La musica fiabesca di un artista genio: Sergio Cammariere and Medit orchestra tour

Data:

Ascoltare la voce di Sergio Cammariere vuol dire immergersi in suoni avvolgenti e mai banali,che spaziano dal jazz ai ritmi latini,fino ad immergersi nel suo mondo,con i momenti più intimi ed introspettivi,esemplificazione di un carattere schivo ed eclettico,di grandissima classe e stilosita’ , soprattutto durante le esibizioni al pianoforte,che Cammariere suona con una padronanza ed una maestria degne di un grande maestro.Il 17 giugno ha fatto tappa alla casa del jazz,col suo live per la rassegna Summertime,accompagnato dai suoi musicisti di talento raro: Amedeo Ariano alla batteria,Luca Bulgarelli al contrabbasso,Daniele Tittarelli al sax,e dalla Medit orchestra diretta dal maestro Angelo Valori.


Una serata unica ed emozionante,che ha visto il dilatarsi del tempo e dello spazio,quasi in una dimensione fiabesca,nella splendida cornice notturna col profumo degli alberi in estate al chiaro di luna.I suoi brani più noti,da Sorella mia a Padre della notte, Dalla Pace del mare lontano e L’amore non si spiega a Cantautore piccolino,sono stati interpretati con una luce diversa, forse ancora più sentita dall’ autore e dal pubblico stesso,fino alle nuove canzoni acqua nell’ acqua,I fiori parlano, e E puoi chiamarmi amore tratte dall’ ultimo album”Una sola giornata”, prodotto da Giandomenico Ciaramella,Sergio Cammariere per Grande angelo srl e Aldo Mercuri.Il viaggio live per l’ Italia proseguirà poi fino alla fine di luglio,da Napoli a Sanremo,dalla Puglia all’ Emilia Romagna
Sergio Cammariere può essere considerato uno dei più poliedrici e raffinati cantautori che attualmente abbiamo sulla scena canora italiana.Anche la grande Mina ha voluto reinterpretare Tutto quello che un uomo(canzone che nel 2003 gli è valsa il terzo posto e il premio della critica a Sanremo) nel suo nuovo disco.E anche in ambito cinematografico ha scritto per Pupi Avati le musiche originali del nuovo film del regista “La quattordicesima domenica”,interpretato da Gabriele Lavia e Lodo Guenzi.Infine il teatro,con gli spettacoli”L’ altra Teresa” con Moni Ovadia e “Teresa la ladra” di Dacia Maraini con Mariangela D’ Abbraccio ,con musiche originali di Cammariere.Un talento unico, in continua crescita,che scorre nel sangue da sempre (suo cugino è l’indimenticabile Rino Gaetano),un artista completo che merita indubbiamente uno spazio e un ruolo indiscusso nel panorama musicale internazionale.

Sara Nicoletti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Fabiana Macaluso dedica un murale a Barbara D’Urso

Fedele ai propositi espressi qualche mese fa, finalmente l’Artista...

“TERRONI – centocinquant’anni di menzogne”. Liberatori o invasori?

Roma, Teatro Ghione, dal 24 al 29 aprile 2018 Malaunità....

PERFECT JOURNEY, Il nuovo disco del musicista Enrico Solazzo

Il nuovo disco del musicista Enrico Solazzo è disponibile...

A Milano “Sulla morte senza esagerare”

 Teatro Verdi, via Pastrengo 16 – Milano. Dal 13...