Alle Gallerie degli Uffizi di Firenze un boom di visitatori e di incassi nel 2018

Data:

I dati relativi al bilancio del 2018 raccolti dal direttore Eike Schmidt sono stati esposti dal medesimo nel corso di una conferenza stampa.
 In particolare il complesso museale fiorentino, che raccoglie la celebre galleria vasariana, la reggia medicea di Palazzo Pitti ed il giardino di Boboli, cresce del 6% rispetto al 2017 per quanto riguarda le presenze e del 50,5% per gli introiti. Nel dettaglio, durante il 2018 ci sono stati 4.153.101 visitatori in tutto il complesso, con un aumento del 6% rispetto all’anno precedente, quando erano stati 3.918.350.
Confermata la permanenza della Galleria al primo posto tra i museo italiani come numero di visitatori. A Palazzo Pitti le presenze sono state 735.390 (con un significativo aumento di +25%), mentre al Giardino di Boboli 1.188.409 (+9%).
Sul fronte degli incassi, grazie alla nuova bigliettazione con prezzo variabile in base al periodo dell’anno, per le Gallerie degli Uffizi il 2018 si chiude con un aumento da record: 34.090.512 di euro, con una impennata del 50,5% rispetto al 2017, quando gli introiti erano stati 22.645.676. Nell’ambito di questo totale, 29.446.935 sono arrivati dai biglietti (+62% rispetto al 2017), e 1.277.172 dalla vendita di fotografie, pubblicazioni, concessioni per riprese tv e spazi per iniziative speciali (+19,5% rispetto 2017). 918.136 euro sono arrivati da donazioni di privati.
Ampliando il raffronto dei numeri 2018 in una prospettiva quadriennale, si registra che rispetto al 2014, quando i visitatori del complesso erano stati 3.297.897, c’è stata una crescita del 26%; riguardo agli introiti, nello stesso periodo di tempo sono più che raddoppiati, passando dai 16.082.364 di 4 anni fa agli oltre 34 milioni,  un incremento del 112%. Non solo.
Dal 2015, per servizi pagati dalle Gallerie degli Uffizi, sono stati creati da Ales, la società in house del Ministero dei Beni culturali, 94 nuovi posti di lavoro, l’acquisizione di 64 nuove opere e un notevole ampliamento dell’attività scientifica con 6.566 pagine complessive di pubblicazioni, distribuite in 25 volumi, alle quali vanno aggiunte altre 4.496 pagine di traduzioni di testi in sette lingue, 4 i convegni internazionali organizzati e 32  conferenze.
Mauro Guidi

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

ALESSANDRO E LA SUA ARTE DI IMMORTALARE IL PASSATO

Alessandro Piano è un creativo italiano le cui opere...

I diversi significati della parola “ovvero”

Il vocabolo ovvero possiede due significati opposti, vediamo quali...

Acqua e fuoco – sorelle nella poesia

Dal libro ‘Eliadi’ di Maresa Elia e Lucia Elia...