SILVANA SCAFURA, UNA MAMMA COME FOTOMODELLA

Data:

Dalla fotografia alla televisione, dai social-network ai video promozionali. La carriera di Silvana Scafura è un divenire di novità. A 35 anni – portati come se ne avesse una decina di meno – ha deciso di buttarsi a 360 gradi nel campo dello spettacolo. Dopo aver iniziato prestissimo in quel di Brindisi, ora che si è stabilita in pianta stabile alle soglie di Milano ha tutte le carte in regola per togliersi qualche nuova soddisfazione. Dalla sua ha un’energia da vendere, un corpo che le teenager le invidiano e una naturale propensione a mettersi in gioco con eleganza e sensualità. Gli eccessi e la volgarità non fanno al caso suo. Così, passo dopo passo, ha saputo inanellare pubblicità, comparse in tv, presenze davanti alle videocamere e molto altro ancora. E l’autunno ha in serbo almeno due novità importanti che presto potrebbero portare il suo volto in giro per l’Italia. Insomma, un orizzonte sempre più roseo anche se Silvana non si scompone e prosegue la sua quotidianità dando slancio alla sua attività imprenditoriale. L’obiettivo è quello di restare umile e semplice, come è adesso. “E’ quello che mi ha detto anche il mio compagno, di non cambiare mai” racconta Silvana, mamma di una splendida bimba di 4 anni, a sua volta curata e inappuntabile anche sul lavoro. Figurarsi quando il set richiede un pizzico di femminilità in più…

Com’è iniziata questa avventura?

Avevo appena 19 anni, un fotografo di fiducia mi propone di realizzarmi alcuni scatti che sarebbero poi stati utilizzati come gigantografie per una vetrina commerciale. Non vidi nulla da perdere, mi buttai e finii sul set. Mi dissero che sembrava che scattassi da una vita, che seguivo l’obiettivo come fosse l’occhio di una persona.

E fu così che tutto iniziò…

Esattamente! La mia gigantografia apparve nei dintorni di Brindisi, venni chiamata per altre sfilate per negozi di paese. Salii in passerella con abiti da sposa, vestiti casual, lingerie e costume. Il passaparola e Facebook fecero sì che venni notata da sempre più persone e da sempre più fotografi. Stavo muovendo i primi passi, realizzavo un sogno che avevo sin da bambina: potevo essere un personaggio sempre diverso, raccontando emozioni e immagini ogni volta inedite.

La tua carriera si è allungata ben presto…

Ho realizzato una trentina di shooting, collaborato con una decina di fotografi. Ho scattato in un manicomio abbandonato e ho posato col pancione. Ho giocato con la femminilità che mi rappresenta: non sono una femme fatale, mostro una sensualità velata. Sul set e sui social, trasmetto salute ed eleganza. Vorrei che gli occhi di chi guarda le mie foto, veda e percepisca questo.

Alcuni tuoi scatti sono intrisi di significato.

Ho partecipato ad un progetto esposto nei Palazzi della Provincia di Brindisi in cui ho narrato attraverso la mia immagine il tema del no alla violenza sulle donne, ho realizzato scatti con una Compagnia privata indossando abiti di collezionisti, antichi e pregiati. Devo anche attribuire un ringraziamento speciale alla fotografa Cris Galeazzi, un animo dark con abilità speciali, che ha saputo ritrarmi con maestria.

Non solo fotografia…

Ma anche tv! Ho effettuato comparse per Real Time, Rai e La9. Ho anche già partecipato a videoclip per gruppi musicali e ho tutta l’intenzione di proseguire mettendomi in gioco in questo settore. Anzi, mi piacerebbe essere la protagonista di un programma in cui professionisti del settore stravolgano il mio look, il mio make-up o la mia acconciatura.

Nessuna paura di buttarsi…

Macchè, ho iniziato a farlo anche sui social! Confesso che ho sempre lavorato tramite conoscenze e passaparola, ma al giorno d’oggi è fondamentale esserci sul web. Anche qui però voglio continuare a dare un’immagine pulita e semplice di me stessa , non voglio mai forzare e mostrare quel che non sono.

Eppure, ti piace esprimere la tua sensualità…

Diciamo che sul set non ho imbarazzo a mostrare la mia fisicità con eleganza, e nel quotidiano mi piace scoprire i miei punti forti. Io mi piaccio, mi guardo, e mi vedo bene. Questo è il punto di partenza di tutto. Ed è con queste armi che punto ad arrivare sempre più in alto, ad essere contattata da fotografi professionisti e a prendere parte a progetti innovativi. Ma non voglio scadere nel nudo volgare, non vorrei che un domani io o mia figlia dovessimo pentirci di una scelta fatta.

C’è un personaggio dello spettacolo a cui ti ispiri?

Senza dubbio Lady Gaga: è la donna più versatile che io conosca, a lei sta bene tutto indosso! E non ha usufruito della chirurgia estetica…

Un tema sempre molto dibattuto.

Io non ne sono contro, mi sono concessa un ritocco per sentirmi più donna e più bella. E, entrata nel mondo degli “anta”, ricorrerò a qualche regalo per ritardare l’avvento della vecchiaia. Lo dico senza ipocrisie e senza vergogna.

Cosa pensi di avere più delle altre donne che provano a buttarsi nel mondo dello spettacolo?

Non ho nulla di più e nulla di meno, ho dalla mia una particolare fotogenia e il supporto del mio compagno. Penso di essere una donna bella, intelligente e intraprendente, ma sempre con la testa sulle spalle. Ho il supporto di mamma, che in casa tiene le fotografie dei miei shooting. E ho dalla mia la voglia di emergere senza eccessi, semplicemente restando la Silvana che sono e che tutti conoscono.

Luca Fina

 

Contatti social
https://www.instagram.com/sil.monster
https://www.facebook.com/silvana.l.rose

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Gianluigi Barbieri immortala tanti volti noti a Roma

Come sempre nella capitale orbitano tanti eventi e tanti...

Iskra Menarini, la voce poetica della canzone italiana

Oggi sono molto emozionato perché ho il piacere di...

Lo spavento dei migliori

Michelangelo entrò d' impeto nella stanza sbattendo la porta...