“Una canzone è per sempre”: intervista all’ideatore del premio Ravera, Michele Pecora

Data:

Castelraimondo (MC) – Domenica 11 giugno alle ore 21, torna il prestigioso e attesissimo Premio Ravera – Una canzone è per sempre, giunto all’ottava edizione per celebrare e ricordare l’indimenticabile figura di Gianni Ravera che ha scritto numerose pagine della storia della musica e della televisione italiana.
I biglietti di questa imperdibile serata con straordinari “compagni di viaggio” sono prenotabili online e nei punti vendita Ciaotickets.
A guidarci in questo viaggio dell’edizione 2023, sarà il beniamino del pubblico, Carlo Conti, figura di spicco e riferimento del mondo dello spettacolo dove ha saputo, con eleganza e simpatia, coniugare tradizione e innovazione, dedicandosi a riconoscere alla Musica Italiana il suo valore.
La vera protagonista sarà ancora la Musica, affidata come sempre all’Orchestra Mediterranea diretta dal M° Michele Pecora, ideatore del Premio, che proprio a Ravera deve il suo fortunato incontro con la grande discografia.
Ad aprire la serata, l’esibizione di otto giovani promesse della canzone italiana presentati da Melissa Di Matteo (artista poliedrica, cofondatrice del Premio) e dal mitico critico e giornalista Dario Salvatori.
Scaldati i motori, il Premio Ravera decollerà con alcuni tra i più grandi interpreti di tutti i tempi protagonisti indiscussi della storia della musica tra cui I Cugini di Campagna, da Anima mia a Lettera 22, con cui hanno incantato all’ultima edizione del Festival di Sanremo, l’amatissima Marcella Bella, da Montagne Verdi a Nell’Aria, Rettore, appena insignita dallo Iulm di Milano honoris causa del diploma in Management delle risorse artistiche e culturali, da Splendido splendente, Kobra fino a Chimica (Sanremo 2022); Michele Zarrillo, una carriera costellata di successi, con la vittoria al Festival di Castrocaro del 1979, firmato proprio Gianni Ravera, tanti brani meravigliosi come Una rosa blu e Cinque giorni; Fausto Leali, dal suo primo successo del 1987 A chi, a Io Amo, Mi manchi, brani indimenticabili di uno degli interpreti più amati dalla voce inconfondibile; Iva Zanicchi, l’Aquila di Ligonchio scoperta da Ravera, voce unica e travolgente con una carriera lunga sessant’anni costellata di successi e di brani indimenticabili da Zingara a Voglio Amarti (Sanremo 2022), protagonista di tantissimi spettacoli televisivi.

Tra gli ospiti sull’ambito Palco, ci saranno anche Paolo Vallesi, Silvia Salemi, Marco Carta, Gatto Panceri, Le Deva, Mannini, Noor, Antonio Maggio e SindroMe a sottolineare la forza della musica in un crossover generazionale allietato dai Gemelli di Guidonia che sapranno far sorridere con la loro incontenibile verve comico-musicale.

Radio Subasio, che sa creare l’alchimia perfetta tra grandi classici e novità in virtù della sua filosofia vincente, è la Radio ufficiale dell’evento e trasmetterà in diretta la serata.

Andiamo ora a leggere le parole dell’ideatore del premio Ravera, il cantante Michele Pecora

Qual è la “canzone per sempre” di Michele Pecora?

La prima cosa bella (1970) perché mi ricorda quel Sanremo in cui ero cosi giovane e ho legato tanti bei ricordi ad essa.

Gianni Ravera ha scritto numerose pagine della storia della musica e della televisione italiana. Quanto si sente la sua mancanza nella musica e nella tv di oggi?

Si sente la mancanza di una persona che aveva grande fiuto, un grande talent scout. Gianni aveva una grande forza ossia quella di scegliere prima le canzoni e poi di darle all’artista che secondo lui poteva meglio interpretare il pezzo e di solito non sbagliava quasi mai. Oggi è una figura che manca, sostituita dai talent ed altre realtà.

Sei ideatore del Premio Ravera. Quanto della sua arte c’è in te?

Lui ha visto in me il talento di saper scrivere in un certo modo. Lui guardava sempre avanti al futuro e mai ad un passato nostalgico. Io ero molto giovane quando l’ho conosciuto e lui mi ha guidato nella prima fase, quella più importante, della mia carriera. Mi ha dato un’opportunità dopo Castrocaro, firmando subito il contratto con la Warner…

Tra gli ospiti sull’ambito Palco, ci saranno artisti molto diversi tra loro per età e per bagaglio artistico. Come possono artisti cosi diversi creare qualcosa di unico ed armonioso?

Hanno la canzone giusta. Canzoni che sono rimaste nel tempo, che hanno fatto la storia e che sono attuali ancora oggi piacendo alle nuove generazioni

Le canzoni di oggi diventeranno mai “canzoni per sempre”?

Lo scopriremo tra 20 anni…

Felice di trovarti in una cornice stupenda come quella di Castelraimondo?

Castelraimondo è una città molto accogliente e che fin da subito ci ha ospitato benissimo. Il nostro è un evento che è cresciuto nel tempo ed è diventato oggi una manifestazione importante.

Impossibile poi parlare di Gianni Ravera, e non associare il suo nome a manifestazioni musicali, in particolare del Festival di Sanremo, cosi come Castrocaro, il Disco per l’estate ,Fantastico e Serata d’Onore. A lui devono il loro successo artisti come Iva Zanicchi, Bobby Solo, Gigliola Cinquetti, Eros Ramazzotti , Zucchero ed anche tu. La riconoscenza paga nel mondo dello spettacolo?

Io direi che vista l’affluenza di artisti che ogni anno chiedono di partecipare all’evento la riconoscenza esiste, mossi anche da uno spirito molto forte. Gianni era mosso da una fortissima passione per questo lavoro e l’ho visto quando stavo a Castrocaro e lui non si perdeva mai una prova.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Il Signorelli torna d’essai

Cortona, Cinema Teatro Signorelli, dal 6 maggio al 29...

“L’eco della Germania segreta” di Giovanni Sessa

Il terzo millennio cavalca l’onda di un megafono che...