Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Chiara Famooss, una scrittrice creativa nella moda

Data:

Chiara Famooss è una web writer e una content creator. Appassionata in particolar modo di moda e di libri ha pubblicato anche una raccolta di poesie, dal titolo “Piccoli Squarci”. Ascoltiamola in questa intervista.

Ciao Chiara, innanzitutto, per chi non ti conosce, puoi dirmi qualcosa di te in breve?

Ciao Stefano! Sono una web writer e una content creator, uscita da poco dalla Social Academy della Condenast con il contributo della SDA Bocconi. Porto avanti le video-recensioni di libri sul portale Studenti.it e lavoro presso una agenzia di comunicazione.

Ho pubblicato un libro di poesie, “Piccoli Squarci” edito da L’Erudita, che mi sta regalando tante belle sorprese. Attraverso i social cerco di diffondere appunto il mio amore per i libri e per la moda.

Sei interessata veramente a molte cose: moda, libri, sport… come hai maturato questi interessi?

Fin da piccola amavo scrivere storie, racconti, versi e leggere romanzi. La laurea in Lettere Moderne e la specialistica in Editoria e Scrittura non hanno fatto altro che accrescere questa mia passione per la letteratura e per tutto ciò che è artistico. La moda compresa. Dietro ogni abito, ogni collezione vi è un’idea precisa, un messaggio che si vuole far arrivare, proprio come in un libro, ed è questo ciò che mi attrae di più. Lo sport, invece, ha sempre fatto parte della mia vita. A cinque anni ero già in acqua a nuotare e a sette iniziavo nuoto sincronizzato a livello agonistico, continuato poi per undici lunghi e faticosi anni! Molti dei miei ricordi, insomma, sono legati all’acqua. Ciò mi ha portato ad essere curiosa verso le storie degli altri atleti. Mi piace scavare nelle loro vite, trovare punti in comuni e “parlare la stessa lingua”.

Moda e Libri, so che per te questi sono argomenti che ti stanno molto a cuore, come unisci l’amore per la moda alla scrittura? Perché oggi si assiste alla fioritura di molte fashion blogger?

Amando sia la scrittura creativa che la moda, è stato facile unire queste due discipline scrivendo di moda. Ciò mi ha permesso di collaborare con brand emergenti e di poter dare voce alla mia personalità. Attraverso le parole cerco di rappresentare la bellezza che si nasconde dietro ogni progetto di moda. Credo che sia proprio questa bellezza fatta di chiffon, stoffe ricercate, colore puro ad attrarre di più le ragazze di oggi. L’avvento dei social ha facilitato molto il contatto tra i diversi mondi, quindi seguire la strada della fashion blogger può risultare facile e felice. La moda appare come un sogno ad occhi aperti ma in realtà il lavoro in questo campo è difficile, vuole sacrifici e non conosce orari.

“Piccoli squarci”, cosa ti dice questo titolo?

“Piccoli squarci” sono le ferite che ci procuriamo ogni giorno. Quelle che fanno male ma che allo stesso tempo permettono alla luce di entrare. “Piccoli squarci” sono anche le poesie stesse che si susseguono come un flusso libero dove è l’amore a muovere tutto.

Di cosa ti stai occupando attualmente? Progetti per il futuro?

Al momento sto continuando a lavorare nell’agenzia e sto terminando un secondo libro di poesia. Per il futuro prossimo ho in cantiere un romanzo, diverse collaborazioni con nuovi brand e la rubrica per Studenti.it. Poi, vivrò giorno per giorno e spero che anche il prossimo anno possa essere un’esplosione di gioia!

Stefano Duranti Poccetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati