Alessandro Maiorano chiede, la polizia scappa

Data:

“Sono 2 mesi che chiedo al comandante (donna) della polizia postale di Firenze di ricevermi in merito a quelle indagini non fatte su Renzi e Carrai, ma fanno tutti finta di nulla e il comandante? Non c’è mai… Sarà mica da Luca Tescaroli?”
E’ con questo post molto provocatorio che Alessandro Maiorano informa l’opinione pubblica che sono mesi che lo stesso chiede senza ottenerlo un incontro oculare con il comandate della polizia postale di Firenze. Onestamente non capiamo le motivazioni per le quali le forze dell’ordine (tutte) per anni si siano interessate del Bandito di Firenze, ma nel momento in cui lui chiede della polizia, la stessa è latitante.
Ma questo non capita solo con la polizia, anche tutte le altre divise evitano incontri con l’uomo che oggi sta scrivendo e producendo il libro su Salvatore Baiardo e sui Fratelli Graviano.


Già, tutto nasce a maggio 2023 in udienza preliminare con il GUP dottor Angelo Pezzuti, dove Maiorano e il suo famoso avvocato, il Professore Carlo Taormina, sono venuti a conoscenza che nessuna indagine di tutto quello denunciato, sia al procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Firenze Luca Tescaroli né agli organi di controllo, ha mai avuto origine.

 

Se tutto quello emerso in udienza preliminare verrà confermato il 7 novembre 2023 quando davanti al giudice dottoressa Elisabetta Pagliai delle indagini non fatte su Renzi Carrai e altri politici fiorentini siamo certi che l’avvocato Carlo Taormina non lascerà correre.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Movin'” degli Urban Fabula. Musica che racconta

È un'idea del divenire quella espressa dal titolo dell'ultimo...

“Nabucco” oltre Verdi

Verona, Arena, fino al 26 agosto 2017 Il 95° Opera...

SARA BISI – ILARIA FIORILLO… una coppia fotogenica

Un’amicizia iniziata dai banchi di scuola e proseguita fino...