Quotidiano di Cultura diretto e fondato da Stefano Duranti Poccetti nel 2011

Sharon Mantani, una “peperina” sul set

Data:

Ama gli animali, ma è anche un “peperino” dal carattere tosto, che sul set dà il meglio di sé e a cui i concorsi di bellezza esaltano la voglia di piacere. Ecco perché Sharon Mantani, 20enne di Milano, è già sulla cresta dell’onda ed è pronta a spiccare il volo nel mondo dello spettacolo. Reginetta ai concorsi, fotomodella, protagonista di videoclip, oltre che ragazza acqua e sapone iscritta ad una associazione animalista. “Amo sfilare e farmi fotografare”, ed allora ecco che di recente si è buttata a capofitto in questo mondo con risultati sorprendenti.

Ma prima di parlare di fotografie… soffermiamoci sulle grandi passioni della tua vita.

Faccio danza e vado cavallo da quando sono piccola, ma amo sempre mettermi alla prova facendo cose nuove; ho provato anche le arti marziali, mi definisco una viaggiatrice perchè spero di riuscire a girare il mondo per scovarne le bellezze nascoste in qualche isola non troppo urbanizzata. Ho tanti tatuaggi e ognuno di esso ha un significato. Poco tempo fa ho adottato una cucciola di nome Kim, gli altri animali già presenti in famiglia sono i due cani Rex e Fly e i quattro gattoni Matisse, Sasha, Byron e Gemon.

Sharon_Mantani_Corriere_dello_Spettacolo

Sei una ragazza che tiene alla propria immagine.

Lo faccio perché mi fa stare bene, il mio vestiario è comunque sempre ben abbinato: non amo le persone che non si curano, anche se ora che sono sotto esami e ho meno tempo da dedicare a me stessa.

Quando è stata la tua prima volta… fotografica?

La prima volta è stata per un fotografo amatoriale, da lì ho capito che mi trovavo bene sul set. Ho dato ancor più importanza alla moda, guardando come si veste una persona capisco tante cose di lei; penso che una persona debba avere questa passione dentro per riuscire a mostrarsi al meglio e con spigliatezza quando si trova su un set e soprattutto quando viene inquadrata nell’obiettivo fotografico.

Da lì in poi la tua carriera non si è più fermata.

Ho continuato con la fotografia e con qualche scatto sexy fino a partecipare a dei concorsi nonostante la mia statura di 160 centimetri. Ma nella moda oltre a tante persone belle incontri sul tuo cammino anche chi di te se ne vorrebbe sbarazzare: è questo il bello del gioco, accettare la sfida e andare avanti.

Facciamo un passo indietro: cosa rappresenta per te la fotografia?

Ho scelto di essere fotografata su un set perché mi viene naturale e mi trovo a mio agio nell’esprimere questa mia passione. La fotografia mi ha dato maggior sicurezza in me stessa e mi ha insegnato ad essere molto più femminile, mi ha tolto sicuramente del tempo a volte ma spesso sono stata ripagata.

Quali sono i traguardi più importanti che hai raggiunto fino ad ora?

Le mie sfilate più importanti sono state quelle al Bobo Cuba libre che mi ha permesso di prendere sicurezza e aggraziare il mio portamento, sempre qui ho avuto la possibilità di collaborare per la realizzazione del video musicale “Bugutù” della do Not Records come ballerina ed immagine. Ho partecipato alle selezioni per Miss Italia e ho partecipato come pubblico a diversi programmi televisivi. Infine, ho fatto un videoclip per il disco d’oro svizzero, oltre ad aver posato per molti shooting.

Corriere_Dello_Spettacolo

Quali sono i tuoi generi fotografici preferiti?

Amo il genere sexy e glamour oltre che sfilare, amo vedere il lato seducente della mia persona che vista nella normalità assume quasi l’aspetto di una dolce bimba.

Che traguardo ti piacerebbe raggiungere nel mondo della fotografia?

Mi piacerebbe realizzare cartelloni pubblicitari e magari tirar fuori il mio lato da attrice, mostrandolo in qualche film.

Alberto_T._Corriere_dello_Spettacolo

Cosa vedi in te che le tue colleghe possono invidiarti?

Io vedo in me il modello di donna forte che rappresenta tante donne, donne con un po’ di audacia e capacità di essere nell’animo un po’ guerriere. Ritorno alla domanda: cosa ho in più delle altre donne? Di tante nulla, di tante altre sicuramente qualcosa oltre che la voglia di rappresentare un modello di donna, solo che io ho avuto il coraggio e la determinazione di spingermi e cercare di arrivare più in alto possibile. Ora collaboro con lo Zoo di 105 per la realizzazione di un videoclip musicale e questo per me che ho 20 anni e ho iniziato a 17 è un buon passo avanti.

Dove ti vedi tra dieci anni?

Dall’altra parte del mondo, a salvare gli animali e lavorare come una persona normale; anche se facessi successo, so che non è eterno e non voglio togliermi il lusso di non provare tutto nella vita. Se devo pensare al mio futuro mi vedo con la mia famiglia alla quale sono tanto cara e con gli animali; mi vedo correre con loro su una spiaggia bellissima, senza il caos delle città e il problema del denaro, ed è anche per questo che voglio ottenere qualcosa per riscattare i sacrifici fatti dai miei genitori. Ma nella vita nessuno sa come andrà a finire, il finale è a sorpresa.

Alberto T.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

L’arte e l’anima salveranno il mondo

Cile. Quello definito come il Paese più evoluto del Sudamerica...

I Momix e l’Arizona: “Opus Cactus”

Venezia Mestre, Teatro Toniolo, dal 22 al 27 novembre...