“Una ragazza come io.” Un brillante monologo di Chiara Francini

In scena l’8 luglio 2022 al “Teatro Giardino paesaggistico di Porta Miano” di Capodimonte (Na)

Per il “Campania Teatro Festival 2022” una travolgente Chiara Francini incanta il pubblico presente con uno spettacolo che lega comicità, citazioni, gag e toscano umorismo. Lo spassoso monologo è nato dalla creatività di Nicola Borghesi e dalla stessa Chiara Francini che in scena lo interpreta ottimamente. L’artista fiorentina sul palco ripercorre la sua vita ricordando i momenti salienti dell’infanzia e dell’adolescenza. Ancora vivi sono gli spensierati ricordi di quando ragazzina si divertiva a recitare e cantare. L’amore per lo spettacolo ha tracciato la sua vita. Una vita fatta non solo di soddisfazioni ma anche di amarezze. Chiara in scena si sofferma sulle difficoltà che la donna incontra quando le sue aspettative sono fuori dalla norma. La show girl si mostra fiera di essere stata considerata fin dalla giovane età una persona strana ma caparbia. Una donna che indomita lotta per la sua arte.  Perché il principale ruolo dell’artista è il cuore e la motivazione.

Chiara Francini dice del suo spettacolo:

«Il ruolo dell’artista è quello di veicolare un messaggio e lo fa dando, per quel che concerne la letteratura, il teatro, il cinema, la televisione, un affresco di quella che è la realtà. Penso che il cuore e la motivazione per cui si fa arte sia quello di veicolare dei messaggi e far riflettere. La consapevolezza dello spettatore di star vedendo qualcosa che rappresenta la realtà ma è finzione dà la possibilità di vedere qualcosa che è fuori di lui ma che, necessariamente, riflette tutta una serie di problematiche e di dubbi. L’arte ti vede toccare, ti deve smuovere».

“Una ragazza come io” con regia di Nicola Borghesi è uno show che sublima le doti di Chiara Francini che da vera mattatrice racconta sé stessa in modo ironico ed accattivante.

Giuliano Angeletti

“Una ragazza come io.”
con
Chiara Francini
scritto da
Chiara Francini e Nicola Borghesi
regia
Nicola Borghesi
produzione
Pierfrancesco Pisani e Isabella Borettini per Infinito Teatro

<h2>Leave a Comment</h2>