La Società dei Concerti Trieste presenta la prossima Stagione concertistica nel segno del dialogo tra la musica da camera e il mondo produttivo

Data:

Il M° Derek Han è il nuovo Direttore Artistico della Società dei Concerti Trieste; rappresenta forse meglio di qualsiasi discorso l’idea alla base della prossima stagione.

Egli è infatti un artista di fama internazionale, capace di coniugare un’importante attività pianistica con quella di banchiere e di esperto finanziario; consulente artistico per realtà quali l’Orchestra Sinfonica di Stato di Mosca, partecipa a trasmissioni televisive in numerosi paesi nel mondo in qualità di esperto economista.

La nostra epoca non è soltanto liquida, ma pure essenzialmente osmotica e culturalmente meticcia: se da un lato può destabilizzare chi necessita di situazioni chiare, nelle quali sia possibile distinguere chiaramente ogni singolo elemento tenuto ben distinto dagli altri, dall’altro permette di creare infinite connessioni tra le innumerevoli arti e scienze, teorie e prassi, ipotesi e strumenti creati dall’umana creatività.

Trieste ne è  abituata: la sua nascita come città moderna, piccola metropoli a misura d’uomo,  è stata resa possibile grazie all’accorrere di genti dalle lingue e dalle culture diverse e ciò la rese umanamente ed economicamente molto ricca, un fermento i cui echi si percepiscono tuttora riflettendosi con chiarezza e dichiarata intenzionalità anche nella varietà dei programmi e degli ensemble inseriti nel prossimo cartellone di questa  storica associazione musicale triestina.

Si esplicita nel portare la fruibilità della  musica da camera al di fuori degli spazi canonici, come ad esempio negli ambienti di lavoro (il ciclo di eventi “Verso ESOf”), cui si aggiunge una particolare attenzione verso il pubblico giovane e meno giovane. Sono infatti ben 150 gli abbonamenti messi a disposizione degli studenti (100 di questi grazie al contributo della Fondazione CRTrieste), oltre all’iniziativa “Il Biglietto Sospeso” realizzata dal Rotary Club Trieste e destinata alle persone under 27 e over 65.

Non si devono dimenticare le tante collaborazioni con realtà artistiche e imprenditoriali, con istituzioni ed enti pubblici e privati.

Sarà inoltre possibile assistere ad alcuni appuntamenti, aperti a un pubblico più esteso, acquistando biglietti singoli in vendita ai non soci.

L’ottantottesima stagione dalla fondazione è stata presentata presso la Libreria Feltrinelli di Trieste dal Presidente Alberto Pasino, dal Segretario Generale Alessandro Malcangi e dal Consigliere Piero Lugnani.

Ecco in estrema sintesi quanto si potrà apprezzare nel corso della prossima stagione, che si aprirà mercoledì 6 novembre: il Cuarteto d’archi Quiroga, proporrà un programma in cui diverse epoche della musica creata in ambiente spagnolo (Gaetano Brunetti e Alberto Ginastera) si coniugano con il virtuosismo tedesco di Carl Maria von Weber assieme al clarinettista Jörg Widmann.

Nel concerto di lunedì 2 dicembre, in collaborazione con il Rotary Club Trieste, il pianista Andrea Lucchesini ritornerà a Trieste con pagine di Franz Schubert, Johannes Brahms e Robert Schumann.

Il 16 dicembre si darà spazio al vincitore del Premio Venezia (quest’anno dal 14 al 19 ottobre), grazie alla sinergia con la Fondazione Amici della Fenice e la storica impresa triestina Francesco Parisi.

Il duo Emmanuel Tjeknavorian (violino) – Aaron Pilsan (pianoforte) aprirà il 2020: il 13 gennaio 2020 si alterneranno opere di Franz Schubert, Robert Schumann, Albert Dietrich e Johannes Brahms (la Sonata F.A.E. scritta a sei mani), Gabriel Fauré e Karol Szymanowsky.

Il 10 febbraio il Quartetto d’archi Arod presenterà Franz Joseph Haydn, Béla Bartók e Ludwig van Beethoven.

Il 24 febbraio il caldo suono del violoncello di Antonio Meneses avrà al centro brani di Marlos Nobre, Johann Sebastian Bach, Clovis Pereira, Alfredo Piatti e Gaspar Cassadó.

Il 9 marzo l’Ensemble di fiati Il Cantiere dell’Arte diretta da Claudio Mansutti si dedicherà alla Serenata gran partita di Wolfgang Amadeus Mozart e alla trascrizione d’epoca del Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, per strumenti a fiato, scritta da Wenzel Sedlak.

Il 23 marzo ritornerà il pianoforte solista in collaborazione con Fazioli e l’International Competition Rina Sala Gallo: Igor Andreev interpreterà Franz Schubert, Pëtr Ilič Čajkovskij e Alexandr Skrjabin.

Ci sarà spazio anche per la musica sinfonica del Novecento grazie alla presenza, il 6 aprile, dell’Istituzione Musicale Sinfonica del Friuli Venezia Giulia diretta da Igor Zobin (solista Peter Soave al bandoneon): si potranno ascoltare nel corso della serata musiche di Aldemaro Romero, Astor Piazzolla, Aleksandr Borodin, Igor Stravinskij.

La pianista Ivana Damjanov sarà protagonista il 23 maggio, in collaborazione con il Festival Nei Suoni dei Luoghi, e alternerà trascrizioni di pregio (Bach/Busoni e Stravinskij/Agosti) ad eterne sonate (Beethoven e Chopin).

Filippo Gamba, il 8 giugno, proseguirà il “cammino dell’integrale beetoveniana” con quattro tra le ultime sonate del genio di Bonn.

La stagione 2019/2020 si concluderà il 15 giugno con la Nuova orchestra da camera “Ferruccio Busoni” diretta da Massimo Belli che, assieme al violinista Massimo Quarta, festeggerà il 55° dalla sua fondazione con due concerti (di Giuseppe Tartini e Giovanni Battista Viotti) e una sinfonia di Luigi Cherubini.

Ci saranno numerosi eventi fuori abbonamento, alcuni già annunciati.

Sabato 26 ottobre, in collaborazione con Wunderkammer, la Zebo – Zero Emission Baroque Orchestra si cimenterà nell’originale narrazione musicale dal titolo “L’arte dell’invenzione” con musiche di Janequin, Willaert, Despre, Bendusi, Mainerio, Tromboncino, Senfl, canti originali lanzichenecchi e musiche del primo protestantesimo.

La bella cornice della Sala del Trono del Castello di Miramare è stata nuovamente scelta per il Concerto di Natale (il programma e l’organico sono ancora in fase di definizione).

La prevendita delle tessere di abbonamento e dei biglietti inizierà lunedì 16 settembre presso La Feltrinelli Libri e Musica Trieste.

Ogni indicazione sulle diverse forme di abbonamento è visibile sul sito della Società dei Concerti www.societadeiconcerti.it

Paola Pini

Società dei Concerti Trieste
Stagione concertistica 2019-2020
88° cartellone
Sala Grande del Teatro Giuseppe Verdi di Trieste
Concerto n. 1460 – mercoledì 6 novembre 2019 – biglietti singoli in vendita anche ai non soci
Cuarteto Quiroga, archi con Jörg Widmann, clarinetto
Concerto n. 1461 – lunedì 2 dicembre 2019
Andrea Lucchesini, pianoforte
Concerto n. 1462 – lunedì 16 dicembre 2019
concerto del vincitore del Premio Venezia
Concerto n. 1463 – lunedì 13 gennaio 2020
Emmanuel Tjeknavorian, violino – Aaron Pilsan pianoforte
Concerto n. 1464 – lunedì 10 febbraio 2020
Quartetto Arod, archi
Concerto n. 1465 – lunedì 24 febbraio 2020 – biglietti singoli in vendita anche ai non soci
Antonio Meneses, violoncello
Concerto n. 1466 – lunedì 9 marzo 2020 – biglietti singoli in vendita anche ai non soci
Il Cantiere dell’Arte – Ensemble di fiati – Claudio Mansutti, direttore
Concerto n. 1467 – lunedì 23 marzo 2020
Igor Andreev, pianoforte
Concerto n. 1468 – lunedì 6 aprile 2020 – biglietti singoli in vendita anche ai non soci
Istituzione musicale e sinfonica del Friuli Venezia Giulia – Igor Zobin direttore caon Peter Soave – bandoneon
Concerto n. 1469 – lunedì 25 aprile 2020
Ivana Damjanov, pianoforte
Concerto n. 1470 – lunedì 8 giugno 2020
Filippo Gamba, pianoforte
Concerto n. 1471 – lunedì 15 giugno 2020 – biglietti singoli in vendita anche ai non soci
Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni” – Massimo Belli direttore con Massimo Quarta, violino
EVENTI SPECIALI
Sabato 26 ottobre 2019
Chiesa Evangelica Luterana – biglietti singoli in vendita anche ai non soci
in collaborazione con Wunderkammer
ZEBO – ZERO EMISSION BAROQUE ORCHESTRA
Dicembre 2019 – data da definire
Sala del Trono del Castello di Miramare
in collaborazione con il Museo del Castello di Miramare
Concerto di Natale
“VERSO ESOf”
2019-2020
Ciclo di eventi
La musica in luoghi di lavoro, d’impresa e di scienza in attesa di ESOf 2020 – Trieste Capitale Europea della Scienza
Con:
il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
il patrocinio del Comune di Trieste
Il sostegno della Fondazione CRTrieste e delle Fondazioni Casali
i partner:
Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi Trieste
la Feltrinelli
le collaborazioni:
Francesco Parisi
Fondazione Amici della Fenice
Fazioli
International Piano Competition Rina Sala Gallo
Festival Nei suoni dei Luoghi
Rotary Club Trieste
Wunderkammer – Rassegna internazionale di Musica Antica
Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini di Trieste
Rittmeyer – Istituto per i Ciechi
Le Dimore del Quartetto
La Società dei Concerti Trieste aderisce alla rete “Amur” Associazioni MUsicali in Rete

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Nanni Acquarone alla conquista del Passaggio Nord Est

La Città di Torino ha concesso il proprio patrocinio...

“Il Padre”

“Il padre” è una pièce nata dalla creatività del...

In occasione della Festa della Donna 2018, si rinnova l’appuntamento con l’evento Anima...

MARTEDì, 20 MARZO 2018,Piccolo Teatro, Chiostro ‘Nina Vinchi’, via...