“PERCHE’ NON L’HA DETTO SUBITO?”:  LA PAROLA A GIANLUCA CECCONELLO

Data:

Oggi noi di Corriere Spettacolo ci troviamo in compagnia di un attore, Gianluca Cecconello che ci racconta come nasce lo spettacolo che lo vedrà tra una settimana “protagonista” sul palcoscenico del Teatro Euclide.

Lo spettacolo si intitola “Perché non l’ha detto subito?” e nasce come una commedia dell’equivoco.

Dichiara Gianluca “Si tratta di una commedia che ritengo essere assolutamente brillante ed esilarante…Il genere? A tratti noir e a tratti giallo”.

Prosegue l’attore: “Io, Monica Carpanese e Manuela Montanaro siamo una compagnia collaudata ormai da anni e da un po’ di tempo sentivamo la necessità di mettere in scena una commedia di questo tipo, che potesse farci sbizzarrire più del solito…Un bel po’!

Continua Gianluca Cecconello: “Il nostro incontro è stato casuale. Anni e anni fa eravamo stati scritturati assieme per uno spettacolo e fu subito intesa…Ci siamo subito piaciuti, sentiti, percepiti e affiatati. Siamo tre anime piacevolmente pazze e le nostre vite artistiche sono spesso diverse: Monica  è un’attrice di cinema e teatro, sceneggiatrice e produttrice, Manuela è attrice di prosa, cantate lirica e docente di improvvisazione ed io sono un attore cinetelevisivo e teatrale, doppiatore, presentatore e speaker, autore e docente di recitazione. Senza dubbio la cosa che ci lega in assoluto è un’amicizia molto profonda e un amore sfrenato per la recitazione e tra le varie, quello che tutt’ora ci accomuna è il teatro…Tutto questo ci permette di osare e giocare molto di più sia nella vita che sulla scena”.

La proposta di realizzare “Perché non l’ha detto subito?” – ci ha raccontato Gianluca nella chiacchierata iniziale -,  è arrivata da Monica ed è stata un’idea che lui e Manuela hanno abbracciato subito, senza nemmeno pensarci. Si sono messi subito a scrivere il progetto sviluppandone la sceneggiatura fino ad arrivare a cercare altri tre attori che potessero interpretare gli altri tre ruoli di cui la commedia necessitava.

I personaggi dello spettacolo vivono, equivoco dopo equivoco, in uno spaccato di vita al limite con l’assurdo. Hanno caratteri ben definiti, con sfumature reali, artificiose e caratterizzate ed il loro filo conduttore che ne muove le dinamiche è la follia.

Sottolinea Gianluca: “La regia abbiamo deciso di affidarla a Monica perché più di noi sapeva come sviluppare al meglio le scene e la storia fin dall’inizio”.

Evidenzia l’attore in conclusione: “Le risate sono arrivate già nella fase della stesura del copione…Ore ed ore a progettare intrecci, avventure, passioni e colpi di scena, caratteri e psicologia dei personaggi…E anche adesso che l’abbiamo messa in piedi, in questi giorni delle ultime giornate di prove, fatichiamo davvero molto a trattenerci e rimanere seri. Sono molto felice e vi aspetto tutti a Teatro il prossimo 21 dicembre”.

Roberta Nardi

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Al Festival di Verezzi è il momento delle prime nazionali

Savona. Domani sera, mercoledì 14 luglio, il Festival teatrale...

ELLY CAPUTO. Spettacolo e musica nel dna

Il mondo della musica e dello spettacolo fanno parte...

SIMONA PAVIA, UNA MISS FRA STUDIO E GRANDI SOGNI

Una ragazza acqua e sapone, studentessa al Liceo Scientifico...