Ilaria Postuti. Chi l’ha detto che una mamma non può essere una fotomodella?

Data:

Questa è la storia di una mamma che ha strizzato l’occhio alla fotografia, di una donna che ha innato il gusto per l’eleganza e di una moglie che ha scoperto il fascino della macchina fotografica grazie a suo marito. Se tre è il numero perfetto, qui siamo ad un passo dalla perfezione. Il fascino di Ilaria Postuti è quello che trasuda a prima vista: una femminilità semplice e un corpo che trasmette una sensualità mai volgare. Ma oltre alle gambe c’è di più. A far la differenza, nel suo caso, ci sono il cervello, i principi e i valori. Guai a fermarsi all’apparenza. In lei, l’abito non fa il monaco. La femminilità è innanzitutto qualcosa che le appartiene, non uno strumento per apparire. Ecco che, a 34 anni da compiere fra poco, con un lavoro come responsabile commerciale in una grande multinazionale e una famiglia da gestire, Ilaria è riuscita nell’incredibile traguardo di farsi strada nel mondo della fotografia. Piccoli passi, ma non troppo. Da qualche tempo è testimonial ufficiale di un negozio di abbigliamento e fra poche settimane due suoi scatti entreranno a far parte di una mostra sulla figura femminile. Soddisfazioni che la spingeranno – c’è da starne certi – a continuare a muovere passi in questo settore. Dove, a onor del vero, ci è entrata grazie alla crescente passione per la fotografia di suo marito Davide e dopo aver conosciuto Massimo Brugnetti, un fotografo romano che la prima volta partì dalla Capitale pur di fotografarla. Ci aveva visto lungo. “La fotografia mi ha dato maggior consapevolezza di me stessa – racconta Ilaria – so di valere per la persona che sono, non solo per il fisico che mostro. Nella vita so di aver superato ostacoli spesso difficili, vorrei che da ogni scatto emergesse un’emozione o uno stato d’animo, non solo qualche centimetro di pelle nuda”. Una frase che rende bene l’idea della donna che è. Sempre impeccabile nell’outfit e nel make-up, con abbigliamenti che non mancano di renderla apprezzata dal popolo maschile. Ma il gioco si ferma lì. Il suo tran tran è all’insegna del lavoro, del marito Davide e di sua figlia Giada, che ad appena 6 anni sembra già aver preso un pizzico di sana vanità dalla mamma.

Mamma, moglie, lavoratrice e fotomodella.

Ma il filo conduttore è uno solo: aver voglia di raggiungere traguardi importanti, puntare sui propri mezzi e dare sempre il 100%, senza mai tirarsi indietro. Solo così si può trarre da ogni contesto gioia, felicità ed entusiasmo. E io sono fatta così: il sorriso non mi manca mai.

Riavvolgiamo il nastro: Ilaria Postuti è…

Mamma di Giada, moglie di Davide, responsabile commerciale per una multinazionale e una ex studentessa del PACLE diplomatasi a pieni voti che sognava un futuro come traduttrice. Ma mi sono buttata subito nel mondo del lavoro… e da qui ho tratto soddisfazioni e gratificazioni.

Insomma, la fotografia sembrava piuttosto lontana.

Al più posso dire di aver frequentato un corso di dizione e doppiaggio, ma per ora il mio approccio col mondo dello spettacolo si è fermato lì! Con la fotografia tutto è nato per scherzo: mio marito, Davide Cogliati, aveva bisogno di far pratica mentre seguiva un corso e io… mi sono prestata! In più, da tempo collaboravo con un negozio di Inzago (Provincia di Milano) in veste di testimonial per abbigliamento e scarpe. All’inizio con Scarpa Chic la collaborazione era semplice, qualche scatto con lo smartphone e… via! Ma col passare del tempo è diventato tutto più preciso e gratificante.

Un passo verso un mondo che ti piace.

A mio vantaggio dico che la moda fa parte del mio dna: curarsi e sentirsi belle con se stesse… fa vivere la vita con felicità! Amo la moda, ho cassetti pieni di vestiti, abbigliamento, accessori. Mi piace la classe ed il gusto, attraverso le fotografie che realizzo voglio trasmettere l’immagine di una donna elegante, di una mamma che ha cura di se stessa, di una 34enne a cui piace star bene.

Il tuo aspetto, d’altronde, è un bell’aiuto…

Di me penso che passi innanzitutto il messaggio di eleganza, di femminilità non artificiosa, di una cura della mia immagine. Mi sento bella, anche se le imperfezioni non mancano e si potrebbe far sempre… meglio! Però parto da una buona base e mi ritengo fortunata: con una alimentazione curata e qualche ora in palestra, il fisico si mantiene!

Ed ecco che è arrivata la sfida della macchina fotografica.

Iniziata come detto per gioco con mio marito e poi proseguita con shooting con altri fotografi fino all’incontro con Massimo Brugnetti, un fotografo di Roma con cui è nato un feeling straordinario e che nelle varie sessioni di scatto ha saputo raccontarmi in modo artistico. Con lui è nata amicizia sincera, è grazie a lui se sarò protagonista di un altro straordinario progetto.

Ovvero?

Due scatti che mi vedono protagonista, un ritratto e un glamour, saranno esposti in una mostra nella Capitale. È qualcosa di magico che mi spinge ad andare avanti.

Per arrivare… dove?

Sognare non costa nulla, ed allora confesso che mi piacerebbe essere la protagonista di una campagna pubblicitaria e di essere scelta per rappresentare qualche brand. La visibilità non mi spaventa…

Anche se, come sempre, social e paesi piccoli fanno mormorare la gente.

Purtroppo questo accade ancora. Il pregiudizio e la realtà di paese fanno volare con la fantasia chiunque si ritrovi davanti una donna curata. È un peccato, se mi conoscessero a fondo saprebbero che vivo di principi e di valori antichi, forse persino fuori dal tempo, ma che custodisco gelosamente.

Bella, intelligente e provocante. Quanto senti tue queste definizioni?

Più che bella mi sento affascinante per il mio modo di fare, per il mio portamento, per la mia eleganza. Intelligente ci tengo ad esserlo: la testa ha fatto la differenza, ho sempre voluto il massimo. E provocante… io non mi ci vedo, se accade è senza che me ne renda conto!

Anche sui social, la tua visibilità sta aumentando.

Soprattutto su Instagram posto il mio lato più vicino alla fotografia, racconto le mie collaborazioni e le mie partnership. Ci tengo a far emergere l’idea di essere sempre curata, attenta alle mode, bella… ma non solo! Sono abituata a relazionarmi con le persone, voglio che emergano i contenuti che mi contraddistinguono.

Insomma, una fotomodella ricca di valori.

Proprio così: potrò quasi sembrare una donna all’antica, ma ne sono orgogliosa. Chi si ferma all’apparenza, si perde il meglio di me che sta nella testa, nel mio modo di ragionare, nel mio sorridere davanti a qualunque situazione ricercadone la positività.

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/ilaria_postuti/?hl=it
Foto copertina di Massimo Brugnetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Il primo contest di burlesque a Torino

Raffinato, mai volgare, alquanto spiritoso. Ci si trova a...

FESTIVAL MUSICA BELLA: prorogate al 3 giugno le iscrizioni al contest dedicato ai nuovi...

  FESTIVAL MUSICA BELLA   PROROGATE AL 3 GIUGNO LE ISCRIZIONI AL CONTEST RIVOLTO...

CINERBLUE, LA FOTOGRAFIA COME SFIDA CON SE STESSA

Questa è la storia di una ragazza che si...