Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

“IL CIELO SOPRA IL LETTO – SKYLIGHT”. Teatro Eliseo in Streaming 

Data:

Fino al 5 gennaio 2021 al Teatro Eliseo di Roma

La penna di David Hare in “Il cielo sopra il letto” anima una complessa storia d’amore. L’ evento vede protagonista Saverio un uomo di successo, sposato con prole e la sua giovane segreta amante Elisabetta. La ragazza vive in casa con i coniugi tanto da diventare amica intima dell’incauta moglie che ignorando il ménage conferisce alla giovane anche il ruolo di educatrice dei figli, i quali hanno per la giovane donna un adorabile affetto. La vicenda dura per lungo tempo e si interrompe solo quando la moglie viene a sapere della tresca. La conclusione del rapporto fedifrago fa naufragare la storia d’amore tra Saverio e la ragazza. Elisabetta sconvolta invece di scoprire le sue carte e prendersi le sue responsabilità, decide di abbandonare la casa e rifiutare l’amore eterno che prometteva il suo focoso amante. La donna per rifarsi una vita lontano da Saverio va ad abitare in periferia. La trama si svolge nella casa di Elisabetta. L’artistica scenografia simula un perfetto e modesto mini appartamento. Un piccolo salottino e un cucinino tutto concentrato in un singolo vano. Le condizioni del locale trapelano un continuo degrado e rendono ancora più snervante la condizione di vita della donna che malgrado la situazione critica è ben orgogliosa del suo lavoro ed è fiera della propria indipendenza. Elisabetta (Lucrezia Lante della Rovere) è una giovane talentuosa insegnante impegnata nel sociale. Questo lavoro la gratifica moralmente. La sua vita scorre tranquilla fino alla visita di Edoardo (Paolo Marconi), il figlio di Saverio. Il quale malgrado non abbia un buon rapporto con il genitore chiede alla donna di poter parlare con il padre. Saverio dopo la morte della moglie sta vivendo momenti difficili. Edoardo è un adolescente con problemi che scappato da casa fa il venditore ambulante con la sua compagna. Il ragazzo, impacciato nel parlare e goffo nei movimenti è a conoscenza di tutta la storia che c’è stata tra la giovane donna e il padre, ma non esita a chiedere aiuto a lei considerandola da sempre una persona cara. Il giovane dopo la conversazione lascia la casa. La sua partenza è solo la premessa di quello che accadrà. Saverio va a trovare Elisabetta, la sua ex amante. Saverio (Luca Barbereschi), riproduce lo stereotipo dell’uomo che lavorando sodo è riuscito ad elevarsi socialmente. L’imprenditore è arrogante e le sue limitate aperture mentali guardano con distacco tutto ciò che si allontana dal suo perimetrale modo di pensare. Il Nostro ha un pessimo rapporto con il figlio Edoardo ma nonostante tutto è un passionale che malgrado l’infedeltà ha amato sinceramente sua moglie assistendola fino al suo penoso distacco. L’uomo appositamente ha creato alla consorte un luogo sereno dove morire facendo costruire una speciale camera da letto con il soffitto in vetro che la stessa moritura definiva “il cielo sopra il letto”. Saverio è ancora sconvolto dal suo dramma. Elisabetta (Lucrezia Lante della Rovere) è invece una donna, autonoma, forte ed altruista. La Nostra vive la sua condizione di “single” allontanando da sé il benessere materiale al contrario del suo ex amante. Tra i due il dialogo mette in luce lo scontro di due modi diversi di concepire la vita ed un differente frapporsi. L’aggressività di Saverio e la pacatezza di Elisabetta, danno voce ad un dialogo senza fine perché ognuno di loro rimane fermo nelle proprie idee. Per un momento tutte le divergenze paiono sopirsi quando riemergono i gradevoli ricordi. Tanto che i due si ritrovano a passare la notte assieme rinnovando il passato amore. Ma subito dopo, al risveglio i vecchi rancori e le accuse reciproche prendono il sopravvento, tanto che Saverio sale su un taxi e lascia la casa di Elisabetta tornando alla sua vita. La vicenda si conclude con il grande gesto di dolcezza di Edoardo che porta alla sua ex insegnante un vassoio pieno di leccornie per farle ricordare i momenti piacevoli di quando entrambi vivevano nella solita casa. Ottima l’interpretazione di (Paolo Marconi) nel ruolo di Edoardo. Sublime (Lucrezia Lante della Rovere) nella parte di una convincente Elisabetta. Geniale (Luca Barbareschi) nel duplice ruolo di attore e regista. Uno spettacolo sicuramente da non perdere.

Giuliano Angeletti

IL CIELO SOPRA IL LETTO – SKYLIGHT
di David Hare
traduzione e adattamento Luca Barbareschi
con Lucrezia Lante Della Rovere
Luca Barbareschi
Paolo Marconi
Scene Tommaso Ferraresi
Costumi Federica De Bona
Luci Pietro Sperduti
Musiche Marco Zurzolo
Regia Luca Barbareschi
Produzione Teatro Eliseo

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

CORO DI DONNA E UOMO torna a Roma, al teatro Ciak

Francesco Branchetti, attore e regista, storico amico del Corriere...

Chiara e Camilla, così diverse, ma così uguali

Così diverse, ma così uguali. Chiara – la maggiore...

Torna la commedia-cult “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi”…

Ci sono spettacoli che rimangono nella storia del teatro,...

LA MUSICA DI LUCIANO D’ADDETTA, DALLA SICILIA ALL’AMERICA

Dalla Sicilia all’America con un unico filo conduttore: dovunque...