può interagire ma anche collaborare con aziende.

Presente e futuro: cosa ti aspetta?

Come mi auguro di aver trasmesso, nel quotidiano sono una persona molto semplice. Guardarmi allo specchio e dirmi “sono bellissima” alza la mia autostima e mi fa iniziare bene la giornata. Sinceramente non penso al futuro, preferisco vivermi la giornata. Progetti? Girare il mondo e andare a New York. Per il resto, vada come vada.

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL:
INSTANGRAM: @GIULIA_E_BASTA
FACEBOOK:GIULIA BERTILACCHI

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Il diario di bordo da Sanremo continua

Al Festival di Sanremo 2024 a fare la parte...

Le Etiopiche: Mattia Cason ci inebria con la devastante potenza del simbolico per portarci...

Udine, Teatro Palamostre, Sala Pasolini,  29 ottobre 2022 Assistere a...

“Io ho visto – Strumenti di pace” – IX edizione “Imbavagliati”

  NAPOLI. Dall’Ucraina al Medio Oriente, fino alle “guerre dimenticate”, come in Siria, Repubblica del...