A Livorno per assistere alla 82^ edizione del PALIO MARINARO

Data:

Sabato 29 giugno 2019 ( (data di riserva domenica 30 giugno)si svolgerà a Livorno, dal pomeriggio al tramonto , nel tratto di mare antistante la meravigliosa Terrazza Mascagni, l’82^ edizione del PALIO MARINARO, una gara remiera su un percorso di circa 2000 metri che si estende tra i Bagni Pancaldi e l’Acquario Comunale.
Il Bignami del Palio Marinaro livornese :
La premessa alla comprensione della storia del Palio marinaro livornese passa dal ricordo di alcuni fatti storici come le Leggi Livornine , l’istituzione a Livorno di un porto franco, il ricordo dei mitici ‘risiatori ‘, marinai così detti per il rischio della vita che ponevano nel cercare di acquisire il diritto di scarico di un veliero semplicemendo ingaggiando una estemporanea gara remiera magari tra i flutti alti e resi violenti dal vento di libeccio nelle gelide notti livornesi. La venerazione della Modonna di Montenero , l’occhio benevolo di Cosimo de Medici hanno contribuito con aspetti ‘ sacri e profani ‘ di grande rilievo alla identificazione di un evento sportivo come simbolo distintivo di un popolo.
”Partendo da molto lontano si può affermare che Il palio livornese è la rievocazione in mare aperto delle regate che, circa cinque secoli fa, venivano disputate in occasione di grandi eventi davanti alla Fortezza Vecchia, sotto l’occhio appassionato e divertito di Cosimo de Medici, che le seguiva dal Terrazzino della Canaviglia. Però il palio vero e proprio risale all’anno 1605 quando fu realizzato il canale perimetrale intorno alla Fortezza Nuova. Di solito il Palio veniva disputato l’8 settembre, festa della natività della Madonna, quando una gran folla di persone arrivava dai paesi limitrofi e dalle campagne per pregare al Santuario di Montenero ma bastava un’occasione importante perché si organizzasse un Palio in qualsiasi periodo dell’anno. Per esempio un Palio tra i più fastosi della storia di Livorno si svolse il 21 maggio 1766 in occasione della visita di Pietro Leopoldo, da poco Granduca, e fu organizzato dalla comunità olandese alemanna, una delle “Nazioni” che si stabilirono sul territorio favorite dalle Leggi Livornine e dall’istituzione del porto franco.
Però Il Palio dell’epoca era molto diverso da quello contemporaneo : le imbarcazioni in gara erano solo quattro e non 10 ,il campo di regata non era in mare aperto ed era prevista ancora l’antenna, il palo piantato in acqua su cui doveva arrampicarsi un membro dell’equipaggio, il “montatore”. Questo Palio continuò a essere gareggiato con una certa regolarità nelle acque del quartiere della Venezia fino al 1867. Il Palio fu ripreso ufficialmente nel 1926, dando inizio alla gara contemporanea. Della manifestazione antica restarono pochi aspetti: fu soppressa l’antenna, il campo di gara venne spostato in mare aperto, cambiò l’aspetto delle imbarcazioni, i colori si moltiplicarono e divennero quelli dei rioni, i gozzi in gara furono dieci e molto altro ancora… Da allora il Palio è definito “regata di popolo” e spesso, anche per accentuare questo aspetto, viene collegato alle gare estemporanee che si disputavano nell’ottocento tra i “risi’atori”, barcaioli che per assicurarsi il diritto di scarico sulla banchina remavano il più velocemente possibile, in modo da arrivare primi a bordo delle navi in arrivo, sfidando il mare e rischiando spesso la vita per procurarsi il pane. Il Palio ebbe una sospensione nel 1940, a causa dell’entrata in guerra dell’Italia e venne ripreso nel 1951. ” ( notizie acquisite nel sito www.gareremierelivorno.it/palio-marinaro/la-storia del Comune di Livorno)

Il sorteggio delle boe avverrà giovedì 27 giugno alle ore 21.30 da Surfer Joe (nei pressi dell’Acquario) mentre le gare inizieranno alle ore 18 del 29 con il Palio femminile e successivamente, intorno alle ore 19, il Palio dei ragazzi (juniores). Alle ore 20 inizierà il Palio Marinaro, con gli equipaggi senior dei gozzi a 10 remi fino al tramonto .
Per quanto riguarda le sezioni nautiche che si contenderanno la vittoria, alla gara riservata alle gozzette femminili prenderanno parte gli equipaggi dell’Ovosodo e del San Jacopo, atlete che hanno partecipato a tutte le gare della stagione e che adesso lotteranno per il primo posto nella loro categoria. Per quanto riguarda gli equipaggi maschili, sia per gli juniores (barche a 4 remi) sia per la categoria senior (10 remi) si sfideranno tutte le 8 sezioni nautiche: Ardenza, Borgo, Labrone, Ovososdo, Pontino, San Jacopo, Salviano, Venezia.
Le premiazioni, accompagnate da animazione e intrattenimento musicale, sono in programma per domenica 30 giugno alle ore 21.15 ai Bagni Tirreno.

Mauro Guidi

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Chiara Ferragni immortalata da Claudia Vincenzino

Eccola leggiadra e maestosa Chiara Ferragni per l’evento organizzato...

SILVIA ALBANESE, UNA “SILHOUETTE” TUTTA DA SEGUIRE

Modella e attrice, amante del mondo digitale e dei...