“Non solo combustioni”, a Cortona in mostra Cesare Dragoni

Data:

 

Dal 10 al 16 giugno, presso la saletta del Teatro Signorelli di Cortona, è stato possibile ammirare la mostra dell’artista aretino Cesare Dragoni. L’esposizione ha preso il nome di Non solo combustioni ed è stata organizzata dal Circolo Culturale Gino Severini di Lilly Magi.
Un piacere ritrovare Dragoni dopo qualche tempo che non vedevo le sue opere. In questa personale ci sono lavori composti con la poetica che di lui conosciamo, vale a dire quella della combustione, dove, attraverso la fusione della plastica e di altri materiali, vengono create opere astratte che ci rammentano selve, come del resto evocative forme libere nello spazio. Attraverso questa tecnica l’autore crea anche lavori mistici, come una intensa Crocifissione e anche un mistico Sogno di Costantino, con una ieratica luce che dona una sacra luminosità al dipinto.
Attraverso la combustione Dragoni si fa maestro nel saper nascondere la vera consistenza materica dei suoi lavori, che a primo acchito potrebbero sembrare di ferro, bronzo o addirittura di porcellana. In realtà, come detto, sono di plastica, per questo la loro straordinaria leggerezza.


Nella mostra è stato possibile vedere anche altri lavori creati con differenti tecniche, potendo così ammirare un inedito Dragoni pittore, che utilizza particolari pigmenti, come per esempio il rosso dell’uovo, oppure alle prese con forme geometriche e cubiste, come avviene per l’opera disposta proprio all’ingresso della mostra, dove una mano con pennello fuoriesce da una piccola finestra, a identificare l’intima natura da pittore dell’artista.
È stata di certo una mostra interessante, che ci ha permesso di scoprire le diverse concezioni artistiche di Cesare Dragoni.

Stefano Duranti Poccetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati