L’opera che passione… “Il Trovatore” al Teatro Regio di Torino

Data:

Inizia dal 10 – 23 ottobre la nuova stagione d’Opera 2018/19 che vedrà l’Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino essere diretto dal notevole direttore d’orchestra israeliano Pinchas Steinberg, noto per aver lavorato con orchestre come i Berliner Philarmoniker, London Symphony Orchestra, Accademia Nazionale di Santa Cecilia e tante altre. A inaugurare questa prima serata sarà Il Trovatore, uno tra i capolavori di Giuseppe Verdi – la sua ultima rappresentazione a Torino fu nel 2005 riscontrando un enorme successo. La partitura del maestro conquisterà il pubblico, avvolgendolo nelle sue atmosfere surreali, dalla musica virtuosa, tutto questo impreziosito dai quattro protagonisti della trama. La sua fama lo precede, dal Metropolitan Opera House di New York al Teatro alla Scala sino al “must see” del Teatro dell’Opera e del Teatro Mariiniskij (1860 – Kirov). La regia è affidata al pluripremiato e internazionale regista scozzese Paul Curran, che intende rinnovare la regia del dramma musicale attualizzandolo, concentrandosi sulle relazioni e dinamiche dei personaggi in scena. Durante la conferenza stampa si è messo in risalto i punti chiave della trama ambientando l’opera nel periodo rinascimentale, sviluppando volutamente temi attuali come la Religione, la Politica, l’Amore e il Sesso, quest’ultimo nel Trovatore è più presente dell’amore romantico, giacché i personaggi sono molto passionali.

Le novità non finiscono, quest’anno il Teatro Regio ha pensato di avvicinare i giovani, fornendo condizioni agevolate dedicate agli Under 16 (gratuito se accompagnati), under 25 e 30, avviando un percorso di formazione professionale e artistica di alto livello, dando la possibilità di accrescere, sul campo, le competenze acquisite durante il loro percorso di studi artistici.

Ecco un commento del Sovraintendente del Teatro Regio William Graziosi: “Il progetto è in linea con le iniziative già messe in pratica che prosegue accrescendo la divulgazione del suo ricco e inestimabile patrimonio artistico coinvolgendo tutti i settori del Teatro portando al Regio circa quarantamila ragazzi ogni anno”. Gli under 16 entreranno gratis se accompagnati da un adulto agli spettacoli d’opera e di balletto. Come dicevamo, da questa stagione, un’altra collaborazione si è affiancata al Regio, l’autorevole IED (Istituto Europeo del Design) con un progetto di Fotografia a Teatro. Gli studenti dell’istituto parteciperanno alla vita teatrale, documentando gli spettacoli della stagione, entrando così nel vivo del melodramma. Il Trovatore è l’opera simbolo del romanticismo italiano, costruito su personaggi consumati da forti passioni che conquistano il pubblico ormai da più di centocinquantanni.

Per questa imponente opera e rappresentazione, la scelta è ricaduta su un cast di prima scelta.

Daniele Giordano

Personaggi e Interpreti:
Leonora (soprano, Rachel Willis-Sorensen/Karina Flores)
Manrico (tenore, Diego Torre/Samuele Simoncini)
Azucena (mezzosoprano, Anna Maria Chiuri/Agostina Smimmero)
Il conte di Luna (baritono, Massimo Cavalletti/Damiano Salerno)
Ferrando (basso, In-Sung Sim/Fabrizio Beggi)
Ines (soprano, Ashley Milanese)
Riuz (tenore, Patrizio Saudelli)
Un vecchio zingaro (baritono, Desaret Lika/Marco Tognazzi
Un messo (tenore, Luigi Della Monica/Alejandro Escobar
Teatro Regio Torino
IED (Istituto Europeo di Design)

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Narcisi. Ovvero Dente per dente.

Il testo di Terron ritorna a teatro! Di Claudia...

ILARIA MUNTONI, UNA FOTOMODELLA IN RAMPA DI LANCIO

Ha iniziato questa avventura quasi per caso, ma adesso...

Il “crack” matrimoniale de “La strana coppia”

Al Teatro Sistina di Roma, fino al 12 novembre...