La catalessi della parola in sede impedita vive da eremita e non ha followers

Data:

Se non so, non capisco e se non capisco , impazzisco .

Se impazzisco ,mi smarrisco perdendomi nel nulla di un messaggero oscuro e se mi perdo, rincorrerò la strada di casa

bussando al mio cuore che non ha smesso di sperare,

se il mio cuore verrà rapito ,sarà la mia mente

a liberarlo da un delirio infame e se il delirio di un mondo

ribaltato continuerà a perseguitarmi , sarà la mia scrittura

a rincorrere il delirio che nel frattempo si sarà evoluto

in un’apostasia di stato –

Se la grammatica sarà deviata , l’arte arriverà in suo soccorso

per riportarla sulla terra e nella realta’ delle cose,

se le formiche si ribelleranno allo stato di clausura di una

giustizia malata, il mondo respirerà aria nuova ,

se le formiche taceranno, il mondo muterà in un grande

freezer dove la parola che da il nome alla realtà resterà

ibernata fino al prossimo delirio ,

Se gli innocenti di ogni luogo e tempo ritorneranno, la vita

riprenderà da dove si era interrotta da una siringa “informata

sui fatti” di infettare, calunniare senza possibilità per il calunniato

di replicare …

La replica resta in vigile attesa poiché la giustizia, un tempo libera nel suo eremitaggio , è ora affidata a degli assistenti sociali chiamati a risponderne in caso di scomparsa , sono

i magistrati e i loro concorrenti , gli avvocati come un neonato che ha bisogno di cure

costanti è un affido a specialisti che curandola e curando i loro stessi mali

fanno in modo che lei sia sempre una figlia obbediente, avendo

molti genitori che l’hanno adottata a distanza ravvicinata, si trova

costantemente in balia come un pacco postale tra chi la vuole

ortodossa con la schiena dritta e fiera e chi invece non badando

a scoliosi più o meno indotte dai troppi inchini che le vengono

rivolti, si dà allo sport italico per eccellenza : lo scarica barile

in cui misteri , morti ammazzati, morti vaccinati , stragi, attentati

diventano materia per la criminologia spicciola quella della dietrologia che dice

costantemente “ieri era meglio di oggi e domani non sappiamo quando

arriva”.

Protagonisti dello scarica barile dove lei, la giustizia , l’osservata

speciale deve guardarsi le spalle e non puo’ nemmeno dormire

visto che non avendo occhi deve continuamente roteare su stessa

a costo di fare la fine di un birillo in cerca di un luogo dove cadere,

sono i magistrati, gli avvocati e tutta la fauna dotta e meno edotta che

le ruota intorno in un balletto dove a debuttare è il barile stufo di

essere scaricato a destra e a manca , il quale cerca anche lui un

centro di gravità permanente che non sia il segreto di Stato, il cui

custode Pulcinella si è dato alla macchia per non essere indagato

per falsa testimonianza ,una persona informata sui fatti che non si

ricorda dove sia caduto il barile che tutti cercano e nessuno trova,

quando la memoria diventa reticenza , le amnesie ritornano a galla

soccorrendo la memoria con un certificato di malattia permanente…

In fondo che colpa ha Pulcinella se ha dimenticato il luogo dove

il nostro barile si è letteralmente eclissato ?

Astronomi, dottori e chiaroveggenti si sono tuttora riuniti per intercettare

Pulcinella che risulta e non è una “fake news” ospite di Vladimir Putin,

vuole imparare il russo ma non dimenticare il napoletano, si dice che la lingua sia

radice di un popolo, una radice inestirpabile salvo i casi in cui per l’agenda

green anche la lingua napoletana sia accusata di odorare di Babà al Rhum …

Come per gli auguri di Buon Natale bisogna essere inclusivi e neutralizzare

radici e presepi che diventeranno se non lo sono già dei centri commerciali…,

la catalessi della storia è un modo per esercitare il dormiveglia del passato e

del presente in attesa che esso diventi futuro , senza essere

addormentata ma restando in vigile attesa ,la storia vuole conservarsi e per farlo

cerca l’elisir di lunga vita, una grammatica e una sintassi tuttora sorvegliate

dal nulla di un pronome abbandonato e castrato per non dire il cromosoma

X e il cromosoma Y non sono un capriccio della storia, ma sono la natura

che si è fatto uomo e donna non ammettendo nel circo della creazione gli astenuti

e i contrari oltre che i non binari ,Pulcinella nel frattempo è ancora ospite di Vladimir

Putin che ha Pulcinella ha consegnato il rogito di una Matrioska che non vuole

morire perché in salute dotata di mens sana in corpore semper sano .

La grammatica mi dice :”Io sono verbo, soggetto ,complemento e punteggiature

come potresti parlare

senza di me che sono la cultura con un asterisco che invade il mio campo dove solo io e non

altri sono arbitro di desinenze senza reticenze ?”

Barbara Appiano

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati