Deborah Paparella. Da Roma a Londra nel nome della moda e della danza

Data:

 

Deborah Paparella, ballerina e modella, si è fatta conoscere in passato per avere partecipato a diversi programmi televisivi. Dopo uno stop, è poi tornata alla ribalta ed è alle prese oggi con numerosi progetti.

Ciao Deborah, innanzitutto racconta ai nostri lettori chi sei e di cosa ti occupi.

Sono nata per danzare (ho cominciato a ballare all’età di 6 anni ed ho conseguito il diploma accademico in modern jazz dance), ma successivamente mi sono appassionata anche al mondo della moda intraprendendo la carriera di fotomodella.

Possiamo dire che la tua carriera si divide in due fasi: avevi iniziato giovanissima con ottimi risultati, poi il cambio di vita all’estero e la voglia di rimettersi in gioco in un secondo momento. Com’è cambiata Deborah in tutti questi anni?

ho avuto la mia prima apparizione in tv all’età di 14 anni nel programma Rai Domenica In. Da lì si è aperta la porta per altre esperienze da Non è la Rai al programma Veline di Antonio Ricci fino alla conduzione di Varietà televisivi per reti locali romane. In contemporanea, la carriera di modella, che mi ha portato a lavorare per diverse case di moda. E poi lo stop (voluto) dovuto alla maternità e il trasferimento a Londra durato 6 anni.
Lo scorso anno a giugno, grazie all’incontro con un talent scout che mi ha fermata mentre prendevo un caffè per propormi di lavorare come modella, mi sono rimessa in gioco ed ho cominciato a lavorare in campo internazionale.
Sicuramente sono ancora la ragazzina semplice di un tempo, ma con una personalità più forte e più consapevole della realtà che la circonda.

Hai partecipato anche a Miss Italia, vincendo la fascia di Miss Cinema, cosa conservi di quella esperienza?

Ricordo il sorriso meraviglioso di mia mamma che corse a comprarmi dei vestiti perché, pensando di tornarmene subito a casa, non avevo portato con me la valigia.
Ricordo la gioia della fascia e le amicizie fatte lungo il percorso e poi… tanti personaggi che non ci sono più e che hanno segnato un’epoca (Alberto Sordi, Fabrizio Frizzi e il patron Enzo Modigliani, a cui devo tantissimo).

Che cosa salvi dell’Italia e che cosa salvi del Regno Unito?

Dell’Italia salvo il clima ed il cibo e del Regno Unito l’organizzazione e le opportunità che offre.

Adesso hai tanti progetti in ambito fotografico. A cosa stai lavorando adesso?

Ho appena firmato una collaborazione con “ Inspirationgtam”, un partnership che mi permette di lavorare per riviste e fotografi a livello internazionale. E’ un’esperienza meravigliosa lavorare con così tante culture differenti e soprattutto essere testimonial di quello che indossi.

Chi è Deborah nella vita di tutti i giorni?

Sono una normalissima mamma che si divide tra famiglia e carriera.

Progetti per il futuro?

Un cortometraggio sulla danza in collaborazione con un talento newyorkese. Finalmente si torna a ballare!

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

I BONOBO. La disabilità della finzione

Cosa è davvero la disabilità? Interessa davvero soltanto la...

Il bacio della vedova al Piccolo di Milano

Dal 18 al 21 maggio 2023 al Teatro Fontana...

Eleonora Massara, una donna dallo stile “barocco”

Non è un caso che Eleonora Massara sia, oggi,...