Vivaldi e Piazzolla: musica per tutte le stagioni con I Solisti dell’ORT

Data:

Cortona Mix Festival, Cortona, Chiesa di San Francesco. Lunedì 1 agosto 2016

Davvero geniale l’idea di questo progetto del complesso d’archi I Solisti dell’ORT (Orchestra Regionale della Toscana) intitolato “Le otto stagioni”: proporre al pubblico le celebri Stagioni di Vivaldi fianco a fianco con Las cuatro estaciones porteñas di Astor Piazzolla! Il barocco settecentesco italiano e il tango argentino (ma arricchito da elementi jazz e sinfonici) del ‘900 che si scambiano simbolicamente il testimone in una staffetta tra le emozioni, suggestioni e impressioni suscitate dalla Natura e dall’alternarsi delle stagioni nella mente del “prete rosso” e in quella di un “italiano d’Argentina” dei nostri tempi. Inevitabili le differenze nel modo di “sentire” e di interiorizzare la Natura e lo scorrere del Tempo tra i due grandi artisti, vista la distanza cronologica e geografica che li separa, come si può percepire con l’ascolto delle rispettive opere; ma della stessa capitale importanza il segno lasciato da entrambi nella storia della musica e, più in generale, nella cultura umana. Se Vivaldi non ha certo bisogno di presentazioni, diverso è il caso di Astor Piazzola, uno dei più grandi geni della musica che il secolo breve abbia visto nascere e fiorire, ma a tutt’oggi ingiustamente marginalizzato, dimenticato e, peggio ancora, pressoché sconosciuto al grande pubblico. Per non parlare, poi, delle frange più snob tra i cultori della musica colta, che ancora si rifiutano di riconoscergli lo status di compositore classico a tutti gli effetti, e quindi di attribuirgli pari dignità artistica rispetto ai grandi dei secoli scorsi. Eppure, dovrebbe essere sufficiente l’ascolto di composizioni quali le presenti Estaciones o la Suite del angel per far ricredere gli scettici o convertire i neofiti… Grande merito, in questo senso, va a I Solisti dell’ORT (gruppo nato nel 1982 in seno all’Orchestra Regionale della Toscana) guidati dal Maestro Andrea Tacchi, solista concertatore e primo violino dell’ORT: iniziative come la presente “Le otto stagioni” rendono piena giustizia al valore di Piazzolla e permettono di godere appieno dell’incredibile ricchezza sinfonica delle sue composizioni. Tutt’altro che blasfemo, quindi, l’accostamento a un “mostro sacro” come Vivaldi, anzi! La continua alternanza tra le Stagioni e le Estaciones arricchisce incredibilmente la tavolozza dei colori “stagionali”, offrendo al pubblico un’esperienza originale che si configura come un ideale ponte costruito per riunire, finalmente, le due sponde di uno stesso fiume: quello della musica colta. Ciò, del resto, è già stato dimostrato concretamente dagli stessi eclettici musicisti dell’ORT una ventina d’anni fa circa, periodo al quale risale il loro primo incontro documentato con le musiche del Maestro argentino, nell’ambito di una prestigiosa collaborazione con il virtuoso bandoneonista italo/francese Richard Galliano -forse l’unico vero erede di Piazzolla- dalla quale è scaturito il bellissimo Passatori (1999, Dreyfuss Jazz), album imperdibile per gli amanti dell’universo musicale di Piazzolla.

Tornando all’esibizione cortonese, il programma del concerto, imitando la ciclicità continua delle stagioni, si è aperto con la celeberrima Primavera vivaldiana per chiudersi con la “risposta” di Piazzolla de la Primavera porteña, e vivere poi un ultimo, intenso sussulto emozionale con la toccante Oblivion (il bis), forse il brano più conosciuto –alla pari con Libertango– di Astor Piazzolla, utilizzato tra l’altro come Leitmotiv nella colonna sonora della miniserie/capolavoro La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana, tornata in onda proprio in questi giorni su Raitre.

Francesco Vignaroli

Le Otto stagioni
Le Stagioni di Vivaldi intervallate da Las Cuatro estaciones porteñas di Piazzolla
I Solisti dell’ORT in concerto – Andrea Tacchi, solista concertatore al violino
Produzione Orchestra della Toscana. A cura di Fondazione Toscana Spettacolo onlus

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Il Vangelo secondo Matteo

ITALIA 1964 124' B/N REGIA: PIER PAOLO PASOLINI INTERPRETI: ENRIQUE IRAZOQUI,...

Tradizione o innovazione?

Secondo uno studio realizzato per la Booksellers Conference nel...

Su Youtube le liriche di Massimo Triolo recitate dall’Autore

Massimo Triolo è un interessante poeta contemporaneo, che nella...