Veronica, una biker sotto i riflettori

Data:

 

Un lavoro come parrucchiera, una passione sfrenata per le moto (soprattutto quelle che corrono in pista) e una curiosità sempre crescente verso il mondo della fotografia. Veronica ha 26 anni, origini calabresi e siciliane, nata e cresciuta a Genova come il suo accento racconta a chi le parla. Timida, riservata, ormai da qualche tempo ha deciso di mettersi in gioco sotto i riflettori: lei, biker, prima ha iniziato a posare per qualche shooting grazie alla vicinanza col mondo dei motori, ma ormai ha scelto di provare a muovere i primi passi anche sui set che la ritraggono senza due ruote accanto. Un “salto” non facile per lei che è abituata a stare coi piedi per terra, che non sopporta l’esagerazione e l’esibizionismo fine a sé stesso, per lei che a livello caratteriale è abituata a ricercare la sua comfort zone. Ma i suoi scatti piacciono e la semplicità potrebbe davvero essere la sua arma in più…

Come nasce il tuo rapporto con la fotografia?

Al mondo della fotografia sono arrivata qualche anno fa: nel 2020 ho acquistato la mia prima moto, avevo molti amici che facevano fotografie al mondo dei motori e io ero, e sono, una delle poche ragazze liguri che giro in pista. Così, hanno iniziato a prendermi come modella… ma io non avrei mai pensato alla fotografia come un lavoro. Anzi, dico di più: all’inizio avevo qualche titubanza, non mi sentivo portata a livello caratteriale, poi dopo un po’ di shooting e dopo aver visto spunti sui social, posso dire che ora inizio a cavarmela!

E, infatti, questo percorso è diventato sempre più serio.

E mai me lo sarei immaginato! Ho realizzato una trentina di shooting, ho scattato in studio e in esterna, oltre che naturalmente in moto con tacchi e tuta aderente. La passione cresce e ci sono un sacco di foto che vorrei fare, sperimentando pose e generi, senza mai scadere nel volgare e nel banale. La fotografia mi ha anche portato a collaborare con alcuni brand: ho sponsorizzato, insieme ad altre ragazze, vestiti e accessori, negozi di cosmetici e ristoranti, professionisti del mondo delle due ruote: essere scelta per il ruolo di ambassador oggi mi riempie di soddisfazione e mi spinge a fare sempre del mio meglio. E poi, lo confesso: capita di essere riconosciuta per strada, il che significa aver lasciato una traccia nei miei followers.

Sul tuo profilo social ti avvicini a quota 20mila followers.

Uso molto Instagram su cui carico foto e video di me con la mia moto e di quello che faccio quando sono in pista. Potete seguirmi sull’account @V.r_97_  ma… non mi reputo una influencer! Attraverso i miei social vorrei solo che la gente capisse che la moto non è soltanto uno sport maschile e che ci sono tante ragazze a cui piace salire in sella e correre veloci. Anzi, a volte noi donne sappiamo andare anche meglio di molti maschi ed è giunto il momento di eliminare vecchi stereotipi secondi i quali se sei una donna allora non sai guidare o non puoi arrivare a un livello di un uomo! Mi infastidisce chi, attraverso questo mondo social, fa finta di essere quello che non è soltanto per avere qualche follower in più!

Perché il tuo profilo piace al pubblico?

La gente mi segue perché sono una biker, perchè mi piace scendere in pista e perché mi piace farlo nel migliore dei modi. Anzi, posso già dire che l’anno prossimo sarò al via nel Campionato Italiano Supermoto nella Categoria Lady. Lo dico con orgoglio, ma penso anche che questa passione per i motori mi differenzi da tante ragazze… ma non da tutte!

Cosa ti ha dato la fotografia?

Forse un po’ più di autostima anche se non posso dimenticare l’imbarazzo che ho provato quando ho scattato in centro a Genova con tutta la gente che mi guardava. Vediamo se mi sblocco mentalmente col passare degli shooting! Caratterialmente invece io prendo subito confidenza con le persone, posso sembrare timida ma poi conosco tutti. Mi ritengo una ragazza solare, simpatica, con una mentalità molto aperta, non giudico mai ciò che fanno gli altri perché io in primis non voglio esser giudicata, sono buona ma sono anche pronta a chiudere rapporti se vedo mancanze di rispetto. Non mi ritengo una ragazza esibizionista… e mi ritengo più una ragazza ambiziosa.

Come ti piace essere nel quotidiano?

Mi piace vestire comoda: leggins, maglietta, scarpe da ginnastica o anche una semplice tuta. Di sera mi piace essere più curata, ma mai esagerata: con una gonna e un body mi sento a mio agio, abbinate alle mie comode sneakers! Certo, ogni tanto, ci sta lo strappo alla regola per indossare un paio di tacchi! In spiaggia mi piace portare un costume intero… mi fa sentire a mio agio!

Come immagini il tuo futuro?

Il mondo sarà social, il digitale entrerà ancor più nelle nostre vite, a me piacerebbe proseguire nel corso fotografico. Non so programmare il mio futuro perché vivo alla giornata, sicuramente sarò ancora in sella a una moto…

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
@V.r_97_

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Il Catamarano”, le aspirazioni attoriali di un giovane…

Al Teatro Marconi di Roma Uno spettacolo intimo e da...

“Claustrata insania (?)”. Lirica di Massimo Triolo

Claustrata insania (?)   Quanto angusta è questa terra che tempra, e...