Atleti Olimpici nel dopo Rio. Elisa Longo Borghini, tra la pista e Zafón

Data:

Elisa Longo Borghini ha ottenuto alle ultime Olimpiadi la medaglia di bronzo nella prova in linea femminile. E’ stata la terza medaglia vinta in Brasile dalla squadra azzurra, una medaglia piena di soddisfazione.

Ciao Elisa, a Rio hai corso più veloce che potevi e la medaglia è arrivata… soddisfatta o ti speravi qualcosa di più?

Sono più che soddisfatta della mia medaglia. Un’Olimpiade é qualcosa di speciale e prendere una medaglia é una vittoria.

Quando hai capito mentre correvi che allora ce la potevi fare e che il podio era vicino?

Quando abbiamo visto Mara Abbott davanti mi sono promessa di andarla a prendere. Sapevo di essere la meno veloce nel mio gruppetto e se fossi andata a prendere Mara avrei avuto sicuro una medaglia. Nel momento in cui l’ ho ripresa ho chiuso gli occhi e sprintato per qualsiasi colore di metallo.

elisa_longo_borghini_corriere_dello_spettacoloC’è qualcosa di particolare che ti è successo durante l’avventura brasiliana che ti è rimasto impresso?

Niente di particolare in realtà, però sono rimasta colpita da quanto grandi siano

i Giochi Olimpici e in maniera particolare l’ atmosfera magica che c’ é in quei giorni. É qualcosa di indescrivibile.

Sei più emozionata adesso per aver vinto la medaglia a distanza di tempo oppure sei riuscita a gustarti il podio fin dall’arrivo al traguardo?

Se ci penso mi vengono i brividi ancora adesso. Al traguardo piangevo perché ho realizzato immediatamente di aver preso una medaglia e mi sono passati davanti agli occhi quattro anni di lavoro,  giornate nere, momenti difficili. É una soddisfazione immensa avere ricompensato il proprio impegno.

E adesso? Dove è appesa la tua medaglia?

La medaglia é in camera mia su un centrotavola in marmo tricolore. Aspetta però una destinazione finale che ancora non ho deciso!

Visto che siamo un giornale di cultura, ti chiedo che cosa fa Elisa quando non corre e non si allena… legge? Va a teatro? Ascolta Musica?

Mi piace leggere, il mio libro preferito é “L’ ombra del vento” di Zafón. Ascolto musica e mi piace quella classica perché rilassa ed è una buona compagna per riflettere. Non l’ ascolto sempre, ma lo faccio con grande piacere. A teatro vado poco, purtroppo non sono quasi mai a casa…

Progetti per il futuro?

Adesso a breve termine ho il mondiale in Qatar dove farò da supporto alla mia nazionale. Mi piacerebbe tra quattro anni essere presente a Tokyo; vorrei lavorare in quella direzione.

Stefano Duranti Poccetti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati