Bibi, una modella tutta da scoprire.

Data:

Lavora come conduttrice, modella e digital creator per piccole aziende, è prossima alla laurea ed è un concentrato di fascino ed energia. Lei è Bibi, un personaggio tutto da scoprire!

Partiamo proprio dal tuo legame con l’immagine, un feeling che ha radici lontane nel tempo.

Il mio rapporto con la fotografia inizia da bambina quando mi chiedevano di posare per fotografie che sarebbero state utilizzate per creare dei dipinti, poi da adolescente ho iniziato ad avere qualche esperienza come indossatrice e successivamente come fotomodella. Questa passione mi ha portata a lavorare come modella e indossatrice professionista e anche a vivere una gratificante esperienza con un importante marchio di moda italiano. A livello professionale questa avventura mi ha insegnato l’arte dell’estetica e delle sue forme e di come luci, pose, espressioni ed ombre riescano a esprimere ogni volga concetti completamente differenti tra loro. A livello personale mi hanno insegnato la pazienza e l’amore per lo studio.

La tua immagine ha iniziato anche a fare il giro del web…

Ma tutto è iniziato per caso, perché inizialmente avevo un semplice profilo Instagram personale: quando è iniziato a crescere, ho pensato di dedicargli maggior tempo, ma anche attenzione e studio.

Così, anche il mondo social è diventata una vetrina per raccontare i tuoi lavori.

La fotografia per me è prima di tutto una forma d’arte: io come modella ne sono un mezzo, un qualcosa che fa parte di quell’opera e che contribuisco ad arricchire, forse questo è il bello. Il gioco della posa, la complicità tra fotografo, direttore artistico e modella, sono i segreti del successo di uno scatto.

Hai avuto la fortuna di vivere moltissime esperienze e altrettanti set.

Ogni volta che si collabora con un’azienda, è bello perché ci si sente cercate e apprezzate. Ma occorre restare concentrate sul progetto per ottenere un lavoro perfetto, mettendo da parte le emozioni personali. Fra le mie collaborazioni recenti, ricordo con particolare affetto quella con la mia Bioprofumeria di fiducia (Biotique a Giulianova Spiaggia) che amo particolarmente per il suo animo green; e ricordo anche la partnership con un’azienda di abiti da cerimonia perché mi ci sono dedicata in un momento in cui non avevo ancora maturato molta esperienza a livello creativo ma dove ho comunque scelto di mettermi in gioco.

Che rapporto hai col mondo dei social?

Il mio è un rapporto di amore e odio: amore perché quando ti cercano, ti scrivono e ti propongono collaborazioni ti senti di essere apprezzata nella tua immagine e nella tua creatività; odio perché è un lavoro che mette a contatto con molte persone, anche con la parte peggiore della società. Non mi reputo una influencer, le persone che mi seguono lo fanno perché apprezzano il mio lavoro non perché vogliono seguire i miei “consigli per gli acquisti”.

Chi ti trova nel mondo dei social, cosa deve percepire di te?

Vorrei, e sottolineo vorrei e non voglio, perchè il voler trasmettere qualcosa è un processo creativo che non sempre centra i suoi obiettivi, dare un’immagine di me abbastanza professionale ma creativa e gentile. Mi piace essere apprezzata, ma anche conoscere nuove persone, sapere cosa pensano le persone riguardo determinati argomenti e vedere come si sviluppa nel tempo la nostra società.

E se la fotografia ti aprisse le porte dello spettacolo?

Il mondo dello spettacolo è un mondo molto particolare, pieno di opportunità su più livelli: marketing, idee e processi creativi, immagine, scrittura, psicologia. E’ un mondo che comprende tutto e lo immagino come una vera e propria giostra di esperienze e acquisizione di competenze. Ma, purtroppo, è un posto dove non sempre si lavora per meriti e quindi è facile vedersi passare avanti persone con potenziali bassissimi ma con conoscenze. Potrei fare un discorso simile sulla moralità di alcune agenzie. Aver ricevuto alcuni no, mi hanno demoralizzata e mi avevano in parte allontana da questo mondo…

Chi è Bibi nel quotidiano?

Non sono una ragazza esibizionista, almeno non nel quotidiano! Anzi, nel quotidiano mi piace essere apprezzata ma cerco di passare abbastanza inosservata, motivo per il quale cerco spesso di vestirmi comoda soprattutto con i miei figli. Quando si  tratta di lavorare o quando mi viene richiesto per qualche motivo, divento esibizionista quel tanto che serve ma senza esagerare, ottenendo i miei risultati senza puntare solo ed esclusivamente sull’immagine. Penso che mi caratterizzi proprio il portamento molto elegante che ho avuto sin da bambina, motivo per il quale spesso mi hanno chiesto se fossi qualcuno di importante! Penso che mi distinguano anche i miei lineamenti: sono mediterranea, ma non sempre per gli altri è stato facile identificare la mia nazionalità. Infine la mia espressività, visto che ho avuto un’emiparesi la mia è molto particolare, direi unica.

Cosa puoi dirci dei prossimi progetti?

Sto per iniziare la conduzione di un nuovo programma ma ci sono anche altre cose in pentola… di più non posso dire!

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL
@labibifala

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

A BENEVENTO CHOPIN TRA MUSICA E DANZA

In occasione dell’ottava Stagione dell’Orchestra Filarmonica di Benevento Ofb...

Anna Elena Pepe. Da Londra a Roma, per “Una storia finita bene – La...

Anna Elena Pepe è un'attrice teatrale cinematografica che anni...

LO SCRIVANO DI CESARE, IL NUOVO ROMANZO DI SERGIO DE SANTIS

Ci sono vari modi per la narrazione storica. La...