30 anni dopo, Goku e Vegeta li fanno ancora “fuori” tutti ma stavolta al cinema: Recensione di Dragon Ball Super Broly. Il ritorno della leggenda

Data:

Dragon Ball Super: Broly arriva in sala e polverizza tutta la concorrenza a suon di Onda energica, cannone Garlick e Super Sayan God e fusioni.

Una partenza sensazionale quella dell’anime che al primo giorno di programmazione incassa 542mila euro con oltre 75mila spettatori.

20 lungometraggi animati, quattro serie tv (e un’altra è in arrivo), una quantità indescrivibile di giochi, giocattoli, videogame e merchandising vari e milioni di fan in tutto il mondo. Questo e molto di più è Dragon Ball, l’anime ideato da Akira Toriyama che, ancora oggi a più di trentanni di distanza, continua a far battere il cuore di adulti e bambini. E che ora, con il suo ultimo grande film in arrivo al cinema, mette d’accordo tutti con una spettacolarizzazione travolgente della misurazione del potere, della lealtà e dell’essere se stessi a tutti i costi.  Perché nel bene e nel male questo è Goku: un eroe fortissimo e dal cuore buono e lo spirito nobile.

Il film giunge come  un pezzo chiave della storia perché per la prima volta si spiega per filo e per segno la distruzione del pianeta Vegeta, Bardak, i Sayan sopravvissuti, tra cui ovviamente Broly – il più forte di tutti.

Nella pellicola si vede Gogeta ( fusione di Vegeta e Goku) trasformarsi in Super Sayan God e i fan dell’anime non possono che apprezzare un simile gesto. Gogeta è già apparso in altri film e anche nella storia di Dragon Ball ma essendo il film slegato da tutti i capitoli precedenti, i due dicono di unirsi per la prima volta( esclusa la versione “Potara” durante la saga di Majin Bu)

 Son partiti anche gli Hashtag  sui social (#Brolyzzati e #DragonBallSuperBroly) mentre su Snapchat è stata creata una speciale lente per che consente, a chi la sblocca, di diventare addirittura Super Saiyan, in modo che i fan sfegatati da sempre di Goku e Vegeta possano essere, attraverso filtri social, come i loro beniamini. E Dragon Ball Super: Broly – distribuito in Italia da Anime Factory di proprietà di Koch Media – ha già macinato vari record nel mondo. In Giappone è stato il film della licenza che ha incassato di più in assoluto. Oltreoceano ha raccolto oltre 30 milioni di dollari solo negli Stati Uniti che, uniti ai 71 raccolti nel resto del mondo, hanno fatto arrivare il totale di incassi a 101 milioni di dollari. Il più alto per un Anime e per un lungometraggio della serie Dragon Ball.

“In questo film – spiega Akira Toriyama – assisterete a molti combattimenti agguerriti e vi renderete conto di come agiscono le forze del destino e di come porteranno Son Goku, Vegeta e Broly a incontrarsi e a scontrarsi. I combattimenti in questo film sono spettacolari e con una grafica eccezionale, specie la bellezza del paesaggio innevato prima e poi dopo immerso nella lava per via dello scontro.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati